Biotipo endomorfo e training consigliato
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Biotipo endomorfo e training consigliato

I tre biotipi di Sheldon: mesomorfo, l'endomorfo e l'ectomorfo. Qual è l'allenamento consigliato per il biotipo endomorfo? Esistono due tipologie di obesità: Obesità di tipo androide e Obesità di tipo ginoide: quale allenamento è consigliato in questi c

Autore:
Ultimo aggiornamento:


Biotipo endomorfo e training consigliato

Ogni essere umano presenta delle caratteristiche proprie legate al suo patrimonio genetico ed alle influenze provenienti dall'ambiente esterno. Lo studio del biotipo umano, valuta l'insieme di tutte le caratteristiche ereditarie, dei caratteri morfologici, funzionali, intellettuali, morali e psichici.

Nello sport queste indicazioni possono indirizzare il giovane atleta, verso una determinata disciplina sportiva, nella quale possiede maggiori capacità.

La classificazione maggiormente utilizzata in ambito internazionale, è quella dei tre biotipi di Sheldon (in seguito modificata da Heath e Carter) rappresentati dal mesomorfo, l'endomorfo e l'ectomorfo.

tre biotipi di Sheldon

Il biotipo costituzionale che ci interessa più da vicino è l'endomorfo. In questo biotipo predomina la componente adiposa, con una forma corporea arrotondata ed una muscolatura ipertrofica.

Il biotipo endomorfo presenta le seguenti caratteristiche che lo contraddistinguono:

  • testa rotonda
  • viso paffuto dalla forma rotondeggiante
  • collo corto
  • torace largo nella parte inferiore (dovuto al grosso volume dell'addome)
  • bacino ampio
  • arti voluminosi
  • glutei voluminosi
  • ossatura grossa e largamuscolatura morbida
  • metabolismo eccessivamente lento con tendenza ad aumentare di peso

L'allenamento consigliato per i soggetti con queste caratteristiche è quello di lavorare soprattutto sul volume di lavoro a discapito dell'intensità (più si fa meglioè).

Il lavoro aerobico sarà fondamentale, come risulterà importante allenare la forza muscolare, preferendo gli esercizi di isolamento muscolare per via della scarsa visibilità muscolare.

Obesità di tipo androide e training consigliato

Obesità di tipo androide Questo tipo di obesità come detto prevale negli uomini dove la circonferenza vita è superiore rispetto a quella dei fianchi (WHR < 0,95).

Questo tipo di obesità prende il nome anche di obesità di tipo a mela e presenta le seguenti caratteristiche:

  • grasso collocato in viso, collo, spalle e addome al di sopra dell'ombelico
  • prevale il volume dell'addome sul torace
  • busto corto
  • arti inferiori poco sviluppati ed ipotrofici
  • predisposizione a patologie  metaboliche e cardiovascolari
  • inclinazione a nutrirsi di carboidrati ad alto indice glicemico (carboidrati complessi)

Nell'obesità di tipo androide l'allenamento consigliato è un lavoro a circuito per il tronco, mentre per gli arti inferiori è indicato un allenamento mirato all'ipertrofia.

Inoltre nell'androide sono indicati gli esercizi base (stacco, squat e panca piana).

Obesità di tipo ginoide e training consigliato

Prevale nelle donne dove la circonferenza dei fianchi è superiore rispetto a quella della vita (WHR < 0,80).

Questo tipo di obesità prende il nome anche di obesità di tipo a pera e presenta le seguenti caratteristiche:

Obesità di tipo ginoide
  • grasso concentrato nei fianchi, nei glutei, nelle cosce e nell'addome sotto l'ombellico
  • prevalenza della circonferenza fianchi rispetto a quella della vita
  • stasi linfovenosa (difficoltà circolatorie periferiche)
  • predisposizione elevata alla formazione di cellulite
  • nei soggetti obesi si possono osservare conseguenze meccaniche e motorie
  • predisposizione alimentare verso latte e latticini freschi, sbilanciando il rapporto calcio/potassio che incrementa la ritenzione dei liquidi

Nell'obesità di tipo ginoide dunque l'allenamento consigliato consiste nell'eseguire per gli arti inferiori, lavoro aerobico o a circuito, mentre la parte superiore del corpo, necessita un lavoro mirato ad armonizzare i vari distretti muscolari.

Gli esercizi non indicati in questi soggetti soprattutto inizialmente sono gli esercizi base per gli arti inferiori come ad esempio lo squat.