Integratori alimentari
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Integratori alimentari

Gli integratori alimentari ed il loro uso nello sport. Un elenco dei principali integratori ad uso sportivo, con una descrizione dettagliata dell'utilizzo ed eventuali problematiche connesse ad un uso eccessivo.

Cerca tra i nostri articoli

Creatina e sport

La sintesi della creatina avviene a partire dagli aminoacidi glicina e arginina e mediante la catalisi operata dall'amidinotransferasi, e la metiltransferasi. La creatina viene convertita irreversibilmente e non-enzimaticamente in creatinina e, quindi, escreta nelle urine. Nel muscolo a riposo la creatinchinasi serve a sintetizzare la fosfocreatina dalla creatina a spese dell'AT

Cenni storici sulla scoperta della creatina

La creatina ( dal greco kreas = carne ) o metil-glico-ciamina è un componente del metabolismo intermedio che viene formata nel fegato in quantità quasi costante, secondo una reazione che coinvolge gli aminoacidi glicina, arginina e metionina, e che viene depositata per circa il 95% nei muscoli. Notazioni storiche su creatina e creatinina Gia nel 1832 il francese Chevreul ave

Creatina e sport - fosfocreatina

La scoperta della creatina fosforilata: la fosfocreatina Fiske e Subbarow nel 1927 misero in evidenza la presenza nel muscolo di un composto organico della creatina: la fosfocreatina o creatina fosfato. Gli stessi autori osservarono, in studi condotti sull'animale, che i livelli di fosfocreatina diminuivano durante la stimolazione elettrica del muscolo per poi aumentare nuovame

Creatina e sport - ruolo biofisiologico

Il ruolo biofisiologico della creatina a livello muscolare L'energia utilizzata dal muscolo scheletrico per la sua contrazione deriva dall'idrolisi dell‘adenosina trifosfato (ATP) ad adenosina difosfato (ADP). La normale funzionalità dei muscoli richiede poi che l'ATP sia continuamente risintetizzato, a partire da suoi prodotti di trasformazione. Durante l'attività motoria di in

Creatina e sport - supplementazione

La supplementazione orale di creatina e le prestazioni sportive La creatina in dosaggi elevati (10-40 g/die) può determinare un incremento nell'attività contrattile e, quindi, motoria, opponendosi al decremento del rifornimento energetico. Cio avviene in corrispondenza di attività ad alta intensità anaerobica (Clarkson 1996; Mujika, Padilla 1997). Per tali ragioni, la suppleme

Creatina e sport - conclusioni

La sintesi della creatina avviene a partire dagli aminoacidi glicina e arginina , con il contributo della S-adenosil-metionina e mediante la catalisi operata da alcuni enzimi (amidinotransferasi, metiltransferasi) localizzati a livello epatico, pancreatico e renale. Dopo essere stata fosforilata a fosfocreatina, la molecola viene convertita irreversibilmente e non-enzimaticamente

Le nuove frontiere della creatina

La creatina, è un composto intermedio del metabolismo energetico sintetizzato dal fegato (1 g/die) a partire da tre amminoacidi: arginina, metionina e glicina. ed è utilizzata nei muscoli dei mammiferi per la contrazione muscolare. L'organismo umano è in grado di immagazzinarne al massimo 0,3 g per ogni kg di peso corporeo. Per quanto riguarda la metabolizza

Le nuove frontiere della creatina - seconda parte

Gli atleti che hanno l'intestino sensibile alla creatina o non vogliono assumere molti carboidrati semplici saranno ben lieti di sapere che esistono numerose alternative; infatti per molte persone la ritenzione idrica data dalla creatina associata agli zuccheri è un problema, un effetto collaterale della creatina che è meglio evitare. Per tali ragioni la ricerca ha sviluppato nuove

Omega 3 e omega 6 moda o necessità?

Negli ultimi anni, sempre più di frequente, sono saliti alla ribalta gli omega 3 e gli omega 6 . Dietro il nome, ormai di uso comune, di queste sostanze, si nasconde una particolare famiglia di acidi grassi essenziali . I grassi sono tra i principali nutrienti reperibili negli alimenti. Distinguiamo due grandi gruppi di acidi grassi, i saturi e gli insaturi . I primi hann

Gli acidi grassi omega-3 ed il loro ruolo terapeutico-preventivo

Gli acidi grassi omega-3, noti soprattutto per la loro grande capacità di proteggere dalle malattie cardiovascolari, possono esercitare molti altri benefici aggiunti per la salute umana, proteggendo da depressione, cancro, osteoporosi, artrite e altri problemi tipici dell'invecchiamento. La stessa American Heart Association, e altri gruppi del sistema, consigliano tali acidi grassi

L’integrazione di omega-3 nello sport e nella prevenzione delle patologie

Sarà certamente capitato a molti, specialmente tra chi svolge regolare attività sportiva, di chiedersi se fare o meno ricorso all'assunzione di integratori alimentari. Molto spesso il loro utilizzo sembra più essere legato alla moda del momento che ad una reale esigenza fisiologica. Pertanto, sarebbe necessario capire innanzitutto il ruolo degli integratori nell'ambito del quotidia

L’integrazione di omega-3 nello sport e nella prevenzione delle patologie - seconda parte

Tra i diversi acidi grassi insaturi e polinsaturi, due sono riconosciuti come "essenziali", vale a dire l'acido linoleico (18 atomi di carbonio, 2 doppi legami, capostipite della serie ? 6), e acido alfa-linolenico (18 atomi di carbonio, 3 doppi legami e capostipite della serie ? 3). Nei mammiferi non sono interconvertibili, quindi la loro presenza nella cellula dipende unicamente

Gli omega-3 e la loro azione sui distretti osteoarticolari

Invecchiando, conservare ossa sane e forti, diventa una priorità assoluta, accanto ad elementi come il calcio, la vitamina D ed eventuali terapie farmacologiche gli acidi grassi omega-3 dell'olio di pesce migliorano la struttura delle ossa incrementando l'assorbimento di calcio, riducendo la perdita di matrice ossea e mantenendo la giusta densità. Livelli ottimali di omega-3 come l

