Lo sviluppo muscolare - quinta parte
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Lo sviluppo muscolare - quinta parte

Sviluppo e replicazione cellulare, interazione esistenti con il processo di invecchiamento

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Lo sviluppo muscolare - quinta parte

In periodi di assunzione steroidea è necessario incrementare l'introito calorico, moltissime calorie, anche 4/5 mila al giorno. La situazione metabolica diventa disastrosa in quanto ad un iniziale aumento di massa muscolare, per i fattori sopra descritti, segue un aumento di tessuto adiposo e si determina un paradosso,ex culturisti che diventano nel tempo in sovrappeso a volte obesi, insomma sempre al limite tra corpo muscoloso e corpo adiposo. A questo và aggiunto che i culturisti oltre a mangiare enormi quantità di cibo insieme agli anabolizzanti devono utilizzare diverse strategie allo scopo di regolare i flussi di acqua nell'organismo, con i diuretici o con il preciso dosaggio dell'acqua e sale per coinvolgere alcuni ormoni come l'aldosterone che ha il compito di trattenere il sodio e quindi i liquidi che saranno scaricati, attraverso precise dinamiche metaboliche, il giorno prima della gara (9).

Lo sviluppo muscolare riguarda fondamentalmente l'allenamento con i pesi, al riguardo molti metodi di esercizio sono stati ideati, ciascuno con le sue regole, teorie e meccanismi di azione alcuni su fondamento scientifico (pochi) altri su ipotesi inverosimili.
Considerando che la contrazione muscolare segue delle precise regole di neurofisiologia e di biochimica, oltre ai fattori genetici sopraesposti, i metodi di lavoro validi sono pochi, per quanto mi riguarda ne considero solo uno, ma comunque è importante sottolineare che esasperare i muscoli con carichi eccessivi, allenamenti ravvicinati e continuati per lunghi periodi potrebbero innescare una accelerazione nel processo di invecchiamento cellulare per accresciuta azione del telomero, la parte terminale dei cromosomi, una zona in cui una parola TTAGGG (le basi che formano il nucleotide) senza nessuna utilità ai fini della costruzione della proteina, ripetuta circa 2000 volte, impedisce, durante la duplicazione del Dna, di perdere parti di testo importanti e che quindi permette la copiatura integrale del cromosoma.
Questa zona, il telomero appunto, ad ogni duplicazione si accorcia di alcune lettere (nel nostro organismo i telomeri si accorciano di circa 31 lettere all'anno), l'accorciamento è dunque direttamente proporzionale alle duplicazioni del Dna; quando una cellula è molto stimolata invecchia precocemente perché il telomero si accorcia a tal punto che innesca un meccanismo di non replicazione, funge da orologio biologico, non permettendo altre duplicazioni e quindi la morte della cellula; solo le cellule germinali e quelle tumorali non subiscono questo processo in quanto in esse agisce un enzima, la telomerasi, che ripara i telomeri riallungando le estremità (10).

Questo potrebbe spiegare perché atleti di elevato valore agonistico che si sono sottoposti a lunghi ed estenuanti allenamenti subiscono un precoce invecchiamento e una caduta del sistema immunitario fattore quest'ultimo legato ad un eccessivo utilizzo,da parte dell'organismo, dell'ormone anti stress cortisolo.

In definitiva la saggezza del corpo è racchiusa nella sua evoluzione genetica che è, per fortuna, al di sopra della superficialità e spesso ignoranza dell'essere umano che pur di "apparire" mette in grave pericolo un meccanismo organizzativo qual è il corpo umano che a sua volta, se utilizzato attraverso un metodo naturale di alimentazione ed allenamento può dare un elevato grado di benessere mentale e fisico oltre ad un corpo armonico, proporzionato quindi esteticamente bello e… dinamico!