Fitness in Acqua
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Fitness in Acqua

Il professor Paolo Michieletto, docente presso l'Università di Torino e docente di corsi NonSoloFitness, spiega i benefici del fitness in acqua. L'analisi dei movimenti in acqua. Come strutturare una lezione.

Cerca tra i nostri articoli

Fitness in acqua

La ricerca spasmodica di prodotti eccezionali che possano risolvere i problemi estetici, talvolta conduce a articoli che non sempre hanno i requisiti ottimali per non influire anche sulla salute a lungo termine. Abbiamo a disposizione prodotti naturali che più di ogni altro, da sempre, si proiettano in maniera positiva sulla sfera fisica e psichica del nostro "cerchio" vitale.

Ginnastica in acqua

Questo termine comprende in realtà solo una parte del panorama sempre più esteso dell’orizzonte delle attività che si possono svolgere in acqua. Esso rappresenta il punto centrale del movimento in acqua, identificando, infatti, l’esecuzione di esercitazioni composte da gesti semplici o complessi, singoli o ripetuti, coordinati al fine di raggiungere gli obiettivi prefissati.

Differenziazione attività

Come primo obiettivo, abbiamo quello di inquadrare quali possano essere i grandi filoni di attività che possono essere proposte in acqua. Stabiliamo, come prima cosa, le altezze dell'acqua. Per dovere di oggettività, inserisco anche quella considerata MEDIA, in quanto molti impianti e organizzazioni, impropriamente, classificano in tale modo una particolare profondità. E

Parametri e indicatori dell'intensità di gesti motori in acqua

In questa parte verranno analizzate le varie componenti che differenziano un gesto e modificano la qualità della proposta. Il parametro che maggiormente influirà sul gesto motorio è l’intensità. Questa si compone di diversi fattori che, combinati e modulati, permetteranno una evoluzione positiva del programma di Acquabenessere e del training in generale. INTENSITA’ De

Parametri e indicatori dell'intensità di gesti motori in acqua - seconda parte

MOVIMENTO ABBINATO Esiste la possibilità di unire due movimenti all’interno di una proposta di esercitazione, ad esempio corro per quattro passi e poi salto. Quando si voglia distribuire l’intensità su più livelli, si può agire in maniera differenziata e modulata in questo modo. Intensità bassa: prima parte leggera e seconda parte leggera (corsa normale sul posto e ad un

Principi e teoria del movimento in acqua

L'uomo che entra in relazione con l'ambiente acquatico, subisce da parte di questo mezzo specifico un certo numero di azioni che tenderanno a provocare in un primo tempo delle reazioni, e quindi lo indurranno a modificare il suo comportamento abituale. Queste modificazioni comportamentali sono più o meno oggettivabili visivamente. Le cause di queste reazioni motorie possono

Principi e teoria del movimento in acqua - seconda parte

Alcuni di questi punti saranno poi caratterizzati ulteriormente. Galleggiamento Il galleggiamento corrisponde ad una forma di equilibrio statico nell'ambiente acquatico che presuppone che una parte del corpo sia immersa quando un'altra parte del corpo è emersa. Questo equilibrio specifico può essere sia verticale che orizzontale. Indipendentemente dal fatto di essere

Conoscenze e abilità motorie

Parole Chiave: terminologie specifiche. Posizione immergente: quando il busto e gli arti in atteggiamento lungo sono uno sul prolungamento dell’altro ( stazione eretta ) con i palmi delle mani rivolti verso l’avanti ( posizione anatomica ). Movimenti base in Acqua bassa Marcia: dalla posizione immergente flettere in avanti alto le cosce ed estenderle in modo altern

Strutture di lezione

Le lezioni, strutturate singolarmente e non concatenate fra di loro, hanno la funzione di fornire un esempio di come possano essere stilati dei piani di lezione e come dovrebbero essere affrontate le stesse, con una preparazione scritta, un’esecuzione pratica e un’analisi successiva dei risultati. L’evoluzione di ognuna di esse e l’adattamento alle situazioni ambientali, tecni

Parametri fondamentali dell'esercizio in acqua

Fattori relativi allo spazio Quantità di superfici propulsive Profilo delle superfici propulsive Orientamento delle superfici propulsive L'ampiezza del gesto Profondità degli appoggi Coordinazione Fattori relativi al tempo Velocità di spostamento Frequenza Continuità temporale del gesto. Numero di ripetizioni Recupero