Aminoacidi ramificati

Gli aminoacidi ramificati sono leucina, isoleucina e valina, sono così chiamati perché presentano una ramificazione nella catena laterale. Essi si trovano nelle proteine che ingeriamo con l'alimentazione. Sono diventati di uso comune come integratori da prendere prima e dopo l'allenamento. Alla base del loro utilizzo come tali ci sono tre effetti biologici specifici che si verifica

Aumentare i livelli di testosterone naturalmente

Il testosterone è l'ormone anabolico per eccellenza. Grazie alla sia azione ogni atleta aumenta la forza e la massa muscolare, fattori importanti per migliorarsi in molte discipline sportive ed ovviamente per i body builder che mirano proprio a questo. Il testosterone è prodotto naturalmente nel corpo umano in quantità limitate. L'allenamento anaerobico ad alta intensità (sollevare

Aumentare i livelli di testosterone naturalmente - seconda parte

Suma: (Pfaffia paniculata): ha proprietà simile alla maca. Contiene anch'essa il principio attivo ecdisterone. L'estratto di questa pianta ha proprietà adattogene, può incrementare il livello energetico, ridurre il senso di affaticamento e incrementare la libido. Probabilmente migliora anche la prestazione sessuale dell'uomo. L'ecdisterone è stato dimostrato avere effetto positiv

Sport e idratazione, quando l’acqua non basta

Durante la pratica sportiva, al contrario di quanto recitavano antiche credenze, è necessario bere . Anzi è indispensabile reidratare l'organismo, in virtù del dispendio di liquidi, che può essere anche molto consistente in caso di attività prolungate, o ad elevato impegno agonistico, o in situazioni climatiche calde. Non bere può rivelarsi, oltre che controproducente, anche molt

Sport e idratazione, quando l’acqua non basta - seconda parte

Quindi anche la semplice preparazione di una bevanda costituita da 4 parti di acqua ed 1 parte di succo di arancia, potrebbe essere una valida soluzione contro la perdita di sali e di liquidi. Adatta alle discipline che, pur causando sudorazione, non richiedono grosse e continue disponibilità glucidiche. Un altro parametro da non sottovalutare è nel tipo di zuccheri disci

Gli additivi negli integratori alimentari ad uso sportivo

All'atto di avviare un programma dietetico che preveda l'impiego di integratori alimentari, situazione estremamente diffusa, se non spasmodicamente ricercata da buona parte degli sportivi, poche volte ci si chiede se l'integrazione sia effettivamente necessaria o se, nel singolo soggetto, possano esserci elementi che la sconsiglino. Praticamente mai, una volta deci

La caffeina nello sport

La caffeina è uno stimolante presente soprattutto nel caffé, ma anche in altre sostanze e bevande comunemente reperibili (tè, cioccolato, cola ecc.). Appartiene al gruppo delle metilxantine (come la teofillina e la teobromina) ed è farmacologicamente attiva con effetti simili, seppur più blandi, a quelli delle amfetamine. È pertanto in grado di aumentare la concentrazione

Integratori di maltodestrine

Le maltodestrine appartengono alla categoria degli integratori energetici. Sono polimeri del glucosio ottenuti dall'amido. Due molecole di glucosio generano una molecola di maltosio. L'amido, nell'organismo, è trasformato in destrine, quindi in maltosio e poi in glucosio. Le maltodestrine hanno scarsa tendenza ad indurre rilascio di insulina , pertanto forniscono energia

Integratori di carnitina

La carnitina è una molecola di rilievo nel metabolismo degli acidi grassi. Le sue funzioni sono di trasporto e modulazione. È reperibile negli alimenti di origine animale soprattutto nel cuore e nelle parti muscolose. Nell'azione di trasporto veicola gli acidi grassi dal citoplasma cellulare al mitocondrio, sede della betaossidazione, ovvero dell'"estrazione" di energia

Integratori di aminoacidi ramificati

Gli aminoacidi ramificati (comunemente BCAA), al pari delle proteine, rientrano nella categoria degli integratori plastici , ovvero che favoriscono la sintesi e l'anabolismo muscolare. Il loro impiego in ambito sportivo produce effetti diversi in virtù del momento dell'assunzione . Valina , leucina ed isoleucina (sono questi i 3 aminoacidi presenti negli integratori di BCAA

Integratori di creatina

La creatina presente in un essere umano è accumulata sia nella forma libera (per circa un terzo del totale) che in forma fosforilata ( fosfocreatina ). Un buon 95% del totale immagazzinato nel corpo è reperibile nel muscolo scheletrico, il restante 5% è distribuito fra cuore, testicoli, cervello e retina. La creatina svolge un ruolo chiave nelle attività che richiedono grandi quan

Integratori alimentari di proteine

Probabilmente è stato uno dei primi integratori a fare la sua comparsa negli scaffali dei negozi specializzati, certamente è fra i più utilizzati, soprattutto presso gli atleti degli sport finalizzati all'incremento della massa muscolare . Le proteine sono il principale costituente del muscolo, oltre ad avere numerose altre funzioni nell'organismo e, come tali, è lampante la loro

Integratori alimentari di vitamine e sali minerali

Il mondo degli integratori è tra le realtà a più rapida crescita, ragione per la quale diviene quasi umanamente impossibile elencare tutte le tipologie di integratori presenti sul mercato. Tuttavia la cosa non costituisce assolutamente un limite poiché, nella maggior parte dei casi, tali integratori, non espletano alcun reale beneficio, ancor meno rispetto ai comuni desideri. In a

Integratori di ginseng

Il ginseng è un integratore alimentare particolarmente in voga fra alcune categorie di soggetti, sportivi e non. È rappresentato da un preparato contenente una miscela di glucosidi (i ginsenosidi) estratti da diverse piante. Tuttavia, il vero ginseng può essere estratto da tre piante della famiglia delle araliacee (ordine delle policarpiche). I ginsenosidi sono rappres

Integratori di glutammina

È un aminoacido (C 5 H 10 N 2 O 3 ) coinvolto nel processo digestivo e nella sintesi di altri aminoacidi non essenziali, è convertito dall'enzima glutaminasi in acido glutammico con funzione eccitatoria dei neuroni. Un eccesso di glutammina ostacola il lavoro mitocondriale ed incrementa la concentrazione di radicali liberi, al contempo però è implicato nella sintesi di glut

