Diete e dimagrimento
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Diete e dimagrimento

Caratteristiche dei principali tipi di diete, implicazioni organiche e fisiologiche, efficacia sul dimagrimento e ruolo delle diete per sportivi sulla performace atletica.

Cerca tra i nostri articoli

Ansia da dimagrimento

L'ansia del dimagrimento è probabilmente tra le principali responsabili dei mancati successi da parte di chi intraprende un'attività sportiva, o un regime alimentare controllato, con l'obiettivo di perdere peso. Appare forse paradossale ma è al contempo la prima ragione per la quale ci si avvicina alla pratica sportiva e la prima ragione per la quale i propositi falliscono miser

La dieta per chi fa sport e vuole dimagrire

L'abbinamento di una regolare attività sportiva ad una alimentazione controllata è il metodo migliore per raggiungere un idoneo calo ponderale, un reale dimagrimento che coinvolga i distretti adiposi senza compromettere le strutture muscolari , senza l'illusione di un calo di peso dovuto alla perdita di liquidi, senza il rischio di riprendere con facilità i Kg persi in un continuo

La dieta post gara e post allenamento

Al termine di una competizione sportiva, l'alimentazione continua ad avere un ruolo importante, pari a tutte le fasi che hanno preceduto la preparazione di una gara. È evidente che, le varie competizioni agonistiche, possono richiedere una differente calibrazione degli apporti nutrizionali post-gara. Così come, talune discipline, non necessitano di una particolare attenzion

La dieta per chi corre

Parlando di corsa il panorama è estremamente vasto, poiché ci sono vari modi di concepire e praticare quella che dovrebbe essere una delle attività più naturali per l'uomo e, guarda caso, anche tra le più salutari in assoluto. La dieta per la corsa va interpretata in modo ampio, poiché ci riferiamo a tale attività includendo chi fa jogging , running , footing , chi si allena

La dieta per gli sport di montagna

Gli sport che è possibile svolgere in montagna sono molteplici, affronteremo pertanto le raccomandazioni nutrizionali generiche evidenziano le specifiche esigenze legate alle singole discipline: lo sci, il trekking, l'alpinismo ecc. La caratteristica comune a questo tipo di attività è il notevole impegno fisico , spesso con temperature tendenzialmente fredde, ed in condizioni in

La dieta per il nuoto

La pratica del nuoto implica una importante sollecitazione muscolare poiché, l'immersione in acqua, determina l'applicazione di una resistenza globale su tutta la superficie corporea e, vincere tale resistenza, risponde alla cosiddetta legge quadratica , vale a dire che, ciascuna volta che il nuotatore raddoppia la sua velocità, incontra una resistenza quattro volte maggiore. Per

La dieta per il body building

La dieta per chi pratica body building è probabilmente fra le più difficoltose da affrontare, non tanto per una difficoltà intrinseca nella gestione del profilo alimentare per questo tipo di attività, quanto per una sorta di refrattarietà ad analizzare in modo scientifico l'argomento. Refrattarietà diffusa in buona parte degli atleti che aspirano all'incremento delle masse muscolar

Qual è la dieta ideale?

Quando si parla di diete, e mai come in questo periodo è di attualità l'argomento, ciascuno è pronto a dire la sua, a proporre il suo rimedio; la premessa generale è che la dieta , intesa come regime calorico controllato , è una cosa seria, da non prendere alla leggera, poiché l'alimentazione è un atto fondamentale con dirette implicazioni sullo stato di salute e benessere ps

La dieta pregara

Uno dei dubbi più frequenti in ambito sportivo è rappresentato dalla dieta pregara , ossia da cosa sia meglio mangiare nei giorni a ridosso di una competizione sportiva di tipo agonistico. Non occorre pensare che questo dilemma sia di recente introduzione, perfino nella Roma dei gladiatori gli antenati degli attuali allenatori, suggerivano i pasti più opportuni la sera prima d

La dieta dello sportivo

Alla domanda se l'alimentazione dello sportivo sia diversa da quella di una persona che non fa alcuna pratica sportiva occorre rispondere che sotto alcuni aspetti è vero; il modo di alimentarsi di uno sportivo è diverso da quello cosiddetto normale. L'alimentazione di chi pratica sport deve essere: Fondata su basi scientifiche; Non basata su mode o esper

L'importanza della frutta nella dieta

La frutta regola l'equilibrio acido-base del sangue, ossia neutralizza l'eccesso di acido causato dai cibi di origine animale. È ricca di potassio e povera di sodio, quindi adatta agli ipertesi, contiene zuccheri prontamente utilizzabili dall'organismo. Sotto la buccia poi c'è una miniera di vitamine, minerali e fibre, tutti indispensabili per la salute de

Dieta dimagrante? Per chi?

