Muscoli della testa
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Muscoli della testa

Funzione, caratteristiche e rapporti anatomici dei muscoli mimici e dei muscoli masticatori.

Autore:
Ultimo aggiornamento:

La regione anatomica identificata dal cranio presenta, in rapporto ad un volume relativamente piccolo, molteplici gruppi muscolari. Una prima distinzione può essere effettuata fra muscoli che hanno origine ed inserzione sul cranio (definiti intrinseci) e muscoli che hanno origine in altri segmenti anatomici ed inserzione sul cranio (definiti estrinseci).
Questi due macro gruppi presentano delle sotto categorie. Nello specifico, i muscoli intrinseci sono rappresentati da:
- muscoli pellicciai- muscoli scheletrici

muscoli della testa

I muscoli pellicciai o mimici

Sono deputati a governare la mimica facciale, e sono rappresentati in prevalenza da piccoli fascetti muscolari. Di norma hanno origine sulle ossa craniche e inserzione nello strato sottocutaneo.
Molti dei muscoli mimici svolgono anche il ruolo di modulare i suoni provenienti dalla laringe, sono pertanto fondamentali nella fonazione. Infine, il muscolo buccinatore, è fortemente implicato anche nei processi masticatori.
Fanno parte di questa categoria i seguenti muscoli:
  • muscolo epicranico: incaricato del movimento delle sopracciglia in concomitanza con il corrugatore del sopracciglio
  • muscoli estrinseci del padiglione auricolare: governano piccoli movimenti dell'orecchio esterno
  • muscoli delle palpebre: sono rappresentati dal muscolo corrugatore del sopracciglio e dal muscolo orbicolare dell'occhio. Consentono i movimenti delle palpebre che favoriscono la pulizia e l'umidità della cornea, oltre alla chiusura volontaria delle palpebre
  • muscoli del naso: sono rappresentati dal muscolo nasale, dall'elevatore dell'ala del naso e dal depressore del setto. La loro funzione è di dilatare o ridurre l'apertura delle narici
  • muscoli della bocca, sono un folto gruppo di muscoli, per l'esattezza: muscolo orbicolare della bocca, muscolo buccinatore, elevatore del labbro superiore, muscoli zigomatici, muscolo elevatore dell'angolo della bocca, muscolo depressore del labbro inferiore, muscolo risorius e muscolo mentale

Le funzioni del singolo muscolo sono facilmente intuibili dal nome proprio che lo contraddistingue. Nel loro insieme sono incaricati dei movimenti delle labbra e della bocca, nel ruolo espressivo e fonetico.

I muscoli scheletrici o masticatori

Sono anche detti masticatori e sono quindi deputati al movimento della mandibola, ne ritroviamo 4 per ciascuna faccia laterale della testa, e sono:
  • muscolo temporale: è un muscolo laminare, ricorda la forma di un ventaglio, che origina dall'omonimo osso per inserirsi sul processo coronoideo e sul ramo della mandibola. È in grado di chiudere e retrarre la mandibola
  • muscolo massetere: anch'esso ha un aspetto appiattito, origina dalla regione zigomatica per poi inserirsi sull'angolo esterno della mandibola, sul ramo mandibolare e sul processo coronoideo. La sua contrazione eleva la mandibola ed agevola i movimenti di protrusione
  • muscolo pterigoideo esterno: è formato da due capi muscolari, uno superiore ed uno inferiore, che originano da aree ossee differenti per poi convergere entrambi sul collo della mandibola, dove si inseriscono
  • muscolo pterigoideo interno: relativamente spesso, origina dalla lamina pterigoidea e dall'osso palatino, per inserirsi sulla faccia mediale della mandibola. La sua contrazione consente l'innalzamento della mandibola e la rotazione del mento