Integratori di glucosamina

La glucosamina è un importante composto, ricavato nell'organismo a partire dal glucosio, indispensabile nella sintesi di glicosaminoglicani. La sintesi di glucosamina tende a divenire insufficiente con l'avanzare dell'età, e questo compromette anche la produzione di glicosaminoglicani che sono determinanti per la vita delle cartilagini articolari. Gli sportivi, più che altre catego

Integratori, quadro normativo

Il settore degli integratori alimentari è regolamentato a livello europeo dalla direttiva 46/2002/CE del 10 giugno 2002 , attuata in Italia con il decreto legislativo 21 maggio 2004 n. 169 che ha normalizzato il ruolo e le finalità di tali prodotti conformemente alla profonda evoluzione concettuale che si è andata affermando al riguardo. Detta direttiva, infatti, pur prevedend

Le proteine

Le proteine (o protidi) sono costituite da catene di amminoacidi uniti fra loro da legami peptidici in cui il gruppo carbossilico (COOH) di un amminoacidi viene unito al gruppo amminico (NH2) dell'altro rilasciando una molecola di acqua (H2O). R-COOH + NH2-R > R-CO-NH-R + H2O Le proteine svolgono molteplici funzioni all'interno dell'organismo: Funzione st

Proteine: integrazione nello sport

Gli integratori di proteine vengono utilizzati dagli atleti di ogni disciplina per favorire il recupero dagli allenamenti, per promuovere la crescita della massa muscolare e migliorare le performance negli sport di forza. L'effetto dei supplementi proteici sulla condizione degli atleti è strettamente correlato al momento in cui questi supplementi vengono assunti. Infatti è

Caseina, colostro, latte

Caseina La caseina rappresenta circa l'80% delle proteine contenute nel latte, ne è pertanto la frazione maggiore. Queste proteine tendono a legare minerali, in particolare calcio e fosforo di cui sono pertanto ricche. La caseina ha valore biologico 77 . le proteine della caseina sono formate da α-caseina (≈50%), β-caseina (≈30%), κ-caseina (

Siero del latte

Il siero di latte o whey protein, è la parte liquida del latte che si separa dalla cagliata durante la caseificazione. le proteine del siero di latte sono particolarmente ricche di amminoacidi ramificati. Queste proteine sono particolarmente idrosolubili e pertanto vengono assorbite molto rapidamente, per questa ragione sono considerate proteine veloci, cioè assimilate rapida

Soia, uova

Soia Le proteine della soia sono estratte dai semi della leguminosa in questione ed hanno un valore biologico di 74. Il VB non molto alto deriva dal fatto che  tra gli amminoacidi che le compongono scarseggia la metionina. Anche le proteine della soia tendono ad assorbire molta acqua ed aumentare di volume, sono pertanto considerate proteine ad assorbimento lento. Le pr

Mass gainers

I mass gainers sono supplementi contenenti una miscela bilanciata di tutti i nutrienti (proteine, carboidrati, lipidi e vitamine). Sono prodotti particolarmente completi dal punto di vista nutritivo, tanto da essere utilizzati in alcuni casi come veri e propri sostituiti dei pasti. Seppur la composizione in termini quali-quantitativi vari molto da una casa produttrice all'a

Amminoacidi

Gli amminoacidi  sono molecole organiche che nella loro struttura recano un gruppo amminico (-NH 2 ) ed uno carbossilico (-COOH). In biochimica il termine amminoacidi si riferisce in particolare agli L-α-amminoacidi, di formula generica NH 2 CHRCOOH, cioè quelli il cui gruppo amminico ed il cui gruppo carbossilico sono legati allo stesso atomo di carbonio (chiamato a

Alanina

L' alanina è un amminoacido non essenziale, dato che l'organismo umano è in grado di sintetizzarla. Può venire infatti prodotta nei muscoli a partire dall'acido glutammico, inoltre può essere sintetizzata a partire dall'acido piruvico derivante dal metabolismo del glucosio. Questo amminoacido è coinvolto nel metabolismo del glucosio. Durante l'esercizio fisico, il ciclo g

Amminoacidi essenziali

Gli amminoacidi essenziali sono quegli amminoacidi che il corpo non è in grado di sintetizzare e pertanto devono essere assunti con l'alimentazione. Nell'uomo sono amminoacidi essenziali: fenilalanina isoleucina leucina lisina metionina treonina triptofano valina Dagli amminoacidi essenziali il corpo è in grado

Arginina

Negli esseri umani l' arginina è considerata essenziale nei bambini , invece negli adulti viene sintetizzata nel ciclo dell'urea . Questo ciclo è un processo metabolico volto a ridurre la concentrazione di ammoniaca derivante dal metabolismo amminoacidico nei liquidi biologici. Per questa funzione l'arginina viene considerata indispensabile per il mantenimento dell'omeos

Arginina alfachetoglutarato, arginina aspartato

Visto l'importante ruolo biologico dell'arginina l'industria degli integratori ha impegnato notevoli risorse per produrre formulazioni di questa sostanza con l'obiettivo di migliorarne l'efficacia. Attualmente esistono diversi composti diversi a base di arginina di cui però esistono ancora pochi studi in grado di verificarne le proprietà. Queste nuove formulazioni vengono i

Arginina chetoisocaproato, arginina piroglutammato

Arginina chetoiscaproato L' arginina chetoiscaproato è un sale formato dall'arginina e dall'acido alfacheto iscocaproato. L'alfa chetoisocaproato è un cheto acido derivante dalla leucina che può essere convertito nel corpo in HMB, una sostanza con proprietà anticataboliche per i tessuti muscolari. L'acido alfachetoisocaproico ha proprietà anticataboliche , il che sign

Citrullina, citrullina malato, gakic, GABA, glicina

Citrullina La citrullina è un amminoacido non codificato dal DNA . Questo amminoacido è stato trovato nelle proteine istoniche necessarie per mantenere l'integrità ed il funzionamento del codice genetico. Il ruolo principale della citrullina nell'organismo è sicuramente la sua presenza nel ciclo dell'urea, già analizzato per l'arginina, fondamentale per l'uomo per elimin

