Pesistica: regolamento
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Pesistica: regolamento

Il regolamento della pesistica riconosce due sollevamenti: Snatch e Clean & Jerk. Regolamento dello strappo e dello slancio. I movimenti scorretti e le posizioni incomplete. Le categorie di peso

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Pesistica: regolamento

Come ogni sport, anche la pesistica olimpica ha un regolamento ben preciso1. Innanzitutto bisogna approfondire il discorso sulla tecnica di esecuzione delle alzate.Nella disciplina della Pesistica l'IWF riconosce due sollevamenti che devono essere eseguiti in questa sequenza:

  1. Lo Strappo (Snatch)
  2. Lo Slancio (Clean & Jerk)

Entrambi i sollevamenti devono essere eseguiti con due mani. Per ogni sollevamento viene concesso un massimo di tre tentativi.

Strappo

Nello strappo il bilanciere è centrato orizzontalmente sulla pedana di gara. L'Atleta assume la posizione di partenza davanti al bilanciere afferrandolo e piegando le ginocchia. L'Atleta impugna il bilanciere, con i palmi delle mani rivolti verso il basso e, dalla pedana, lo solleva in un unico movimento fino a sopra la testa, con le braccia tese, divaricando o piegando le gambe. Durante questo movimento ascendente continuo il bilanciere rimane vicino al corpo e può scivolare lungo le cosce. Durante l'esecuzione del sollevamento, nessuna parte del corpo, tranne i piedi, può toccare la pedana. Quando si riterrà pronto, l'Atleta può risalire da una posizione split (divaricata sagittale) o squat (massima raccolta / accosciata). Il peso che è stato sollevato deve essere mantenuto immobile nella posizione finale, con braccia e gambe in estensione, piedi sulla stessa linea e paralleli al piano del tronco e al bilanciere. L'Atleta attende il segnale degli Arbitri per appoggiare il bilanciere sulla pedana di gara. Gli Arbitri danno il segnale di abbassare il bilanciere non appena l'Atleta rimane immobile con ogni parte del corpo.

Slancio

Per quanto riguarda lo slancio, questo va distinto in due parti:

Girata (Clean)

Il bilanciere è centrato orizzontalmente al centro della pedana di gara. L'Atleta assume la posizione di partenza davanti al bilanciere afferrandolo e piegando le ginocchia. L'Atleta impugna il bilanciere, con i palmi delle mani rivolti verso il basso e, dalla pedana, lo solleva in un unico movimento fino alle spalle, divaricando o piegando le gambe. Durante questo movimento ascendente continuo il bilanciere rimane vicino al corpo e può scivolare lungo le cosce. Il bilanciere non deve toccare il petto prima di fermarsi nella posizione finale sulle clavicole, sul petto o sulle braccia completamente piegate. I piedi dell'Atleta devono tornare sulla stessa linea e le gambe devono essere raddrizzate completamente prima di effettuare la spinta. Nessuna parte del corpo tranne i piedi può essere a contatto con la pedana durante l'esecuzione della girata. L'Atleta può effettuare la risalita quando si riterrà pronto e deve terminare con i piedi sulla stessa linea, paralleli al piano del tronco e del bilanciere.

Spinta (Jerk)

Dopo la girata e prima di iniziare la spinta l'Atleta deve rimanere immobile, piega le gambe e poi le stende insieme alle braccia per portare il bilanciere in un movimento con le braccia completamente distese. L'Atleta posiziona i piedi sulla stessa linea del piano del tronco e del bilanciere con le braccia e le gambe completamente distese e attende il segnale degli Arbitri per appoggiare il bilanciere sulla pedana di gara. Gli Arbitri danno il segnale di abbassare il bilanciere non appena l'Atleta rimane immobile con ogni parte del corpo.

Prima della spinta, l'Atleta può correggere la posizione del bilanciere per i seguenti motivi:

  • Per ritirare i pollici o per "sganciarli"
  • Qualora la respirazione sia impedita
  • Qualora il bilanciere provochi dolore
  • Per cambiare l'ampiezza dell'impugnatura

Le correzioni del bilanciere sopra indicate non sono considerate come un ulteriore tentativo di spinta.

Vi sono poi alcune norme a carattere generale che si applicano a entrambi i sollevamenti:

