Creatina orotato, creatina piruvato
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Creatina orotato, creatina piruvato

Integrazione nello sport e dosaggio della creatina orotato (unione di creatina ed acido orotico), piruvato (salificazione della creatina con lo ione piruvato).

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Creatina orotato, creatina piruvato

Creatina orotato

La creatina orotato si forma dalla unione di creatina ed acido orotico.

L'acido orotico è un intermedio della biosintesi delle pirimidine necessarie alla formazione degli acidi nucleici. Per questa funzione è stato considerato per anni una vitamina (la B13) di cui però si è scoperto poi la non essenzialità e pertanto gli è stato tolto il titolo di vitamina.

Gli orotati sono sali dell'acido orotico. Sono estremamente efficaci come vettori dei minerali in quanto l'acido orotico forma con essi dei legami molto forti (orotato) che, non essendo attaccati dal sistema digestivo, riescono a trasportare i minerali nelle parti del corpo ove sono richiesti, aumentanodone l'assorbimento.

Anche la creatina viene salificata con l'acido orotico quindi vengono ionizzate ed unite con un legame tra i due ioni.

L'acido orotico è in grado di innalzare e mantenere alti i livelli di ATP all'interno della cellula muscolare, ma non solo, sembra in grado di aumentare la capacita della cellula di captare il glucosio (aumentando così le riserve di glicogeno disponibile) e di aumentare la formazione di carnosina e ribosio nel muscolo. Aumentare le riserve di carnosina si traduce nel ritardare l'affaticamento muscolare dovuto all'accumulo di acido lattico, mentre il ribosio permette di produrre maggiori quantità di ATP

L'acido orotico è attualmente studiato per un suo possibile impiego nelle cardiomiopatie, nelle patologie coronariche e nelle patologie cardiache in genere, in quanto sembra aumentare l'energia del muscolo cardiaco. Questo composto viene proposto come una creatina a maggiore durata d'azione per effetto dell'attività sinergica tra le 2 sostanze associate.

Integrazione nello sport

La creatina orotato si propone come supplemento a maggior durata d'azione per effetto dell'attività sinergica delle due sostanze. In uno studio l'acido orotico ha dimostrato di ridurre i livelli ematici di cortisolo, di acido lattico e di creatina chinasi in seguito ad esercizio prolungato. Questi dati suggerirebbero che questa sostanza potrebbe migliorare le capacità del corpo di produrre energia, di rispondere alla fatica fisica e di recuperare dopo uno sforzo. In teoria l'acido orotico che permette un maggior assorbimento di glucosio e un incremento di sintesi di ribosio e carnosina dovrebbe garantire un maggior effetto ergogeno rispetto alla sola creatina. Il condizionale è d'obbligo perché non esistono ulteriori studi in grado di riconfermare quanto detto. Tuttavia gli atleti che hanno utilizzato questo prodotto riferiscono di avvertire maggiori benefici in termini di forza rispetto all'utilizzo della monoidrato. Per una valutazione più accurata di questo supplemento occorrono studi scientifici specifici.

Dosaggio

5 gr al giorno senza fase di carico secondo le indicazioni dei produttori, tuttavia non ci sono ricerche indipendenti a conferma di questi dati.

Creatina piruvato

La creatina piruvato è formata dalla salificazione della creatina con lo ione piruvato derivante dall'acido piruvico. L'acido piruvico è un metabolita della glicolisi. È una sostanza contenuta anche in alcuni frutti come la mela.

All'interno della cellula il piruvato è il prodotto finale della glicolisi, è anche uno dei possibili composti di partenza per la gluconeogenesi, ovvero il processo che porta alla formazione di molecole di glucosio da parte del fegato in caso di necessità. Nel complesso, quindi, è un elemento intermedio sia dell'anabolismo che del catabolismo dei carboidrati.

In condizioni di aerobiosi il piruvato prodotto dalla glicolisi viene trasferito nel mitocondrio dove verrà utilizzato nel ciclo di krebs per produrre ulteriore energia. Attualmente gli integratori a base di piruvato sono in commercio come prodotti coadiuvanti il dimagrimento, ma gli studi in materia sono molto contradditori in quanto  risultati su possibili variazioni della composizione corporea in seguito all'utilizzo di questa sostanza sono stati ottenuti solo in una parte delle varie ricerche condotte su questa materia e con dosaggi decisamente elevati. Sembra che il piruvato sia efficace nel favorire il dimagrimento solo in caso di persone sedentarie e non abituate all'attività sportiva, invece nei soggetti che fanno sport non sono stati riscontrati particolari benefici dalla sua supplementazione, questo probabilmente perché queste persone hanno già sviluppato i meccanismi biochimici che ottimizzano l'uso del piruvato prodotto dal metabolismo del glucosio.

Il piruvato inoltre migliora il trasporto del glucosio nel muscolo e ciò permette di ridurre il senso di fatica. L'associazione del piruvato con la creatina dovrebbe  migliorare significativamente l'effetto delle due sostanze prese singolarmente anche se non è ancora chiaro come e se sia effettivamente così non essendoci ancira sufficienti studi in materia.

Integrazione nello sport

La creatina piruvata viene proposta come alternativa alla monoidrato con maggiori effetti ergogeni ottenibili dalla sinergia tra creatina e piruvato. Le due sostanze prese singolarmente mostrano entrambe benefici in termini ergogeni in grado di migliorare la performance atletica, tuttavia essendo pochissimi gli studi sulla formulazione creatina piruvato non è possibile attualmente stabilire se questo complesso sia più efficace delle singole sostanze. Inoltre non è possibile fare paragoni diretti con la monoidrato per la stessa ragione. In uno studio comparativo con la citrato la creatina piruvato mostra essere in grado di aumentare oltre alla forza in misura uguale alla citrato, anche il consumo di ossigeno, che non avviene con la citrato, ciò lascia pensare che possa migliorare anche le performance di tipo aerobico. Questa capacità della piruvato la rende sicuramente più utile per atleti come ciclisti che devono migliorare principalmente le capacità aerobiche ma che possono beneficiare delle proprietà della creatina in caso di scatti o salite impegnative.

Dosaggio

Il dosaggio consigliato dai produttori è di 2 grammi.