Muoversi, sollevare, tirare e spingere
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Muoversi, sollevare, tirare e spingere

Autore:
Ultimo aggiornamento:


Muoversi, sollevare, tirare e spingere

Esistono quattro categorie di movimento che il corpo può eseguire e l'allenamento funzionale deve svilupparle tutte per essere completo.

Queste categorie sono:

  • il movimento del corpo nello spazio propriamente detto, ossia quando si sposta fisicamente la persona per esempio correndo o salendo le scale
  • il sollevamento di un peso, nel caso si prenda un peso e lo si sposti verso l'alto
  • la trazione, quando si afferra un oggetto e lo si avvicina al corpo
  • la spinta quando si allontana un oggetto dal corpo

Qualunque esercizio possiamo prendere rientra sicuramente in una di queste categorie. In alcuni casi non è così semplice classificare un movimento, essendo magari molto strutturato può rientrare in parte in diverse categorie contemporaneamente. Queste quattro categorie di movimenti si possono inoltre eseguire simultaneamente o in sequenza nell'esecuzione di esercizi maggiormente articolati.

Una preparazione fisica globale deve garantire il miglioramento delle capacità dell'individuo di eseguire tutta la gamma dei movimenti possibili allenando ciascuna delle suddette categorie.

Il ROM (range of movement)

Il ROM rappresenta il grado di escursione che si utilizza nell'esecuzione di un esercizio. Le articolazioni sono i giunti tra due capi ossei che quando si muovono nell'esecuzione di un esercizio disegnano un certo angolo che è definito appunto range of movement (arco del movimento).

L'allenamento funzionale si attua eseguendo le escursioni massime di movimento, in quanto per condizionare globalmente il corpo è importante allenarlo con movimenti ampi in modo che sia allenato su tutti i possibili angoli di lavoro.

Varietà di stimoli

Per condizionare globalmente il corpo è necessario utilizzare una grande varietà di stimoli diversi. Il corpo risponde ad uno stimolo riadattandosi in modo che se si ripresenterà nuovamente lo stesso stimolo sarà in grado di rispondere ad esso in modo migliore. Di conseguenza per creare miglioramenti su tutti gli aspetti fisici è necessario sottoporre il corpo a numerosi stimoli.

Fermo restando che esistono degli esercizi considerati basilari, che verranno approfonditi in seguito, indispensabili per ottenere un miglioramento globale del corpo, esistono numerosi altri esercizi specifici utilizzati per diversificare l'allenamento ed eventualmente adattarlo a particolari esigenze.

Un'altra caratteristica che contraddistingue l'allenamento funzionale è infatti la possibilità di utilizzare molteplici varianti in ogni allenamento per preparare l'atleta a poter fronteggiare qualunque tipo di situazione.

La varietà degli stimoli si realizza in diversi modi:

  • esercizi proposti
  • attrezzi da utilizzare
  • variazioni nelle tecniche di esecuzione
  • carico negli esercizi
  • ripetizioni o tempi di lavoro
  • numero di serie
  • tempi di recupero tra le serie
  • ordine degli esercizi
  • possibili combinazioni degli esercizi

Tutti questi fattori contribuiscono a rendere vario e funzionale l'allenamento.