Integratori alimentari di vitamine e sali minerali
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Integratori alimentari di vitamine e sali minerali

Gli integratori alimentari, generarlità sulle caratteristiche, approfondimento su integratori di vitamine e sali minerali

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Integratori alimentari di vitamine e sali minerali

Il mondo degli integratori è tra le realtà a più rapida crescita, ragione per la quale diviene quasi umanamente impossibile elencare tutte le tipologie di integratori presenti sul mercato.
Tuttavia la cosa non costituisce assolutamente un limite poiché, nella maggior parte dei casi, tali integratori, non espletano alcun reale beneficio, ancor meno rispetto ai comuni desideri. In altri termini, il più delle volte, ci troviamo dinnanzi a pure trovate pubblicitarie.
Per tale ragione, nel descrivere le peculiarità degli integratori, ci siamo soffermati solo su quelli di comprovata efficacia e che, se assunti nelle giuste dosi, e con il giusto impegno sportivo, possono realmente portare a qualche risultato. Di nessuno degli integratori, un iperdosaggio, è sinonimo di miglior risultato o di risultati in tempi più brevi. Con iperdosaggi, nella maggior parte dei casi è possibile solo andare incontro a spiacevoli effetti collaterali.
Un'altra utile premessa è sulla natura stessa degli integratori che, altro non sono, che i normali nutrienti presenti nei comuni alimenti "estratti" industrialmente al fine di fornire un prodotto privo di "scarti" (intesi anche come nutrienti accessori) e quindi consentendone una facile assunzione anche in situazioni "atipiche". Quindi non esiste nessun integratore in grado di fornire "elementi" che i normali alimenti non siano in grado di fornire.
Resta inteso che la praticità di una barretta proteica è di gran lunga superiore ad una bistecca ai ferri. Soprattutto se intendiamo integrare il fabbisogno nutrizionale proteico in momenti della giornata in cui si è lontani da casa o al lavoro.
L'uso di integratori non dovrebbe prescindere dalla consultazione del proprio medico curante o di uno specialista. Le indicazioni fornite di seguito sono infatti da intendersi come linee guida generali e non certo come valori con significato prescrittivo o inneggianti al "fai da te".

Integratori Vitaminici e di Sali Minerali

Vitamine e sali minerali sono essenziali per il funzionamento organico, rappresentando spesso parte di coenzimi o essendo implicati in vitali processi metabolici. Entrambi debbono essere assunti con un'alimentazione varia e ricca di alimenti di origine vegetale.
Negli sportivi la sudorazione e gli accelerati meccanismi anabolici richiedono spesso un'integrazione con multivitaminici e sali minerali. Alcune vitamine ed alcuni minerali svolgono tra l'altro l'importante azione anti radicali liberi, la cui "produzione" è fisiologicamente maggiore nelle persone con una vita attiva.
Anche qui l'industria degli integratori non ha lesinato in fantasia, sfornando spesso prodotti la cui concentrazione di micronutrienti è ben oltre le reali necessità di integrazione da parte degli sportivi.
Tra le vitamine, come accennato a proposito dell'integrazione proteica, sono particolarmente importanti per gli atleti quelle implicate nei processi di sintesi proteica e quindi piridossina, acido folico e cianocobalamina (B6, B9, B12).
Anche la vitamina C è particolarmente utile nei soggetti sportivi, espletando sia le funzioni di antiossidante, agevolando l'assimilazione del ferro utile per la sintesi di emoglobina, rafforzando le difese immunitarie e promuovendo la sintesi del collagene.
Sodio, potassio, cloro e magnesio sono i sali minerali maggiormente utili agli sportivi. Non fosse altro che, a seguito della sudorazione, si verifica una cospicua eliminazione di questi 4 minerali.

Pur essendo incontrovertibili le utilità dei micronutrienti elencati, è veramente difficoltoso fare una stima del fabbisogno giornaliero di ciascuno di essi, in quanto fortemente influenzato dallo stato di forma e dall'intensità dello stimolo allenante che ciascun atleta esercita. La regola di base è che, per sportivi non agonisti, la normale alimentazione, se ricca di frutta e verdura, è in grado di sopperire alle aumentate richieste dell'organismo. In caso di agonisti o di deficit fisiologici, le quantità da somministrare dovrebbero essere valutare in maniera individuale. Al di la delle mode introdotte negli ambienti sportivi, nella maggior parte dei casi, la sola acqua è l'unico elemento di fondamentale introduzione durante la pratica sportiva, per evitare fenomeni di disidratazione. Altre bevande, a contenuto salino, rappresentano una inutile aggiunta. Ai fini della prestazione l'integrazione di minerali, dagli studi ad oggi compiuti, non migliorano la prestazione se non in presenza di reali deficit che compromettono l'esito della prova sportiva(1).