  • È consentita la tecnica denominata "impugnatura a gancio (hooking)". Si tratta di coprire l'ultima articolazione del pollice con le altre dita della stessa mano nel momento in cui si impugna il bilanciere
  • In entrambi i sollevamenti, gli Arbitri devono considerare nulle le prove non portate a termine in cui il bilanciere ha raggiunto l'altezza delle ginocchia
  • Successivamente al segnale degli Arbitri di abbassare il bilanciere, l'Atleta deve riportarlo a terra di fronte a sé. L'impugnatura sul bilanciere deve essere lasciata solo dopo che ha superato il livello delle spalle
  • Un Atleta che per qualsiasi motivo non può distendere completamente il(i) gomito(i), deve segnalare/mostrare tale situazione a tutti gli Arbitri di servizio ed alla Giuria prima dell'inizio di ogni sollevamento. Tale segnalazione è di esclusiva responsabilità dell'Atleta
  • Per l'esecuzione di uno Strappo (snatch) o di uno slancio (clean) nello stile squat, l'Atleta può aiutarsi a rialzarsi con ondeggiamenti o oscillazioni del corpo mentre si trova nella posizione di squat
  • È consentito l'utilizzo di gesso (carbonato di magnesio)
  • È vietato l'utilizzo, sulle cosce dell'Atleta, di grasso, olio, acqua, talco o altri lubrificanti simili. Ad un Atleta che utilizza lubrificanti vietati viene ordinato di rimuoverli immediatamente. Qualora durante l'operazione di rimozione per l'Atleta in questione, il cronometro sia già stato avviato, continua a funzionare
  • È esclusiva responsabilità dell'Atleta completare ogni sollevamento in conformità ai TCRR (Technical and Competition Rules e Regulations) dell'IWF ed in modo ritenuto soddisfacente dai Technical Officials di servizio

Movimenti scorretti

Vi sono sono poi dei movimenti scorretti, a causa del quale il giudice di gara può invalidare l'alzata.

Movimenti scorretti comuni allo Strappo e allo Slancio

  • Tirare in sospensione, definito come: arresto del movimento verso l'alto del bilanciere durante la tirata
  • Toccare la pedana con qualsiasi parte del corpo, ad accezione dei piedi
  • Fare una pausa durante la distensione delle braccia
  • Terminare con una distensione, definita come: continuare a distendere le braccia dopo che l'Atleta ha raggiunto il punto più basso della sua posizione in squat o divaricata sia per lo Strappo sia per la Spinta
  • Piegare e distendere i gomiti mentre l'Atleta torna in posizione eretta
  • Lasciare la pedana di gara durante l'esecuzione del sollevamento, vale a dire toccare l'area esterna alla pedana con una parte del corpo
  • Lasciar cadere il bilanciere da sopra le spalle
  • Non riposizionare sulla pedana di gara il bilanciere completo
  • Non stare di fronte all'Arbitro centrale all'inizio del sollevamento
  • Rimettere a terra il bilanciere prima del segnale degli arbitri

Movimenti scorretti nell'esecuzione dello Strappo

  • Fare una pausa durante il sollevamento del bilanciere
  • Ogni contatto della barra con la testa dell'Atleta; i capelli e ogni indumento indossato sulla testa sono ritenuti come parte della testa

Per quanto riguarda lo slancio, bisogna distinguere i movimenti scorretti della girata da quelli della spinta.

Movimenti scorretti nell'esecuzione dello Slancio: girata

  • Posare o appoggiare il bilanciere sul petto in un punto intermedio prima di raggiungere la posizione finale realizzando una "girata doppia", a cui spesso si fa riferimento come "girata sporca"
  • Toccare le cosce o le ginocchia con i gomiti o gli avambracci

Movimenti scorretti nell'esecuzione dello Slancio: spinta

  • Ogni movimento accennato e non completato per effettuare la spinta, incluso il piegamento di tronco o ginocchia
  • Ogni oscillazione deliberata del bilanciere per trarne beneficio. L'Atleta deve rimanere immobile prima di iniziare la spinta

Movimenti o posizioni incomplete

Infine bisogna considerare i movimenti o le posizioni incomplete, che comunque portano ad un alzata nulla:

  • Distensione incompleta o irregolare della braccia al completamento del sollevamento
  • Non terminare con i piedi e il bilanciere in linea e paralleli al piano del tronco
  • Non distendere in modo completo le ginocchia al completamento del sollevamento

Le categorie di peso

Senior e Junior maschili

Sono previste otto categorie per le classi Senior e Junior maschili1. Tutte le gare disputate ai sensi del Regolamento Tecnico e delle Norme dell'IWF devono svolgersi nelle categorie ufficiali ed in base a questa sequenza:

Peso
1 56 kg
2 62 kg
3 69 kg
4 77 kg
5 85 kg
6 94 kg
7 105 kg
8 +105 kg

Senior e Junior femminili

Sono invece previste sette categorie per le classi Senior e Junior femminili1. Tutte le gare ai sensi dei Regolamento Tecnico e delle Norme dell'IWF devono svolgersi nelle categorie ufficiali ed in base a questa sequenza:

Peso
1 48 kg
2 53 kg
3 58 kg
4 63 kg
5 69 kg
6 75 kg
7 +75 kg

Logicamente gli individui più pesanti, avendo una massa muscolare maggiore, riescono a sollevare carichi maggiori. Attualmente la massima performance di forza assoluta appartiene al peso supermassimo iraniano Hossein Rezazadeh, che nell'edizione dei Giochi Olimpici di Atene 2004 ha sollevato 263,5 Kg nell'esercizio di slancio.