Plicometria
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Plicometria

Formula per il calcolo della densità corporea attraverso l'utilzzo del plicometro. Esame dei 7 punti di repere. Guida all'utilizzo del plicometro

Autore:
Ultimo aggiornamento:


Plicometria

La plicometria invece utilizza il plicometro, uno strumento costituito da una pinza e da una scala graduata che misura la distanza fra le due punte.

Attraverso la plicometria, vengono rilevate le pliche cutanee in diversi punti del corpo, che attraverso determinate formule (in base al protocollo utilizzato), danno come risultato la percentuale di grasso corporeo, attraverso cui si può risalire indirettamente alla massa magra ed alla massa grassa in chilogrammi.

Il metodo plicometrico maggiormente utilizzato in ambito sportivo, è quello di Jackson A.S. e Pollock M.L. del 1978, che tiene in considerazione il calcolo di 7 pliche valutate nel seguente modo:

  • plica pettorale: una plica diagonale presa a metà strada fra il capezzolo e la parte anteriore della piega sottobraccio
  • plica ascellare: una plica orizzontale sulla linea medioascellare, all'altezza della base dello sterno
  • plica soprailiaca: una plica diagonale appena sopra e davanti alla cresta iliaca, presa in direzione dei 45° del bacino
  • plica addominale: una plica orizzontale presa 2 centimetri a destra dell'ombellico
  • plica tricipitale: una plica verticale presa sulla parte posteriore della parte superiore del braccio, a metà fra la spalla e il gomito, direttamente sopra il tricipite

  • plica sottoscapolare: una plica diagonale presa 2 centimetri sotto la scapola, seguendo l'angolo naturale della scapola
  • plica della coscia: una plica verticale presa nel centro della coscia, a metà tra la parte superiore della coscia e la rotula

La misurazione avviene localizzando la plica con le dita (pollice ed indice) e misurandola con lo strumento lasciando che eserciti una leggera pressione.

La rilevazione della plica va letta dopo 2 secondi, mentre la misurazione va ripetuta 3 volte per poi farne una media.

Il lato corporeo dove vanno prese le pliche è quello dominante per i neofiti, mentre per gli atleti è consigliabile il lato non dominante (sinistro per i destrimani).

Le indicazioni generali per poter eseguire una corretta lettura delle pliche sono:

  • prendere tutte le pliche dallo stesso lato del corpo
  • segnare i punti nei quali effettuare la misurazione
  • impugnare la plica con le dita distaccandola dal tessuto muscolare sottostante (il rilevamento del quale potrebbe risultare fastidioso)
  • effettuare la misurazione mantenendo la plica con le dita

Per cogliere con maggior precisione i punti di rilevazione, può risultare utile servirsi di un metro con il quale misurare la distanza esatta tra i segmenti segnalati.

Una volta calcolato lo spessore di queste sette pliche, queste verranno sommate ed attraverso la formula sottostante, verrà calcolata la percentuale di massa grassa.

M = somma delle 7 pliche
Densità corporea uomini
DC = 1,112 - (0,00043499 * M) + (0,00000055 * M2) - (0,00028826 * età)
Densità corporea donne
DC = 1,097 - (0,00046971 * M) + (0,00000056 * M2) - (0,00012828 * età)