Allenamento calistenico: organizzazione del lavoro e scelta dell'ambiente
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Allenamento calistenico: organizzazione del lavoro e scelta dell'ambiente

L'allenamento calistenico può essere praticato ovunque, anche all'aperto. L'abbigliamento più opportuno è quello comunemente adottato per l'attività fisica. L'allenamento deve avvenire dopo adeguato controllo medico

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Allenamento calistenico: organizzazione del lavoro e scelta dell'ambiente

Come chiarito sin qui, l'allenamento calistenico si basa essenzialmente sull'impiego di esercizi a corpo libero, o eventualmente con l'ausilio di piccoli attrezzi e strutture che hanno il solo scopo di fornire basi o punti d'appoggio, o rappresentare appigli per l'esecuzione dei gesti. L'intensità del lavoro, per meglio dire il carico e la resistenza, possono essere facilmente modulati al fine di incrementare o diminuire la difficoltà di ciascun esercizio variando la posizione del corpo, la velocità esecutiva dei gesti, il numero delle serie e delle ripetizioni, il tempo di recupero. Esistono esercizi per ogni parte del corpo, molti dei quali di seguito descritti, ma numerosi altri facilmente realizzabili con piccole o grandi variazioni e integrazioni. Il punto di forza del lavoro calistenico è nel tipo di stimolazione muscolare che provoca, caratterizzata dalla forte sollecitazione dei muscoli stabilizzatori, a tutto vantaggio dei miglioramenti fisici ed estetici.

L'allenamento calistenico può essere svolto praticamente ovunque, proprio perchè non richiede la presenza di attrezzi particolari. Allo stesso modo può essere proposto e svolto come attività individuale o come lavoro con gruppi più o meno numerosi di persone, potendo ovviamente prevedere la presenza di un'idonea base musicale che possa fornire sia uno stimolo per il lavoro che rappresentare un mezzo per tenere il giusto rimo esecutivo. Meglio ancora predisporre delle apposite playlist che consentano di sostenere le varie parti del lavoro, dal riscaldamento iniziale al lavoro vero e proprio per poi passare alla fase conclusiva di defaticamento.

L'allenamento calistenico può essere realizzato all'aperto se le condizioni climatiche lo permettono, ma anche al chiuso di una palestra, del proprio appartamento, o di qualsiasi altro luogo in cui si renda necessario e opportuno allenarsi. Resta inteso l'importanza di scegliere ambienti adeguatamente arieggiati e ossigenati, che tengano conto anche del numero di persone che contemporaneamente si cimentano nell'allenamento.

Sarà opportuno dotarsi di un abbigliamento adatto allo scopo e al luogo prescelto per il lavoro. Indispensabile anche un materassino in spugna o lattice, di quelli comunemente in uso nella pratica dello yoga, che possa rappresentare una superficie adatta per gli esercizi che vengono svolti a terra. Non è da escludere anche un paio di guantini che rendono le prese più forti e sicure.

Per quanto possa apparire ovvio e scontato, prima di cominciare con l'allenamento è doveroso sottoporsi ad un controllo medico preliminare che accerti l'opportunità di avviare un'attività fisica. Altrettanto importante, per chi è neofita o proviene da periodi di lunga inattività, che il lavoro venga sempre svolto sotto la supervisione di personale tecnico abilitato e adeguatamente formato.

In caso di malessere, forte affaticamento o stanchezza insolita è opportuno sospendere subito il lavoro, valutando se è il caso di rivolgersi al proprio medico. Non trascurare mai la corretta idratazione nel corso del workout, la sola acqua è più che sufficiente (salvo condizioni eccezionali), ed è opportuno sorseggiare di tanto in tanto nel corso dell'allenamento, ed in qualsiasi istante in cui insorga il senso della sete.

Come per qualsiasi altra attività che determini un impegno fisico importante è fondamentale che avvenga distante dai pasti principali, in modo da evitare interferenze con il processo digestivo.