Apparato respiratorio
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Apparato respiratorio

La struttura dell'apparato respiratorio, gli organi che lo costituiscono, il loro funzionamento e caratteristiche.

Autore:
Ultimo aggiornamento:

L'apparato respiratorio garantisce la sopravvivenza dell'individuo consentendo l'ossigenazione dei tessuti ed il rilascio di sostanze di rifiuto di natura gassosa. Distinguiamo tra respirazione interna (processo di scambio gassoso fra cellule ed ambiente corporeo) ed esterna (processo di scambio gassoso fra organismo ed ambiente esterno).
L'apparato respiratorio è costituito dalle:

  • Prime vie aeree: (naso, bocca) che si continuano in faringe, laringe e trachea per poi diramarsi nei due bronchi e consentire l'immissione di aria nei polmoni
  • Polmoni: costituiti da alveoli e bronchioli terminali. Gli alveoli sono anche in grado di secernere surfactante con il compito di ridurre la tensione superficiale e prevenire il collasso alveolare

L'apparato respiratorio è deputato anche all'emissione dei suoni attraverso la laringe, ed è la sede dell'organo dell'olfatto. Il primo tratto dell'apparato respiratorio è costituito dal naso esterno e dalle cavità nasali. Al suo interno è rivestito di un epitelio con ciglia contrattili, possiede 3 ossa denominate cornetti rivestite di epitelio al fine di riscaldare l'aria respirata. Il naso è provvisto di due fosse nasali che originano con le narici e si aprono nella faringe mediante le coane.

La laringe

È situata fra la quarta e la sesta vertebra cervicale è interposta fra faringe e trachea. L'epiglottide è una struttura cartilaginea che occlude la trachea nel momento della deglutizione. All'interno della laringe sono poste le corde vocali. L'epitelio di rivestimento della laringe è di tipo batiprismatico composto ciliato con presenza di cellule caliciformi mucipare.

La trachea

Porta l'aria dalla laringe ai bronchi e da qui ai polmoni. Si estende sino alla quatra vertebra toracica dove si divide nei due bronchi. È caratterizzata dai semianelli cartilaginei con la funzione di tenerla sempre aperta, la parte membranosa (posteriore) è a contatto con l'esofago, con il cuore, con la vena cava discendente e con l'aorta.

I polmoni

Sono accolti nella cavità toracica separati dal mediastino, hanno consistenza spugnosa ed elastica. Ciascun polmone è avvolto da una membrana sierosa, la pleura formata da due foglietti viscerale e parietale.
Le ramificazioni bronchiali all'interno del polmone ne consentono la suddivisione in porzioni macroscopiche in:
  • lobi ciascuno servito da un bronco lobare
  • i segmenti ventilati dai ronchi zonali originanti da ciascun bronco lobare
  • i lobuli unità in cui è diviso ciascun segmento nella misura di circa 100 lobuli per segmento, e ricevono aria dai bronchi globulari
  • acini serviti dai bronchi terminali

Le unità gerarchiche del polmone sono divise da setti connettivali che determinano una trama retiforme.
Nell'ambito dello stesso acino troviamo i numerosi alveoli, da 500 a 2000 per ciascun acino.
All'interno degli alveoli avviene lo scambio gassoso attraverso le sottili pareti alveolari, con espulsione di anidride carbonica e altri cataboliti disciolti nel sangue, e l'ingresso di ossigeno. In situazioni fisiologiche gli atti respiratori di un individuo adulto vanno da 15 a 35 al minuto, aumentando all'aumentare della richiesta di ossigeno.