Glutammina

La glutammina è uno dei 20 amminoacidi codificati dal codice genetico. Non è un amminoacido essenziale in quanto può essere sintetizzata dal corpo a partire dal glutammato, dall'arginina, dalla prolina e dall'ornitina. Essa può essere considerata l'ammide dell'acido glutammico in quanto la sua catena laterale presenta un gruppo amminico sul carbossile terminale. La glutammi

Acetil-glutammina, glutammina etil-estere, glutammina peptidica

Acetil-glutammina N-Acetil-L-Glutammina ( Acetil-glutammina ) è la versione acetilata sull'azoto della glutammina. Questa particolare formulazione è molto più stabile in acqua e pertanto dovrebbe garantire un maggiore assorbimento ed un miglioramento degli effetti biologici della glutammina. Anche in questo caso il condizionale è d'obbligo in quanto non esiste nessuno studi

Istidina, lisina, leucina

Istidina L' istidina è uno degli amminoacidi essenziali. A partire da questo amminoacido l'organismo produce l'istamina, la carnosina e la betaina. L'istamina è un neurotrasmettitore che interviene anche nella mediazione delle risposte infiammatorie ed allergiche. Integrazione nello sport In campo sportivo i supplementi di istidina vengono utilizzati per favorire la

Ornitina, OKG, Ornitina-aspartato

L' ornitina è un amminoacido prodotto nel ciclo dell'urea attraverso l'enzima arginasi a partire dall'arginina che viene metabolizzata ad ornitina formando urea. L'ornitina è pertanto un prodotto fondamentale necessario per l'eliminazione dell'azoto in eccesso. L'ornitina non è un amminoacido codificato nel DNA , e in tal senso non è direttamente coinvolta nella sintes

Pool amminoacidi

I pool di amminoacidi sono un complesso contenente i 20 amminoacidi codificati dal corpo. Vengono generalmente prodotti tramite idrolisi (digestione enzimatica) delle proteine del siero del latte, dalla quale si ottiene un complesso di amminoacidi in forma libera e di peptidi (di- e tripeptidi). A volte possono essere arricchiti di ulteriori amminoacidi in forma libera co

Amminoacidi ramificati, amminoacidi ramificati etil-esterificati

Gli amminoacidi ramificati o BCAA (branched-chain amino-acids) sono leucina, isoleucina e valina, sono così chiamati perché presentano una ramificazione nella catena laterale. Sono amminoacidi essenziali codificati dal nostro DNA e si trovano nelle proteine che ingeriamo con l'alimentazione. Sono usati abitualmente come integratori soprattutto in campo sportivo.

Taurina, taurina etil-estere

Taurina La taurina è un amminoacido sintetizzato dal corpo umano non codificato dal DNA . La sintesi della taurina nei mammiferi avviene nel fegato a partire dalla cisteina. Questo amminoacido viene utilizzato dal corpo nella sintesi degli acidi biliari ed è particolarmente concentrata a nei globuli bianchi, nei muscoli scheletrici, nel cuore e del sistema nervoso c

Tirosina

Negli esseri umani non è essenziale , l'organismo umano è in grado di sintetizzarla a partire dalla fenilalanina. La tirosina è biologicamente importante in quanto precursore di vari ormoni e neurotrasmettitori. In particolare gli ormoni tiroidei e le catecolammine (dopamina, noradrenalina e adrenalina). Questo amminoacido è importante per la funzionalità di numer

Derivati degli amminoacidi, 4-idrossi-isoleucina

Questa classe di sostanze è costituita da molecole che il corpo produce attraverso il metabolismo degli amminoacidi. 4-idrossi-isoleucina La 4-idrossi-isoleucina è un amminoacido naturale estratto dalla pianta del fieno greco. Questa sostanza f avorisce la secrezione di insulina da parte dell'organismo. Viene studiata per il trattamento del diabete tipo 2 e della sindro

Carnitina

La carnitina viene sintetizzata nel fegato e nei reni a partire dagli amminoacidi lisina e metionina. Per la sintesi di questa sostanza sono necessarie anche la vitamina C, il ferro, la niacina e la B6. La carnitina funge da trasportatore degli acidi grassi dal citosol al mitocondrio dove verranno utilizzati per produrre energia. Come tutti gli amminoacidi questa sosta

Acetil-carnitina, propionil-carnitina

Acetil-carnetina L'acetil-carnetina è una forma acetilata (esterificata con acido acetico) della carnitina . Questa sostanza risulta meglio assorbita dall'organismo e soprattutto grazie alla maggiore lipofilia è in grado di passare le membrane cellulari, ciò le permette di raggiungere meglio il muscolo e passare la barriera ematoencefalica. La capacità dell'acetil-carn

Carnosina

La carnosina  (β-alanin-L-istidina) è un dipeptide formato dall'unione degli amminoacidi istidina e beta-alanina. Questa sotanza è un potente antiossidante presente all'interno delle cellula muscolari. Come antiossidante è in grado di ridurre la perossidazione lipidica delle membrane cellulari e di reagire con i ROS (speci reattive dell'ossigeno) pericolosi radicali l

Creatina

La creatina è un composto intermedio del metabolismo energetico sintetizzata da reni e fegato (1 g/die) a partire da tre amminoacidi: arginina metionina glicina Questa sostanza viene utilizzata nei muscoli per la contrazione muscolare. A partire da questa sostanza il corpo produce fosfocreatina che è una riserva energetica di rapido utilizzo, d

Creatina monoidrato, creatina alfachetoglutarato

Creatina monoidrato La creatina monoidrato è formata dall' unione di una molecola di creatina ed una di acqua . Questo è il primo e più semplice integratore di creatina reso disponibile sul mercato. La maggior parte delle ricerche scientifiche è stata effettuata sulla creatina monoidrato. Questa forma di creatina è scarsamente solubile in acqua , pertanto il processo di a

Creatina citrato, creatina etil-estere, creatina fosfato

Creatina citrato La creatina citrato è ottenuta attraverso la salificazione con acido citrico. L'acido citrico è contenuto negli agrumi ed ha effetti tamponanti sul pH gastrico, ciò dovrebbe garantire una migliore stabilità della creatina. Inoltre questa forma di creatina è particolarmente solubile in acqua, molto più della monoidrato. Questa solubilità in acqua è la princip

