Colina, ficina, gamma orizanolo
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Colina, ficina, gamma orizanolo

Analisi dei micronutrienti. Integrazione nello sportivo e dosaggio di colina, ficina, gamma orizanolo. Definizione e ruolo nel corpo umano.

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Colina, ficina, gamma orizanolo

Colina

La colina è considerata da molti tra gli elementi essenziali anche se può essere sintetizzata dalla metionina o dalla serina.

Essa è un ammina quaternaria ed è importante per l'organismo in quanto precursore di neurotrasmetitori (acetilcolina), componente delle membrane cellulari quindi responsabile dell'integrità delle cellule e fondamentale per il metabolismo del grasso.

La colina ha attività lipotropa ovvero è in grado di favorire il metabolismo dei grassi e di impedirne l'accumulo nel fegato e viene utilizzata nelle terapie dell'ipercolesterolemia e delle steatosi epatiche.

Recenti studi mostrano che una dieta povera di colina porta a sintomi di disfunzione epatica, per questo attualmente viene considerata essenziale come le vitamine.

Dalla colina il corpo produce la betaina che come visto precedentemente è un importante sostanza donatrice di gruppi metilici implicata nel metabolismo di diverse sostanze ed in particolare dell'omocisteina.

L'importanza di questa sostanza è anche legata a sue implicazioni in patologie neurodegenerative come l'Alzheimer.

Riassumendo la colina ed i suoi derivati svolgono diverse funzioni nell'organismo:

  • sono responsabili dell'integrità strutturale della membrana cellulare
  • intervengono nella produzione di neurotrasmettitori (trasmissione colinergica)
  • sono una sorgente di gruppi metile responsabili del metabolismo dell'omocisteina e di altre sostanze
  • possiedono attività lipotropa e favoriscono il dimagrimento e la salute del fegato

Integrazione nello sport

La colina è contenuta in molti alimenti pertanto è difficile arrivare ad uno stato di carenza, tuttavia viene inserita negli integratori multivitaminici per favorire il benessere generale ed in diversi complessi dimagranti.

L'importanza di questa sostanza per gli sportivi è principalmente correlata alla capacità di generare acetilcolina, neurotrasmettitore responsabile anche della trasmissione degli impulsi neuromuscolari necessari alla contrazione muscolare. Diversi studi hanno evidenziato come durante prove di endurance la concentrazione ematica di colina diminuisca significativamente, questo è correlato con la deplezione delle riserve di acetilcolina, evento che riduce la prestazione atletica. La supplementazione di colina è in grado di evitarne la riduzione ematica, favorendo così il mantenimento delle capacità di contrazione muscolare e migliorando così le prove di endurance. Questo effetto pare però strettamente correlato a prove di durata prolungata (oltre i 90 minuti) in quanto in prestazioni di durata più breve non si presenta la deplezione di colina plasmatica, quindi risulta utile a ciclisti, maratoneti alpinisti ed altri atleti di discipline sportive con competizioni lunghe.

Riguardo i possibili benefici in termini dimagranti non vi sono particolari studi in grado di avvalorare tale ipotesi però la colina viene comunque inserita anche nei protocolli di supplementi con questo scopo.

Dosaggio

200 / 2000 mg al giorno suddivisi in diverse somministrazioni da prendere durante i pasti.

Ficina

La ficina è un enzima proteolitico (in grado di idrolizzare e decomporre le proteine durante la digestione) presente nel lattice del fico.

Possiede un'azione digestiva simile alla bromelina contenuta nell'ananas.

Viene utilizzata come coadiuvante nella digestione per chi ha problemi gastrici, si dimostra inoltre gastroprotettiva ed antinfiammatoria per l'apparato digerente.

Integrazione nello sport

La ficina si può trovare a volte nei prodotti sostitutivi dei pasti tipo le polveri proteiche o i mass gainer per favorire l'assimilazione delle proteine assunte tramite questi integratori.

Questa sostanza non presenta particolari benefici in campo sportivo se non quello appunto di migliorare la digestione.

Gamma orizanolo

Il gamma orizanolo è una sostanza contenuta nella crusca del riso, secondo alcuni studi questa sostanza presenta diversi effetti metabolici:

  • ha azioni antiossidanti
  • innalzare i livelli di testosterone
  • promuove il rilascio di ormone della crescita
  • aumenta la produzione di endorfine
  • aiuta nella menopausa (interagendo con il rilascio di LH)
  • previene l'insorgenza di alcuni tumori
  • ha azione lipotropa, abbassa il colesterolo cattivo (LDL) e ha una generale azione ipolipidemizzante (diminuzione dei grassi nel sangue)

All'interno dell'organismo il gamma orizanolo viene convertito in acido ferulico che è la sostanza realmente bioattiva, quest'ultima viene poco  usata come supplemento in quanto molto più costosa da ottenere.

Attualmente questa sostanza viene studiata ed utilizzata nel trattamento della menopausa e delle ipercolesterolemie.

Integrazione nello sport

il gamma orizanolo era famoso negli anni 80 come sostanza naturale in grado di aumentare forza e massa muscolare. Gli studi condotti per dimostrare queste proprietà sono stati sino ad ora contradditori, nel senso che parte di essi ha dato risultati positivi, mentre l'altra parte non ha ottenuto risultati soddisfacenti.

Nonostante questa mancanza di risultati definitivi il gamma orizanolo viene utilizzato dagli atleti di body building per ottenere fisici più muscolosi e favorire il recupero dagli allenamenti intensi.

Dosaggio

300 / 600 mg al giorno da prendere durante un pasto.