Cartilagine di squalo, collagene idrolizzato, condroitina
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Cartilagine di squalo, collagene idrolizzato, condroitina

La cartilagine di squalo (composto formato da mucopolisaccari) viene utilizzata nonostante siano più efficaci prodotti a base di glucosamina, condroitina e MSM. Analisi di collagene idrolizzato e condroitina.

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Cartilagine di squalo, collagene idrolizzato, condroitina

Cartilagine di squalo

La cartilagine di squalo è un composto formato da mucopolisaccaridi: sono molecole formate da una componente proteica ed una parte glucosidica e per questo sono chiamati anche proteoglicani. Inoltre la cartilagine di squalo contiene calcio e  fosforo organici. Queste sostanze vengono utilizzate dal corpo per sintetizzare la matrice extracellulare del tessuto connettivo articolare e pertanto favoriscono la guarigione da patologie ed infiammazioni articolari.

Attualmente la cartilagine di squalo viene studiata per avere presunte attività contro l'angiogenesi tumorale, in realtà queste ricerche hanno dato risultati molto deludenti ed ad oggi questa presunta proprietà di questa sostanza è da considerare una bufala.

Ammesso che vi siano sostanze antitumorali, antinfiammatorie e antiossidanti nella cartilagine di squalo, queste possono essere tranquillamente ed efficacemente sostituite con altre più eco-sostenibili.

In questi anni di sfruttamento economico della cartilagine di squalo si è assistito ad una vera e propria inutile devastazione delle popolazioni mondiali di questo magnifico animale.

Integrazione nello sport

La cartilagine di squalo viene usata dagli atleti per alleviare i fastidi e le infiammazioni articolari tipici degli sportivi. Tendiniti, talloniti, infiammazioni a ginocchia e menischi sono i principali disturbi per i quali viene utilizzata questa sostanza.

In realtà per questo tipo di infortuni si sono dimostrati più efficaci prodotti a base di glucosamina, condroitina e MSM, pertanto l'uso della cartilagine di squalo risulta una scelta di scarso valore ed inoltre eticamente scorretta, dato che per ottenere questa sostanza si rischia la sopravivenza della specie marina in questione.

Collagene idrolizzato

Il collagene è la proteina maggiormente espressa nei tessuti cartilaginei, tendinei ed articolari. Questa proteina dono ai tessuti robustezza ed elasticità. La produzione di collagene si riduce con gli anni e questo comporta una minore resistenza dei tessuti articolari.

Il collagene idrolizzato è collagene sottoposto ad un processo di purificazione, che lo rende più facilmente assorbibile dal nostro organismo. Questa sostanza è composta da peptidi idrosolubili che rappresentano una ricca fonte di  quegli importanti amminoacidi quali glicina, prolina e idrossiprolina presenti nel collagene dei tessuti connettivi.

Il collagene idrolizzato viene usato anche nei prodotti per la pelle ed anti-aging.

Integrazione nello sport

Il collagene idrolizzato ed altre forme di collagene come quello vegetale ed il bioattivo vengono inseriti nei supplementi per la salute delle articolazioni. Alcuni studi hanno dimostrato che l'utilizzo di queste sostanze come integratori da parte degli atleti è in grado di favorire la salute delle articolazioni e di conseguenza di ridurre il rischio di infortuni e di convalescenza dagli stessi.

Dosaggio

10 / 30 gr al giorno possibilmente lontano dai pasti per migliorarne l'assorbimento.

Condroitina

Il solfato di condroitina rientra nella classe di sostanze chiamate  glicosaminoglicani (GAG). Le catene di Condroitina solfato sono polisaccaridi di lunghezza variabile contenenti due monosaccaridi alternati: Acido D-glucuronico e N-acetil-D-galattosamina.  Si trova normalmente associata a proteine, a formare i proteoglicani, macromolecole composte da proteine e GAG.

Questa sostanza va a formare la matrice extracellulare dei tessuti connettivi di cui sono fatte le articolazioni dando loro le caratteristiche di elasticità e resistenza meccanica.

Per la sua capacità di richiamare acqua, la condroitina inoltre aiuta a idratare e lubrificare le articolazioni, stimolando anche la sintesi di nuova cartilagine. Sfortunatamente il contenuto di condroitina solfato nelle cartilagini declina con l'età.

Perciò questa sostanza contribuisce a mantenere una cartilagine in salute, vitale e forte.

Questa sostanza viene utilizzata generalmente in associazione con la glucosamina nel trattamento dei disturbi osteoarticolari come le artriti. L'impiego di queste sostanze in queste terapie ha ampiamente dimostrato in numerosi studi di favorire la scomparsa del dolore, la lubrificazione dei tessuti sofferenti e la rigenerazione di nuova matrice extracellulare connettivale che migliora lo stato di salute delle articolazioni.

Integrazione nello sport

La condroitina viene utilizzata dagli atleti per recuperare da infiammazioni e infortuni articolari.

Dosaggio

600 / 1200 mg al giorno divisi in due o tre somministrazioni, da prendere a stomaco pieno.