Glucuronolattone, inulina
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Glucuronolattone, inulina

Glucuronolattone (carboidrato prodotto dal metabolismo del glucosio nel fegato) e inulina (polimero glucidico con peso molecolare minore dell'amido). Integrazione e dosaggio.

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Glucuronolattone, inulina

Glucuronolattone

Il glucuronolattone (detto anche acido lattone glucuronico) è un carboidrato prodotto dal metabolismo del glucosio nel fegato. È un'importante componente strutturale dei tessuti connettivi

È presente nelle bevande energetiche comunemente conosciute come "energy drinks". Il glucuronolattone è presente per la sua presunta capacità di combattere la fatica e fornire un senso di benessere e concentrazione.

Questa sostanza sembra implicata nei processi di detossificazione epatici e viene utilizzato dal fegato proprio per favorire l'eliminazione di particolari sostanze tossiche che attraverso la glucoronazione vengono secrete con la bile.

Integrazione nello sport

Il glucoronolattone viene utilizzato in campo sportivo per la sua presunta azione psicostimolante che dovrebbe favorire l'attenzione e le capacità cognitive utili durante le prestazioni atletiche. Questa sostanza viene presa prima di una competizione generalmente in associazione con stimolanti come la caffeina oppure tramite gli energy drink. Di fatto nulla è dimostrato con certezza pertanto i possibili benefici sulle performance ottenibili dall'impiego del glucoronolattone sono ancora in discussione e per molti esperti sembrano soltanto montature pubblicitarie.

Dosaggio

500 / 1000 mg prima dell'attività sportiva.

Inulina

L'inulina è un polimero glucidico con peso molecolare minore dell'amido. È considerata una fibra solubile.

Questa sostanza aumenta l'assorbimento di calcio, ferro e magnesio e favorisce lo sviluppo dei batteri utili nell'intestino (azione prebiotica).

I risultati degli studi nell'animale e nell'uomo indicano che l'inulina sia in grado di ridurre i livelli ematici di colesterolo e di trigliceridi. Recenti ricerche indicano che l'inulina incrementa i livelli di acido butirrico nell'intestino crasso, ed è noto che questa sostanza ha azione protettiva contro le malattie infiammatorie e tumorali del colon.

L'inulina, è inserita abitualmente negli integratori per migliorare la digestione.

Integrazione nello sport

L'inulina viene inserita nei supplementi utilizzati come pasti sostitutivi o nei cosiddetti mass gainer (prodotti utilizzati dai body builder per aumentare di peso), per rallentare l'assorbimento delle sostanze contenute in essi e per favorirne la digestione ed il transito intestinale.

Questa sostanza non apporta particolari benefici agli atleti in termini di performance.

Dosaggio

2 / 3 gr al giorno per ogni pasto.