Over 40 in perfetta forma
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Over 40 in perfetta forma

Essere in forma tutta la vita è forse difficile, ma certamente essere fisicamente prestanti anche dopo i 40 anni è un obiettivo alla portata di tutti, rispettando pochi semplici regole.

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Over 40 in perfetta forma

Siamo nel 2009 e avere un aspetto curato e giovanile è senza dubbio un buon biglietto da visita nei rapporti sentimentali, professionali, sociali e infondono ad ogni individuo maggior sicurezza e un senso di appagamento che vanno ad influire sulla propria autostima.

Il raggiungimento di una presenza prima descritta si ottiene tramite uno stile di vita sano, un'adeguata attività fisica, un'alimentazione bilanciata e la giusta assunzione di antiossidanti e vitamine, ovvero le sostanze che ci aiutano a ridurre i radicali liberi, i responsabili dell'invecchiamento.

Chiunque voglia intraprendere un programma antinvecchiamento non dovrà farlo solo perchè tentato a raggiungere un buon risultato estetico, ma anche per ottenere un benessere psico-fisico, soprattutto in età matura, cioè quando molte persone sono afflitte da patologie che si riflettono sul fisico.

Dopo i quarant'anni, ancora poche persone possono permettersi di sfoggiare una presenza da fare invidia a chiunque, anche a chi ha 20 anni di meno; il mantenimento di una forma del genere è dovuto alla costante pratica di uno sport sin da giovani, una dieta sana ed equilibrata e soprattutto alla tranquillità.
Capiamo quindi che le componenti essenziali di un buon programma di antinvecchiamento sono: attività fisica, alimentazione, controllo dello stress.

Partiamo dall'attività fisica: questa deve essere moderata, perchè solo a questo livello può garantire i suoi effetti, mentre se sottoponiamo il fisico a sforzi intensi andiamo solo ad incrementare i terribili radicali liberi. Grazie all'attività fisica aumenteremo il tono muscolare e la densità ossea, renderemo flessibili le articolazioni, miglioreremo la circolazione e potenzieremo le difese immunitarie. Con un buon allenamento saremo in grado di rallentare l'invecchiamento.

Qualunque sia il tipo di attività che sceglieremo, è importante che siano presenti tre momenti: uno cardiovascolare, uno muscolare e uno di stretching. Quello cardiovascolare, per esempio la corsa lenta o il nuoto, è previsto per due volte a settimana, per 30- 45 minuti e con frequenza cardiaca al 65% della frequenza massima; la tipologia muscolare equivale agli esercizi di pesistica per 2-3 volte a settimana anche per solo 30 minuti. L'ultima componente che è lo stretching deve essere eseguita per 5 minuti alla fine dell'allenamento cardiovascolare e per 10 minuti al termine di quello muscolare, a seconda delle fasce muscolari adottate.

Passiamo ora all'alimentazione che si basa su poche regole: preferiamo i cibi freschi a quelli preconfezionati, e proviamo ad eliminare gli alimenti contenenti glutammato monosodico, il maggiore responsabile della "sindrome da ristorante cinese", caratterizzata da mal di testa e nausea. Nonostante oramai facciano parte della lista di alimenti consumati regolarmente, dovranno essere evitati i sughi, le salse, maionese, ketchup, insaccati, sale, zucchero bianco, alcolici, bibite gassate, patatine fritte e salati vari. Un consiglio è quello di fare 4-5 piccoli pasti al giorno, ovvero colazione, merenda, pranzo, spuntino, cena. A colazione carboidrati come pane, biscotti o cereali integrali e frutta, a pranzo un monopiatto a base di pasta, riso o legumi; a cena un piatto proteico da alternarsi tra carne, pesce, uova e formaggi. Il tutto è da intendersi accompagnato da una porzione di frutta e verdura. Un buon piano antinvecchiamento è basato su un adegua to apporto multivitaminico- minerale che comprende selenio, vitamine A, C ed E.

Ovviamente prevede anche l'astinenza dal fumo e dai superalcolici. L'ultimo aspetto da analizzare è quello del controllo dello stress, il quale è un fattore che accellera i processi di invecchiamento: più si è stressati e più velocemente si invecchia; fanno fronte al problema varie discipline come yoga, training autogeno, meditazione, tai chi, tutte mirate alla gestione dello stress e quindi alla diminuzione della tensione. Questo aspetto è indispensabile perchè con uno stato distensivo e rilasciato, trovano giovamento anche gli organi interni che risponderanno in modo ottimale, rallentando il processo di degradazione cellulare, quindi meno cellule si degradano e meno si invecchia.

Insomma, se vogliamo conservare o ritornare ad uno stato fisico invidiabile, seguiamo questi suggerimenti e troveranno molti benefici sia il corpo che la mente.