Nel mondo di oggi, trovare un modo per essere snelli ed attraenti, è diventato sempre più importante, e così il ruolo della nutrizione nella nostra vita ha acquisito un nuovo significato. Nonostante sembri che ogni giorno ci sia un nuovo miracoloso medicinale per una perdita di peso istantanea, il vecchio e collaudato metodo della buona alimentazione e di una dieta salutare e b

Dieta e radicali liberi

Gli antiossidanti sono sostanze capaci di proteggere il nostro organismo da malattie anche gravi, come le malattie cardiovascolari e molti tumori . Questo effetto è dovuto alla loro capacità di combattere i radicali liberi, quei prodotti del metabolismo che, se in eccesso, favoriscono l' invecchiamento cellulare e conseguentemente la genesi di molte malattie. L

Dieta proteica

È difficile determinare quale sia la dieta migliore . I lavori scientifici effettuati con diete ipocaloriche hanno rilevato scarsi risultati, riportando solo l'8% di successi consolidati nel tempo. Solo i soggetti con meno di 10 Kg di sovrappeso hanno qualche probabilità di successo. Il regime ipocalorico, quando è ben equilibrato, resta sicuro, qua

La dieta per il CrossFit

L'alimentazione riveste un ruolo di primaria importanza, ed è alla base della cosiddetta "piramide" di allenamento CrossFit. La dieta consigliata da CrossFit è la seguente: Le proteine devono essere magre e varie e costituire circa il 30% dell’apporto calorico totale I carboidrati devono essere principalmente a basso indice glicemico e costituire circa il 40%

L'alimentazione per lo sportivo celiaco

Il cibo che noi mangiamo deve in prima linea garantire di raggiungere un apporto di energia sufficiente a coprire il fabbisogno energetico . Oltre a questo deve garantire anche il fabbisogno nutrizionale del nostro organismo. Questi due punti sono indispensabili per conservare o per migliorare lo stato di salute in generale e per raggiungere la performance ottimale in ogni d

La dieta dello sportivo

L'alimentazione è uno dei fattori che maggiormente concorrono alla realizzazione di una forma fisica ottimale, presupposto necessario per raggiungere il massimo rendimento atletico. L'attività sportiva, solo se effettuata a livello agonistico, deve essere considerata un'attività particolare da un punto di vista dietetico, in quanto in essa prevale significativamente, rispetto al

L'alimentazione del culturista

L'acquisizione della migliore condizione fisica e il raggiungimento della forma sportiva ottimale derivano dall'interazione di molti elementi come: il programma di allenamento, i tempi di recupero, la disciplina sportiva, gli obiettivi da raggiungere ecc. In quest'ottica l' alimentazione gioca un ruolo fondamentale. Solo uno stato di salute ottimale garantisce la massima espres

Equilibrio energetico e dispendio energetico: due concetti chiave per il dimagrimento

Equilibrio energetico Dispendio energetico Metodi di misurazione della spesa energetica Equilibrio energetico Nella vita di tutti i giorni, l'uomo, ha bisogno di energia per svolgere le sue normali funzioni biologiche. Grazie alla nutrizione esso è in grado di introdurre il quantitativo energetico necessario per la sopravvivenza. La nutrizione è

Metodi per la valutazione della massa magra e della massa grassa

Il corpo umano è composto da numerosi costituenti, tuttavia la composizione corporea viene suddivisa in due parti: massa grassa (Fat Mass, FM) e massa magra (Fat Free Mass, FFM). La massa grassa rappresenta la massa lipidica del corpo. La sezione del grasso corporeo, anidro, non contiene potassio ed ha una densità di 0,9 kg/l e costituisce circa il 15% del peso corporeo. La

Carboidrati: categoria di macronutrienti fondamentali per la sopravvivenza

I macronutrienti sono le sostanze che servono a l'organismo per la sopravvivenza, essi forniscono energia necessaria per svolgere le normali attività della vita quotidiana. Vengono definiti macronutrienti dato che devono essere assunti in quantità maggiori rispetto i micronutrienti. Tra di essi troviamo: glucidi (carboidrati) lipidi (grassi) protidi (protein

Acidi grassi saturi ed insaturi: differenza e fonti alimentari

I lipidi (grassi) sono molecole organiche. Presentano la caratteristica fisica di essere solubili nei solventi apolari come l'acetone e l'etere e insolubili nei solventi polari come l'acqua (per questo definiti idrofobi). I grassi sono caratterizzati dalla presenza di acidi grassi, considerati i componenti di tutti i lipidi, costituiti da una catena di atomi di carbonio con un g

Le famosissime proteine, cosa sono e come sono formate

Le proteine sono dei composti organici, presenti nelle cellule animale e nelle cellule vegetali, in modo particolare sono le molecole più abbondanti nelle cellule animali. Queste macromolecole sono costituiti da aminoacidi uniti tra di loro da un legame definito peptidico , il legame che si forma tra il gruppo amminico (-NH3+) di un aminoacido e il gruppo carbossilico (COO-) dell'

Cosa succede nell’organismo mangiando un piatto di pasta?

Dal punto di vista alimentare i glucidi sono composti principalmente da polisaccaridi e disaccaridi, le cellule intestinali però sono in grado di assorbire solo i monosaccaridi, quindi sia i polisaccaridi che i disaccaridi subiscono un'iniziale digestione in monosaccaridi. Esempio: glicogeno e amido si trasformano in glucosio Si può quindi riconoscere il metabolismo glucidico

Allenamento brucia grassi? Sì, se è presente l'ossigeno...

