Metabolismo basale
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Metabolismo basale

Il metabolismo basale è il dispendio energetico di un organismo a riposo. Il maetabolismo basale è influenzato da diversi fattori

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Metabolismo basale

Il metabolismo basale è il dispendio energetico di un organismo a riposo, e comprende l'energia necessaria per le funzioni metaboliche vitali (respirazione, circolazione sanguigna, digestione, attività del sistema nervoso, ecc..) ovvero tutto ciò che è stato visto nel precedente capitolo. Il concetto di metabolismo basale è strettamente legato alla scienza della nutrizione in quanto esso viene preso in considerazione in tale materia scientifica per valutare l'effettivo fabbisogno calorico di un individuo.

Il metabolismo basale rappresenta, da un punto di vista prettamente tecnico, la quantità di energia impiegata in condizioni di neutralità termica, dal soggetto sveglio, ma in uno stato di totale rilassamento fisico e psichico, a digiuno da almeno 12 ore. Sostanzialmente questo valore considera i processi metabolici, escludendo da essi tutte le attività non vegetative svolte dall'individuo.

In altre parole, il metabolismo basale è il minimo dispendio energetico necessario a mantenere le funzioni vitali e lostato di veglia. Il metabolismo basale, responsabile di circa il 70% della spesa energetica quotidiana.

Il metabolismo basale è dato in proporzioni diverse dai diversi organi del corpo come mostra la tabella sottostante.

Organo % Metabolismo basale
Fegato 27
Cervello 19
Cuore 7
Reni 10
Muscoli scheletrici 18
Tessuti rimanenti 19
TOT 100
Dati da Passmore R.

Diversi fattori influenzano il metabolismo basale:

Innalzamento della temperatura corporea

L'aumento di un solo grado incrementa il metabolismo basale del 13%

Stato nutrizionale e tipo di dieta.

A seconda del rapporto tra macro e micro nutrienti abbiamo effetti diversi su metabolismo basale, per esempio un elevato apparto proteico alza il metabolismo mentre un elevato apporto di zuccheri raffinati lo abbassa.

Massa magra dell'individuo

Il mantenimento del tessuto muscolare comporta dispendio energetico, quindi una maggiore massa muscolare determina l'innalzamento del metabolismo basale. Il muscolo è un tessuto molto più attivo metabolicamente rispetto al grasso. Ogni kg di massa muscolare guadagnato innalza il metabolismo corporeo di circa l'1,5%.

Fattori ormonali

Come è stato detto precedentemente il metabolismo è strettamente regolato dagli ormoni circolanti che controllano finemente tutti i processi metabolici organici per permettere al nostro corpo di mantenersi nella condizione di equilibrio con l'ambiente. Molti ormoni intervengono nella regolazione del metabolismo corporeo. I più attivi in questo senso sono quelli prodotti dalla tiroide.

Un'eccessiva produzione di tali ormoni (ipertiroidismo) può addirittura raddoppiare il metabolismo basale, mentre un deficit (ipotiroidismo, gozzo) può rallentarlo sensibilmente. Anche l'adrenalina, secreta dalla parte midollare del surrene in risposta a stress psicofisici importanti, innalza leggermente l'attività metabolica. L'ormone della crescita ed il testosterone, aumentando la sintesi proteica, possono elevare in maniera importante il metabolismo basale.

Gravidanza e allattamento

Il metabolismo basale aumenta soprattutto nella fase finale della gestazione).

Stati di ansietà

La liberazione di diversi neurotrasmettitori e di adrenalina determinano un innalzamento del metabolismo basale, in questo caso parliamo di un effetto dettato da uno stato psicologico alterato e non naturale però è importante sottolineare come le persone possono avere risposte nervose differenti agli stessi stati di stress.

Utilizzo di farmaci

I sedativi, per esempio, diminuiscono il metabolismo basale, mentre le amfetamine e gli stimolanti lo aumentano.

Malnutrizione

In condizioni di digiuno il metabolismo rallenta anche del 20%.

Attività fisica

Il tasso metabolico può restare più o meno elevato anche al termine dell'impegno fisico a seconda del tipo di attività svolta (verrà chiarito in seguito).

Clima

Il metabolismo basale è influenzato anche dalla temperatura esterna, in quanto essa determina la produzione di enzimi diversi per adattare l'organismo ad essa; l'estate è il momento migliore per dimagrire poiché, quando la colonnina di mercurio supera i 30°C, il metabolismo aumenta leggermente. Anche temperature troppo rigide sortiscono il medesimo effetto, però il corpo col freddo è portato a trattenere grasso come isolante e pertanto il corpo promuove il senso di appetito per aumentarne le scorte; inoltre gli sbalzi di temperatura attivano il metabolismo (cambia l'ambiente esterno ed il corpo si deve adattare).

Dimensioni corporee

Il metabolismo basale, come detto precedentemente, aumenta all'aumentare della superficie corporea. Per questo motivo persone alte e magre hanno un metabolismo più veloce rispetto ad individui di uguale peso ma di statura inferiore.

Età

Il metabolismo è massimo nell'infanzia, permane elevato sino alla prima età adulta ed inizia a diminuire dopo i 30 anni. Tra i 60 ed i 90 anni cala di circa l'8% per decade.

Fattori genetici

Bisogna comunque, ammetterlo, certe persone nascono con un metabolismo lento, altre con un metabolismo più veloce. I motivi sono molteplici e sono principalmente legati a fattori genetici ma non solo. I geni sono determinanti su tutti gli aspetti dell'organismo quindi anche sul metabolismo. Ogni cambiamento all'interno di ogni cellula è determinato dall'attivazione o disattivazione di determinati geni. Ogni differenza tra un essere e gli altri è determinato a livello genetico. Non è possibile cambiare il patrimonio genetico che madre natura ci ha donato, però è possibile interagire con esso.

Sesso

Grazie ad una maggiore massa muscolare, ed alla maggior produzione di testosterone, nell'uomo il metabolismo basale è più elevato, di circa il 7%, rispetto alla donna. La castrazione lo abbassa del 20-25%.

Riposo

Anche se durante il sonno il metabolismo è inferiore allo stato di veglia, un riposo inadeguato comporta un abbassamento del metabolismo basale in quanto il corpo necessita di un giusto sonno per mantenere l'omeostasi. La spiegazione scientifica di questo meccanismo è un po' complessa ed ininfluente perciò non verrà affrontata.

Tutto ciò che è stato precedentemente elencato come fattori che influenzano il metabolismo.

Il metabolismo basale comprende anche tutti quelle funzioni che sono state precedentemente menzionate, ecco perché di fatto esso cambia nel tempo ed ecco perché di fatto non è così facile da misurare con assoluta precisione.

Non potendo misurare con certezza il metabolismo non possiamo ovviamente pianificare un percorso di dimagrimento basato soltanto sull'equilibrio introito calorico (dieta) / consumo calorico (metabolismo).

Nonstante non possiamo conoscere con certezza quello che è il metabolismo basale sappiamo però come intervenire per alzarlo e questo a prescindere da qualunque esso sia.

Il tipo di attività che decidiamo di fare possono interagire con il nostro metabolismo!

Lo scopo di questo testo è di insegnare alle persone come promuovere un incremento del metabolismo tramite le giuste scelte di attività fisica e permettere così al nostro corpo di dimagrire e soprattutto restare magri!