Kre-Alkalyn, creatina gluconato, creatina magnesio chelato, creatina malato, creatina metil-estere

Kre-alkalyn Kre-alkalyn è una "creatina tamponata", nel senso che viene elaborata ad un pH più alto e di conseguenza meno acido rispetto alla creatina normale. L'effetto tampone dovrebbe impedire alla creatina di trasformarsi in creatinina nello stomaco, processo che si verifica rapidamente in ambiente acido. A quanto pare, secondo i possessori del brevetto, è possibile in

Creatina orotato, creatina piruvato

Creatina orotato La creatina orotato si forma dalla unione di creatina ed acido orotico . L'acido orotico è un intermedio della biosintesi delle pirimidine necessarie alla formazione degli acidi nucleici. Per questa funzione è stato considerato per anni una vitamina (la B13) di cui però si è scoperto poi la non essenzialità e pertanto gli è stato tolto il titolo di vitami

Creatine veicolate

Le creatine veicolate sono prodotti commerciali formati da creatina presente in varie formulazioni, anche se la più usatarimane la monoidrato, associata a sostanze che ne migliorano l'assimilazione. A volte sono formate da blend di creatine ossia miscele di diverse formulazioni di creatina. Visti i problemi di assimilazione della creatina le industrie di integratori h

HMB

L' HMB (Idrossi-Metil Butirrato), è un amminoderivato sintetizzato dall'organismo a partire dalla leucina. Numerosi studi hanno evidenziato come l'HMB abbia effetti anabolici ed anticatabolici per il tessuto muscolare e di miglioramento di forza. Questa sostanza è studiata per migliorare il recupero fisico delle persone convalescenti da elevati stati catabolici com

Melatonina

La melatonina , chimicamente N-acetil-5-metossitriptamina, è un ormone prodotto dalla epifisi o ghiandola pineale , una piccola ghiandola posta alla base del cervello. Questa sostanza ha la funzione di regolare il ciclo sonno-veglia. La sua sintesi parte dal triptofano e per questo è considerata un derivato degli amminoacidi. Molti degli effetti biologici della melatoni

Carboidrati

I carboidrati , chiamati anche zuccheri, sono i composti organici più abbondanti in natura. Hanno numerose funzioni biologiche tra cui quella di riserva energetica e trasporto dell'energia (esempio: amido, glicogeno), sono anche componenti strutturali nelle piante (la cellulosa) e della cartilagine negli animali (proteoglicani). Sono noti anche come saccaridi per il sapore

Fruttosio

Il fruttosio (o levulosio) è un monosaccaride chetonico che si trova nella maggior parte dei frutti zuccherini ed in alcuni tipi di miele. Il fruttosio è il più dolce tra tutti gli zuccheri e viene convertito facilmente in glucosio nel fegato. L' indice glicemico del fruttosio è molto basso (circa 20) soprattutto se confrontato con quello del saccarosio (68) e del gluco

Glucosio

Il glucosio o destrosio è un monosaccaride aldeidico. Il glucosio è uno zucchero aldoesoso in quanto contiene un gruppo aldeidico (-CHO) ed  è composta da sei atomi di carbonio ( -esoso ). Attraverso la glicolisi , il glucosio è immediatamente coinvolto nella produzione dell'ATP. Proprio il rapido assorbimento da parte dell'organismo del glucosio ne fa uno degli zu

Glucuronolattone, inulina

Glucuronolattone Il glucuronolattone (detto anche acido lattone glucuronico) è un carboidrato prodotto dal metabolismo del glucosio nel fegato. È un'importante componente strutturale dei tessuti connettivi È presente nelle bevande energetiche comunemente conosciute come "energy drinks". Il glucuronolattone è presente per la sua presunta capacità di combatter

Maltodestrine, palatinosio

Maltodestrine Le maltodestrine sono polimeri derivanti dal processo di idrolisi degli amidi . Tramite processi industriali è infatti possibile modificare i legami chimici che uniscono i polisaccaridi ottenendo carboidrati più o meno complessi. Questi polimeri si presentano di lunghezza differente e con un diverso grado di ramificazione . La lunghezza ed il grado di rami

Piruvato, ribosio

Piruvato Il piruvato è un prodotto intermedio del metabolismo dei carboidrati . Questa sostanza deriva dalla deprotonazione dell'acido piruvico che è un alfa-chetoacido di formula CH 3 -CO-COOH. Nei sistemi biologici l'acido piruvico è presente totalmente come piruvato cioè nella sua forma anionica con il carbossile deprotonato . Nella cellula ricopre un ruolo di grandi

Vitargo

Vitargo è il nome registrato di un esclusivo polisaccaride , studiato e brevettato presso il Karolinska Institute di Stoccolma (Svezia). Il Vitargo, pertanto, si distingue dagli altri integratori energetici per un peso molecolare superiore e per una destrosio equivalenza inferiore. L'elevato peso molecolare è dato dal fatto che esso è un polimero di glucosio quindi è forma

Lipidi

I lipidi (o grassi) sono molecole organiche, presenti in natura. Rientrano nelle categorie dei macronutrienti. Chimicamente sono raggruppati sulla base delle loro proprietà comuni di solubilità: sono sostanze idrofobe (insolubili in acqua) e lipofile cioè sono solubili in solventi organici non polari, come l'etere o l'acetone. I lipidi rappresentano un'importante ri

CLA, fosfatidilserina

CLA Il CLA o acido linoleico coniugato è un acido grasso omega-6 con 18 atomi di carbonio e 2 doppi legami . Questi doppi legami sono separati da un unico legame singolo, per questa ragione nasce il termine coniugato. I dati ottenuti da numerosi studi ed esperimenti hanno dimostrato che il CLA può produrre effetti benefici sul cancro, aterosclerosi, ipertensione, diabete

Glicerolo

Il glicerolo , noto anche col nome di glicerina è un triolo, ovvero un alcool trivalente nella cui struttura sono pertanto presenti tre gruppi alcolici –OH. Non è un lipide ma è stato inserito in questa categoria perché è un componente dei trigliceridi e dei fosfolipidi, dai quali viene ottenuto per idrolisi o transesterificazione. Quando l'organismo utilizza le sue riser

