La vitamina D (Calciferolo)

La vitamina D, caratteristiche, fabbisogno giornalierlo, sintomi da eccesso e carenza di vitamina D.

La vitamina D (Calciferolo)

La vitamina D può essere introdotta con l'alimentazione o sintetizzata dall'organismo sotto l'effetto dei raggi ultravioletti. La forma endogena è sufficiente a coprire il fabbisogno dell'adulto.
Svolge il suo compito ottimizzando il metabolismo del calcio e del fosforo, e regolando la formazione ossea.

Carenza di vitamina D

Una carenza può manifestarsi con rachitismo, osteomalacia, debolezza, convulsioni.

Eccesso di vitamina D

Un eccesso può essere associato ad anoressia e nausea, vomito, irritabilità, danni renali, stanchezza, poliuria, palpitazioni, calcificazione tissutale.

Fonti di vitamina D

È riccamente presente nel latte e derivati, nei pesci grassi, nell'olio di fegato di merluzzo, nel tuorlo, nelle frattaglie.

Fabbisogno di vitamina D


Il fabbisogno giornaliero è variabile nelle diverse fasi dell'accrescimento e nelle donne in gravidanza. Per individui adulti, di ambo i sessi, si attesta intorno ai 10 mcg al giorno, tenuto conto che anche la sola produzione endogena potrebbe essere sufficiente.

Ultimo aggiornamento dell'articolo: