Vitamina E (tocoferolo)
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Vitamina E (tocoferolo)

La vitamina E, caratteristiche, fabbisogno giornalierlo, sintomi da eccesso e carenza di vitamina E.

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Vitamina E (tocoferolo)

La vitamina E (tocoferolo) è facilmente aggredita dagli acidi e dagli alcali, dal calore e da alcune terapie farmacologiche.
Svolge una marcata azione antiossidante, che in definitiva è la sua se non esclusiva, certamente priooritaria funzione nell'organismo.
È implicata anche nella sintesi dell'emoglobina.

Fonti di vitamina E

Le fonti principali sono rappresentate dall'olio di germe di grano, di arachidi, di mais, di oliva, dai frutti oleosi. Data la sua sensibilità al calore, l'olio extra vergine d'oliva crudo, rappresenta uno dei migliori prodotti per l'assunzione di vitamina E.

Carenza di vitamina E

La carenza di vitamina E, per quanto infrequente, determina affaticamento muscolare, problemi a carico della retina e del sistema nervoso, anemia.

Eccesso di vitamina E

Un suo eccesso, altrettanto infrequente, porta a problemi intestinali.

Fabbisogno di vitamina E

Il fabbisogno di vitamina E è influenzato dall'assunzione di acidi grassi polinsaturi con la dieta. Mediamente è valutabile intorno agli 8 mg al giorno, 7 mg nei bambini.
In soggetti sportivi il fabbisogno è normalmente superiore data l'aumentata necessità di assumere antiossidanti, ma anche perché il tocoferolo contrasta l'emolisi impedendo l'indebolirsi degli eritrociti.