Muscoli dell' arto inferiore
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Muscoli dell' arto inferiore

Anatomia dei muscoli dell'arto inferiore: muscoli gemelli, muscolo otturatorio interno ed esterno, quadrato del femore, muscolo piriforme.

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Muscolo piriforme

È appiattito e triangolare, posto parzialmente all'interno e parzialmente all'esterno della pelvi. Origina dalla faccia anteriore de sacro, lateralmente al 2°, 3° e 4° foro sacrale.
polpaccio Si dirige lateralmente ed in fuori, i suoi fasci vanno all'esterno tramite il grande forame ischiatico e si inseriscono sull'estremità superiore del grande trocantere. Il muscolo piriforme divide il grande forame ischiatico in sovrapiriforme e sottopiriforme. È in rapporto anteriormente con l'intestino retto e, profondamente, appoggia sul sacro. Nella parte extrapelvica prende rapporto con il grande gluteo e l'articolazione dell'anca. È innervato da un ramo collaterale del plesso sacrale. Contraendosi ruota lateralmente il femore ed ha un'azione stabilizzante sull'articolazione coxofemorale.

Muscoli gemelli


Decorrono orizzontalmente e possono essere distinti in superiore ed inferiore. Il primo origina dalla faccia esterna e dal margine inferiore della spina ischiatica, l'altro dalla faccia esterna della tuberosità ischiatica. Entrambi vanno ad inserirsi sul tendine del muscolo otturatorio interno e, tramite quest'ultimo, nella fossa trocanterica del femore. Sono in rapporto con l'articolazione dell'anca,anteriormente, e con il grande gluteo, posteriormente. Sonno innervati dai rami collaterali del plesso sacrale e, con la loro azione, ruotano esternamente il femore e stabilizzano l'articolazione dell'anca.

Muscolo otturatorio interno


È situato tra l'interno e l'esterno della pelvi, prende origine dalla faccia intrapelvica della membrana otturatoria, e dal contorno del foro otturatorio.

Da qui si porta verso il piccolo forame ischiatico, per poi volgere lateralmente andando ad inserirsi nella fossa trocanterica del femore. Delimita, nella sua porzione intrapelvica, la fossa ischiorettale. È innervato dal nervo otturatorio interno e, contraendosi, ruota lateralmente il femore, contribuendo a stabilizzare l'articolazione dell'anca.

Muscolo otturatorio esterno

Origina dal contorno esterno del foro otturatorio e dalla benderella sottopubica, si porta lateralmente, in alto e in basso, circondando l'articolazione coxofemorale, prima di inserirsi nella fossa trocanterica del femore. È in rapporto anteriormente con l'ileopsoas, perineo, grande e breve adduttore. È innervato dal nervo otturatorio e, con la sua azione, ruota lateralmente il femore e stabilizza l'articolazione dell'anca.

Quadrato del femore

È un muscolo quadrilatero posto fra la superficie esterna della tuberosità ischiatica e la cresta intertrocanterica del femore. È anteriormente in rapporto con l'articolazione dell'anca e con il muscolo otturatorio esterno. Posteriormente al quadrato del femore troviamo il grande gluteo e il nervo ischiatico. È innervato da un ramo collaterale del plesso sacrale, agisce ruotando lateralmente il femore e stabilizzando l'articolazione dell'anca.