Fitness in acqua: principi base

Basi del lavoro a corpo libero. In acqua con i piedi in appoggio sul fondo, ogni tipo di lavoro proposto tende ad assomigliare, almeno nella sua esternazione, ad un tipo di lavoro svolto in palestra. In realtà tempi di esecuzione e intervento muscolare possono essere estremamente differenti. Seguendo i principi prima elencati, sarà importante sempre valutare la velocità

Fitness in acqua: principi base - seconda parte

Elementi fondamentali dell’attività in acqua. La composizione di ogni metodo nasce dalla volontà di trasferire competenze motorie generali e specifiche nell’ambito del mondo acquatico, cercando, attraverso un circolo virtuoso, di ritrasferirle in maniera produttiva anche e soprattutto nell’ambito sociale della vita di tutti i giorni delle persone comuni e di quella sportiva de

Fitness in acqua: principi base - terza parte

ESERCIZI PER LA PARTE INFERIORE IN APPOGGIO AL SUOLO Marcia: trasferire il peso da un piede all’altro rimanendo sempre in contatto con la superficie d’appoggio. Può essere eseguito anche in spostamento, ponendo però attenzione alla scivolosità del fondo vasca e all’altezza dell’acqua. Questo movimento può essere facilmente abbinato a coordinazioni con le braccia. C

Fitness in acqua: principi base - quarta parte

VARIABILI CARATTERIZZANTI LE ESERCITAZIONI Variazioni in ampiezza Procediamo con la valutazione delle variabili stimando come molto importante, ai fini dell’intensità e dell’intervento muscolare richiesto, la variazione dell’ampiezza di ogni singolo gesto. L’ampiezza, che è il parametro fondamentale, è il primo elemento da distinguere e riconoscere quando si propone un g

Principi generali di lezione

E’ importante, prima di arrivare alla definizione delle tipologie di lezione (format o modelli) e di definire i metodi di lavoro per obiettivi, stabilire quali siano i principi portanti della lezione in acqua. Questi, una volta padroneggiati nella loro accezione generale, potranno e dovranno essere applicati in funzione degli obiettivi prefissati. La lezione in Acqua preve

Principi generali di lezione - seconda parte

ESERCIZI SINGOLI Dopo ambientamento e riscaldamento, si comincia a selezionare una serie di esercitazioni che dovranno essere apprese in maniera corretta ed eseguite nella forma più ampia possibile. La scelta degli esercizi sarà sempre effettuata in funzione degli obiettivi, di cui parleremo nel prossimo capitolo, ma, in ogni caso, essi seguiranno sempre questa scaletta did

Ambienti e attività

Caratteristiche degli impianti. Scelta delle attività. Istruttore e attività. Caratteristiche Alla base di ogni scelta di tipo imprenditoriale in piscina vi è la definizione precisa delle possibilità reali di svolgere o no un'attività nell'ambiente in cui si opera. Nel nostro caso, sarà importante definire non tanto quali attività proporre in piscina, ma quale attività p

Ambienti e attività - seconda parte

Esempio di proposta attività (legenda) AG: Ginnastica in acqua AF: Ginnastica in acqua con la musica AD: ginnastica dolce Aer: aerobica in acqua AS: acquastep AK: corsi specifici per ragazzi (funk,step,aerobica,…) Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Mattin

Istruttore

E' il nostro ultimo argomento, ma è anche il punto più importante di tutta l'attività di GINNASTICA IN ACQUA. Nulla potrebbe essere svolto se non si ha a disposizione un istruttore in grado di proporre le attività che noi vogliamo far eseguire ai nostri clienti. E' il fulcro centrale di tutte le nostre attività. E' colui (o colei) che deve capitalizzare tutti gli sforzi

Conclusioni

Il lavoro in piscina è più complesso di quello che sembra in apparenza. Molte sono le variabili da considerare ed ognuna di esse richiede attenzione ed investimenti. Risulta importante quanto la coesistenza di più fattori sia necessaria per poter avviare un tipo di attività di successo, e cioè: Impianto accogliente e funzionale nelle sue parti di contatto immediato c