Lecitina, MCT

Lecitina La lecitina rappresenta un insieme di sostanze lipidiche estratte da particolari alimenti . In particolare questo composto è costituito principalmente da fosfolipidi (fosfatidilcolina, fosfatidiletanolammina, fosfatidilserina e fosfatidilinositolo) e da altre sostanze quali acidi grassi, trigliceridi, glicolipidi, glicerolo, acido fosforico ed altre di minore import

Omega-3

Gli omega-3 (ω-3) sono acidi grassi polinsaturi (presentano diversi doppi legami, da 3 a 6) in cui il primo doppio legame è situato sul terzo carbonio a partire dal terminale metilico (l'opposto a quello che presenta il gruppo carbossilico COOH), della catena di carbonio. questi acidi grassi sono perciò un certo numero, ma i più importanti per l'uomo sono: l'acido

Omega-6, omega-9

Omega-6 Gli omega-6 (ω-6) sono acidi grassi polinsaturi (presentano diversi doppi legami, da 2 a 5) di origine vegetale, in cui il primo doppio legame è situato sul sesto carbonio a partire dal terminale metilico (l'opposto a quello che presenta il gruppo carbossilico COOH), della catena di carbonio. Gli effetti biologici degli omega-6 sono ampiamente mediati dalla

Estratti vegetali, HCA

Gli estratti vegetali o fitoestratti sono preparazioni a base di piante medicinali, ovvero piante contenenti principi attivi in grado di agire sul metabolismo del corpo umano. Questi prodotti vengono ottenuto attraverso processi di varia natura che consentono l'estrazione e la concentrazione dei componenti. Oggi vengono ottenuti con metodiche che garantiscono la standardiz

Caffeina

La caffeina è una trimetilxantina , un alcaloide naturale presente nelle piante di caffè, cacao, tè, cola, guaranà e matè. Questa sostanza è uno stimolante del sistema nervoso centrale ed è usata per contrastare stanchezza e sonnolenza. La caffeina è metabolizzata nel fegato dove viene convertita in tre dimetilxantine , ognuna delle quali ha un effetto diverso:

Capsaicina, chitosano, forskolina

Capsaicina La capsaicina è un alcaloide derivato dal peperoncino , detto anche pepe di Cayenna. Questa sostanza è responsabile della sapore piccante dei peperoncini. I peperoncini contengono un gruppo di sostanze chimiche chiamate capsainoidi di cui la più importante è la capsaicina . Come tutti i capsainoidi, la capsaicina è una sostanza irritante nei mammiferi, inc

Fucoxantina, guggulsteroni e naringina

Fucoxantina La fucoxantina è un pigmento vegetale di tipo xantofilla , un carotenoide tipico delle alghe brune a cui conferisce la caratteristica colorazione, sovrapponendosi alle tonalità verdi della clorofilla. Le più comuni fonti di fucoxantina sono l'Undaria pinnatifida (wakame), la Laminaria japonica (Ma-kombu) e l'Hijikia fusiformis (Hijiki), sono tutte alghe brune p

Piperina, sinefrina, teobromina

Piperina La piperina è l' alcaloide responsabile del sapore del pepe nero . L'estratto di pepe nero (Piper nigrum) migliora sensibilmente l'assorbimento dei nutrimenti. La piperina inibisce diversi enzimi importanti per il metabolismo e il trasporto di farmaci e metaboliti. Questa sostanza stimola la digestione e migliorando l'assorbimento intestinale di molti nutrienti e

Teofillina, vinpocetina, yohimbina

Teofillina La teofillina è una metilxantina, un alcaloide presente nel tè (camelia sinesis) e nel caffè . È uno stimolante del sistema nervoso centrale. Una tazza di 200 ml di tè può contenere 0,4 / 2 mg di teofillina quindi una quantità molto limitata. Questa sostanza viene utilizzata come broncodilatatore nelle patologie asmatiche e presenta anche una blanda att

Adattogeni: amalaki, astragalo, aleuterococco

Adattogeni Col termine adattogeno si intendono una serie di sostanze di origine vegetale che aiutano l'organismo ad adattarsi allo stress cronico migliorando il vigore fisico e la concentrazione mentale, favorendo così un effetto ricostituente per l'intero organismo. Gli adattogeni regolarizzano l'equilibrio interno del corpo, in particolare l'equilibrio del sistema nerv

Ginseng, gynostemma

Ginseng Il Panax ginseng è il più famoso fra le piante con proprietà adattogene. È una pianta originaria della Cina ma è coltivata anche in Corea e Russia. Contiene saponine di cui le più importanti sono i ginsenosidi che sono le sostanze responsabili della sua attività. La radice di questa pianta è la parte contenente i principi attivi ed è già stata impiegata per

Rhodiola, withania

Rhodiola La rhodiola rosea è una pianta originaria del nord d'Europa. La radice di questa pianta è usata per contrastare l'astenia psico-fisica, per curare stati depressivi moderati e come ricostituente. La rhodiola inibisce un enzima responsabile del metabolismo di vari neurotrasmettitori (COMT) aumentandone così la permanenza e l'attività nel cervello, questa attività

Stimolanti del testosterone: beta-ecdisterone, crisina, fieno greco

Il testosterone è l'ormone anabolico per eccellenza. Grazie alla sua azione ogni atleta aumenta la forza e la massa muscolare, fattori importanti per migliorarsi in molte discipline sportive ed ovviamente per i body builder che mirano proprio a questo. Il testosterone è prodotto naturalmente nel corpo umano in quantità limitate. L'allenamento anaerobico ad alta intensità (

Long jack, maca, muira puama, ortica

Long jack Il long jack o Eurycoma longifolia è una pianta utilizzata nella medicina tradizionale come afrodisiaco , anti-aging e per curare l'infertilità. Studi su animali mostrano che questa pianta aumenta la produzione di testosterone ed il numero di eiaculazioni. Tuttavia i risultati che evidenziano un significativo incremento di testosterone sono ottenuti attraverso

Pro-ormoni: serenoa repens, pfaffia, tribulus terrestris

I pro-ormoni sono precursori di ormoni , ovvero sostanze di per sé senza attività biologica che però attraverso una conversione enzimatica effettuata dall'organismo divengono attivi come ormoni. I supplementi a base di pro-ormoni sono pertanto sostanze inattive che, una volta assunte, vengono convertite dall'organismo in ormoni con attività anabolizzante. In Itali

Vitamina A

Le vitamine sono sostanze organiche, assunte con gli alimenti, indispensabili all'organismo in quanto necessarie alla vita, ma non sintetizzabili dal corpo da altre sostanze. Esse sono micronutrienti in quanto devono essere assunti in quantità inferiori al grammo, sono sostanze non utilizzate per la produzione di energia, ma partecipano alla formazione di enzimi (coenzimi) oppu

Vitamina D, vitamina E, vitamina K

Vitamina D Anche ne caso della vitamina D parliamo di un gruppo di sostanze (D1,2,3,4 e 5), le due forme più importanti sono la D2 (ergocalciferolo) e la D3 (colecalciferolo). La vitamina D si può ottenere sia con l'esposizione ai raggi UV che attraverso l'alimentazione. All'interno dell'organismo questa vitamina deve subire due reazioni di idrossilazione per divenire calc

Vitamina B1, vitamina B2, vitamina B3

Le vitamine idrosolubili sono quelle del gruppo B e la vitamina C . queste sostanze hanno la caratteristica di essere solubili in acqua e per questa ragione non vengono immagazzinate dal corpo, un loro eccesso viene eliminato con le urine. La loro facile eliminazione comporta un rischio di sovradosaggio veramente remoto però l'esagerazione non è mai indicata. A causa dell'inca

Vitamina B5, vitamina B6, vitamina B8

Vitamina B5 La vitamina B5 acido pantotenico viene utilizzato dal corpo per formare il coenzimaA , importante traportatore di gruppi acili e acetili. Esso riveste un ruolo fondamentale  nel ciclo di Krebs e nella produzione di energia, il coA agisce sul metabolismo di acidi grassi e carboidrati in particolare veicolandoli verso la produzione di energia a livello mitocondri

Acido folico, vitamina B12

Acido folico Acido folico ( Vitamina B9 ) o folato descrive le sostanze che presentano l'attività biologica dell'acido pteroilglutammico. La forma attiva è il tetraidrofolato. Esistono diversi coenzimi derivanti dall'acido folico che intervengono nelle reazioni di trasferimento di unità monocarboniose di diverso livello di ossidazione a numerosi substrati come amminoac

Vitamina C

La vitamina C , o acido ascorbico, è un potente antiossidante usato dall'organismo per prevenire gli effetti dannosi dei radicali liberi, sostanze altamente reattive presenti nell'ambiente e nel corpo umano, causa di danni a livello cellulare. La carenza di acido ascorbico porta all'insorgenza dello scorbuto , una patologia a cui erano soggetti i marinai, perché per

Micronutrienti: acido pangamico, betaina, bromelina

Oltre alle vitamine ed ai minerali esistono altre sostanze utili all'organismo che potendo essere sintetizzate dal corpo o non essendo essenziali per la vita non possono essere considerate vitamine, ma che se assunte tramite l'alimentazione o gli integratori possono migliorare le condizioni di salute ed eventualmente le capacità atletiche. I micronutrienti sono necessa

Colina, ficina, gamma orizanolo

Colina La colina è considerata da molti tra gli elementi essenziali anche se può essere sintetizzata dalla metionina o dalla serina . Essa è un ammina quaternaria ed è importante per l'organismo in quanto precursore di neurotrasmetitori (acetilcolina), componente delle membrane cellulari quindi responsabile dell'integrità delle cellule e fondamentale per il metabolismo

Inositolo, lattasi

Inositolo L'inositolo è una sostanza considerata vitamino-simile in quanto ancora non è chiaro se sia indispensabile la sua assunzione tramite l'alimentazione dato che comunque può essere sintetizzato dal corpo. L'inositolo presente in natura è generalmente legato a fosfolipidi nella forma di fosfatidilnositolo , come tale è presente nelle membrane cellulari. Questa sos

Policosanoli, PABA

Policosanoli I policosanoli sono una famiglia di sostanze che comprende l'octacosanolo, l'esacosanolo, il triacosanolo ed altri minori. Chimicamente, queste sostanza, sono alcoli primari a catena aperta di origine esclusivamente vegetale. I policosanoli sono studiati principalmente per la loro capacità di abbassare il colesterolo probabilmente grazie all'inibizione dell'e

Minerali: boro, calcio, cromo, ferro

I minerali sono micronutrienti inorganici necessari all'organismo in quanto rivestono diverse funzioni sia strutturali che metaboliche. Essendo sostanze inorganiche nessun organismo è in grado di sintetizzarli autonomamente ma devono essere necessariamente ingeriti tramite l'alimentazione. Boro Il boro partecipa alla regolazione del metabolismo di calcio, fosforo e magn

Fluoro, fosforo, iodio

Fluoro Il fluoro è un minerale contenuto in denti ed ossa, non possiede particolari proprietà se non quella di prevenire le carie dentali e l'osteoporosi. Integrazione nello sport Il fluoro non dà benefici all'atleta anche se a volte questo elemento è inserito nei complessi multivitaminici multi minerali . Fosforo Il fosforo riveste diverse funzioni nell'organ

Magnesio, manganese

Magnesio Il magnesio oltre ad essere un elettrolita e quindi importante per la regolazione dell'equilibrio elettrochimico tra ambiente extra ed intra cellulare, è anche coinvolto nei processi di mineralizzazione delle ossa, è presente come cofattore in numerosi enzimi, partecipa alla glicolisi, alla biosintesi delle proteine e degli acidi grassi ed alle funzioni cerebrali

Rame, selenio, vanadio

Rame Il rame è presente in diversi enzimi e partecipa ai processi di sintesi del collagene, della melanina, della mielina. È implicato anche nel funzionamento del sistema nervoso e ne metabolismo di glucosio, catecolammine e colesterolo. Il rame è cofattore della superossido dismutasi , un enzima con elevata attività antiossidante di protezione contro i radicali

ZMA

Lo ZMA ( zinco L-monometionina, zinco / magnesio aspartato + vitamina B6): è una fonte di zinco e di magnesio chelati associati a vitamina B6. Lo zinco ed il magnesio hanno un ruolo vitale nel ciclo metabolico legato alla forza e alla resistenza muscolare. ZMA è una formulazione brevettata di minerali contenente zinco-L-monometionina, legato con un legame

