Dimagrire con l'interval training
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Dimagrire con l'interval training

Tra i tanti metodi utili per raggiungere un buon grado di dimagrimento c'è sicuramente l'interval training.

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Dimagrire con l'interval training

Definiamo "lavoro aerobico" quando l'intensità dell'esercizio fisico è prolungata nel tempo, ovvero quando le scorte di glicogeno presenti nel muscolo non sono più sufficienti a garantire un'attività muscolare; per questo motivo, un esercizio comincia ad essere aerobico solo quando lo sforzo è prolungato per più di 3-4 minuti e lo diventa totalmente se prolungato per più di venti minuti circa.

Il limite, che è rappresentato dal punto di attivazione massiccia del meccanismo aerobico, è molto sottile, infatti oltre questo punto, la produzione di anidride carbonica (CO2), la ventilazione (atti respiratori al minuto) ed il livello di acido lattico prodotto crescono rapidamente.

Per ottenere buoni risultati sul dimagrimento dobbiamo mantenerci al di sopra del punto sopra descritto e sostenere uno sforzo fisico abbastanza prolungato nel tempo; si consiglia, per qualsiasi sport praticate, riscaldare i muscoli con movimenti blandi: durata ed intensità dipendono da fattori esterni come la temperatura atmosferica e da fattori interni come il livello soggettivo di pratica dell'atleta. Dopo di che si può cominciare con qualsiasi tipo di attività, dalla semplice corsetta al nuoto, dalla bicicletta all'aerobica svolta in molte delle palestre ormai a disposizione del pubblico. Consiglio di cominciare, rivolgendomi agli "autodidatti", senza prolungare eccessivamente le prime sedute di allenamento, impiegando per esempio anche soltanto 15-20 minuti con il footing, range di tempo già sufficiente. Con l'avvicinamento alla pratica si può aumentare il tempo da dedicare alla nostra attività; per fare ciò potremmo utilizzare come programma di allenamento l' interval training.

Questa tecnica è molto allenante ed è utilizzata in diversi ambiti sportivi; consiste sostanzialmente in variazioni di intensità durante la seduta di allenamento: generalmente si alterano frazioni di allenamento con carico aerobico intenso a frazioni di allenamento con carico ridotto in modo da dare il tempo al nostro fisico di recuperare. Requisito importante di questa tecnica sarebbe quello di non fermarsi durante la pratica, semmai potete limitare la parte più intensa aumentando la parte di esercizio più blando, cosicché l'esercizio porterà un aumento della resistenza, soprattutto se svolto con costanza, ed ad un moderato dimagrimento. E ciò perché? Bisogna sapere che le scorte adipose vengono utilizzate soltanto dopo 40 minuti di attività aerobica ininterrotta. Questo non sta a significare che dobbiamo correre come dei forsennati per 40 minuti ma, come affermato prima, intervallare i periodi di allenamento più faticoso anche a delle semplici passeggiate, così da tener vivo lo stimolo metabolico, e provocare un aumento del nostro metabolismo, che può elevato anche per ore dal termine dell'allenamento (fino a 12 ore dopo un'attività particolarmente intensa).

Per accelerare al massimo il metabolismo si consiglia di eseguire un'attività mista, caratterizzata cioè da un lavoro ad alta intensità, se professionisti. Un ultimo consiglio ma non meno importante è quello di condurre una sana alimentazione, con l'intento di ridurre il cosiddetto "cibo spazzatura".