I lipidi possiedono molteplici funzioni : funzione energetica, funzione strutturale, compongono le membrane plasmatiche, gli steroidi trasportano informazioni e sostanze utili all'organismo, regolano la contrazione di alcuni muscoli e la coagulazione del sangue. I grassi provengono o dall'alimentazione tramite il flusso sanguigno oppure vengono sintetizzati dall'acetilcoenzima

Metabolismo delle proteine e bilancio azotato

Qualsiasi organismo perde azoto (N) e proteine mediante le urine, saliva, sudore ecc. Nell'uomo l'azoto perso deve essere reintegrato con l'alimentazione e quindi l'ingestione di proteine, anche se dal punto di vista energetico sono sufficienti carboidrati e grassi. Le proteine vengono digerite inizialmente nello stomaco dove l'ambiente acido (PH 1-2) è in grado di rompere il l

L'alimentazione del body builder nella fase anabolica di massa

La fase anabolica di massa è la parte più desiderata di un culturista, in quanto le limitazioni dal punto di vista nutrizionale sono minime. Infatti, in questa fase, l'introito calorico aumenta notevolmente per far fronte alla spesa energetica dell'allenamento. Nonostante tutto il culturista deve stare sempre attento ad non aumentare eccessivamente la sua massa grassa, che dov

Esistono alimenti in grado di stimolare gli ormoni anabolici durante la fase di massa?

Un tale incremento di proteine e carboidrati in questa fase hanno un effetto anabolizzante in quanto stimolano ormoni utili per la crescita del tessuto muscolare, ma anche del tessuto adiposo, per questo motivo è impossibile aumentare la massa magra senza prendere grasso. Infatti l'introduzione dei carboidrati permette il rilascio dell'insulina da parte del pancreas, invece l'

Focus sull'alimentazione del culturista durante la fase anticatabolica di definizione

Questa è la fase che il culturista teme di più a causa delle restrizioni alimentari che deve affrontare nel corso della giornata e del grande impegno psicologico che comporta una dieta di questo tipo. In questo ciclo si ridurrà l'adipe e il peso corporeo per rientrare nella categoria e, al tempo stesso, si cercherà di mantenere la massa muscolare. Gli obiettivi sono quindi manten

I motivi per cui una dieta fallisce

Sono diversi i motivi per i quali si sceglie di seguire una dieta e uno tra questi interessa se stessi, l'idea che si ha della propria immagine e quindi il livello di soddisfazione della propria forma fisica; tale ragione però è soggettiva, in quanto la percezione di sé non obbligatoriamente combacia con una reale condizione. Un altro motivo per cui un soggetto

I corpi chetonici: logica conseguenza di una dieta chetogenica

I culturisti più esperti nella fase anticatabolica di definizione, invece di praticare una dieta low-carb dove l'apporto dei carboidrati e ridotto al minimo (circa il 21% dell'introito calorico), svolgono una vera e propria dieta chetogenica . Questa dieta ha come obbiettivo quello di ridurre drasticamente i carboidrati, e portarli al 5% dell'introito calorico giornaliero. (vedi

I principali integratori utilizzati dai culturisti

Chi pratica il culturismo ha esigenze alimentari specifiche, da queste esigenze dipendono, nel bene e nel male, gran parte dei risultati ottenuti. Il culturismo è lo sport in assoluto dove la prestazione atletica è influenzata dalla dieta. È impensabile cercare di cimentarsi in questo sport senza avere delle idee sull'alimentazione e i vari processi alimentari. Consideran

I danni causati dalle diete chetogeniche

Come descritto nelle pagine precedenti, l'alimentazione del culturista si basa esclusivamente su diete iperproteiche in qualsiasi sua fase (fase anabolica di massa e fase anticatabolica di definizione). Le assunzioni proteiche arrivano a 2,2g per kg di peso corporeo giornaliere (fase anabolica di massa) e, in molti casi, questo quantitativo proteico viene superato nella fase a

Obesità: numeri di una pandemia

Una delle epidemie più rapide e sorprendenti della società contemporanea è l' obesità . La prevalenza di adulti in sovrappeso e obesi negli Stati Uniti è aumentata dal 56% del 1988 al 66,3% nel 1994. Dal 2003 al 2004 il tasso di obesità è salito dal 22,9% al 32,2% tra gli adulti; nello stesso periodo la prevalenza di sovrappeso tra gli adolescenti di età compresa tra 12 a 19 anni

Dieta? No problem!

Fare una dieta sembra quasi un ostacolo insormontabile per molti. Qualcosa di così difficile che alla prima occasione si molla tutto e spesso si corre il rischio di affidarsi a cure alternative con nessun fondamento scientifico opportunamente create per sentirsi dire quello di cui abbiamo bisogno: con questa dieta perderai subito peso e potrai mangiare quello che vuoi! Pe