Elettroliti: cloro, potassio

Elettroliti Alcuni minerali svolgono all'interno del corpo la funzione di elettroliti, ovvero hanno la capacità di dissociarsi in ioni assumendo carica elettrica positiva (cationi) o negativa (anioni). Gli elettroliti presenti nell'organismo sono indispensabili affinché tutte le cellule possano mantenere l'equilibrio idroelettrico : quella condizione, cioè, che permett

Sodio, bicarbonato

Sodio Il sodio è l' elettrolita principale dei fluidi extracellulari , è pertanto essenziale per l'organismo per mantenere l'equilibrio osmotico e il potenziale di membrana necessario all'attività delle pompe transmembrana utilizzate dalle cellule per assorbire sostanze e a trasmettere gli impulsi elettrochimici del sistema nervoso. L'equilibrio del sodio deve essere ma

Antiossidanti

Gli antiossidanti sono sostanze chimiche che rallentano o prevengono l'ossidazione delle macromolecole biologiche . L'ossidazione è una reazione chimica che trasferisce elettroni da una sostanza ad un'altra. Queste reazioni di ossidazione se prodotte da radicali liberi diventano responsabili dell'avvio di una catena di eventi che danneggiano le cellule; gli antiossidanti

Açai, acido lipoico

Açai L'açai è un frutto originario del Brasile. Secondo le ricerche scientifiche l'açai contiene un vero proprio concentrato di sostanze antiossidanti , in grado di contrastare gli effetti negativi dei radicali liberi e regalare al fisico un pieno di energia e di vitalità. L'açai è uni dei frutti più ricchi di flavonoidi , in particolare di antociani, oltre ad acidi gra

Acido R-lipoico, antociani, beta-alanina, bioflavonoidi

Acido R-lipoico L'acido R-lipoico è la forma attiva dell'acido lipoico. Questa molecola presenta un centro chirale ossia un punto dal quale si possono costituire due molecole della stessa sostanza con forma speculare (enantiomeri). I centri chirali sono molto comuni in natura e generalmente nelle molecole con attività biologica solo uno dei due enantiomeri ha attività. Que

Carotenoidi, coenzima Q10

Carotenoidi I carotenoidi sono una classe di pigmenti organici che possono essere rinvenuti nelle piante o in altri organismi fotosintetici , come le alghe ed alcune specie di batteri. Sono pigmenti accessori che nella fotosintesi consentono di assorbire lunghezze d'onda differenti rispetto alla clorofilla e che proteggono quest'ultima dalla foto ossidazione. Frutta

Esperidina, glutatione, licopene, n-acetilcisteina

Esperidina L'esperidina è un bioflavonoide presente negli agrumi. La buccia e le membrane di questi frutti hanno le più alte concentrazioni di questa sostanza. L'esperidina, è usata per il trattamento di insufficienza venosa e per ridurre la permeabilità e la fragilità capillare. Come tutti i bioflavonoidi è un importante antiossidante . Secondo alcuni studi, l'esperid

Picnogenolo, Polifenoli, Resveratrolo

Picnogenoli I picnogenoli sono oligomeri di proantocianidine . Le proantocianidine oligomeriche costituiscono una famiglia di polifenoli naturali appartenenti alla classe dei bioflavonoidi, ritrovati in diversi frutti e piante, presenti in concentrazioni particolarmente elevate nei semi di uva rossa e nella corteccia di pino marittimo. Queste sostanze sono antiossid

Thè verde, complessi antiossidanti

Thè verde Il thè verde (epigallocatechine, nome scientifico Camelia Sinensis) è una varietà di the particolarmente ricco di elementi benefici per la salute, infatti i polifenoli contenuti in questa pianta sono sostanze con un effetto antiossidante, epatoprotettivo, antitumorale e drenante . L'effetto antiossidante è dato da una particolare famiglia di polifenoli ch

Integratori per le articolazioni, acido ialuronico

Le articolazioni sono dispositivi giunzionali tra capi ossei, interconnessi tramite i tessuti connettivi. Grazie alla loro presenza due o più ossa possono spostare la loro posizione reciproca e generare i movimenti del corpo. L'apparato locomotore utilizza i giunti articolari come i fulcri di leve meccaniche per sviluppare forza e generare movimenti. I tessuti connettivi ch

Cartilagine di squalo, collagene idrolizzato, condroitina

Cartilagine di squalo La cartilagine di squalo è un composto formato da mucopolisaccaridi: sono molecole formate da una componente proteica ed una parte glucosidica e per questo sono chiamati anche proteoglicani. Inoltre la cartilagine di squalo contiene calcio e  fosforo organici. Queste sostanze vengono utilizzate dal corpo per sintetizzare la matrice extracellulare del t

Glucosamina, MSM, vitamina C

Glucosamina La glucosamina è una sostanza prodotta dall'organismo nei tessuti connettivi . Essa è generata dal legami di una ammina al glucosio. Questa sostanza serve per formare la matrice extracellulare dei tessuti connettivi. I tessuti connettivi costituiscono i tendini, i legamenti, le cartilagini, sostanzialmente i tessuti articolari. Questi tessuti sono formati da c

Integrazione alimentare nello sport per il celiaco

Secondo il Ministero della Salute l'integrazione dietetica "serve a ottimizzare gli apporti nutrizionali, fornire sostanze di interesse nutrizionale ad effetto protettivo o trofico e migliorare il metabolismo e le funzioni fisiologiche del organismo ". Un'integrazione non può mai risolvere i problemi di una dieta sbilanciata. Pertanto dovrà sempre associarsi ad una dieta sana e

Birra: bevanda ricreativa o integratore?

In un giorno qualsiasi di seimila anni fa, in una capanna di paglia e fango viveva una coppia di sposi con la suocera, qualche figlio e un cagnolino. Durante uno dei rari giorni di pioggia, nella fretta per ripararsi, la famiglia dimenticò un pezzo di pane nella ciotola del cane. Quel cibo fu inzuppato dal violento scroscio d'acqua ed alcuni microrganismi presenti nell'aria, fini