Vertebre lombari, l' osso sacro, il coccige
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Vertebre lombari, l' osso sacro, il coccige

Anatomia delle vertebre della regione lombare. Caratteristiche strutturali e funzionale dell'osso sacro e del coccige.

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Le vertebre lombari

Le principali caratteristiche di queste vertebre sono date dal notevole volume del corpo e dalla caratteristica forma del processo spinoso.

Il corpo ha il diametro trasverso che prevale su quello anteroposteriore; i peduncoli sono voluminosi con incisure inferiori più accentuate di quelle superiori; i processi articolari sono verticali e, le faccette articolari sono a superficie concava superiormente e convessa inferiormente. Le lamine vertebrali sono più alte che larghe, i processi spinosi, assai robusti sono diretti orizzontalmente indietro. Il foro vertebrale è triangolare e ristretto.

ossa

L'osso sacro

È il risultato della fusione di cinque segmenti ossei, si continua e si articola con l'ultima vertebra lombare e termina fornendo un apice al quale, a sua volta, si articolerà il coccige. Assieme a quest'ultimo, e con le due ossa dell'anca, forma il bacino. Il coccige ha forma pressoché piramidale a base quadrata e questo consente di individuarvi 2 facce, anteriore e posteriore, due margini laterali, una base, posta superiormente a contatto con l'ultima vertebra lombare, ed un apice a contatto con il coccige. L'osso e percorso per tutta la sua lunghezza dal canale sacrale, ovvero dall'ultimo tratto del canale vertebrale. La faccia anteriore è concava e presenta quattro linee trasversali, all'incirca equidistanti, che indicano il punto di fusione (sinostosi), tra le vertebre che lo compongono.
Quelli che erano i processi costiformi, nelle vertebre lombari, nel sacro si fondono dando vita ai fori sacrali, punto di immissione nel canale sacrale per il passaggio dei rami anteriori dei nervi spinali sacrali. La faccia posteriore del sacro, convessa, è assai accidentata e, sulla linea mediana, presenta la cresta sacrale mediana, originata per fusione dei processi spinosi che generano il sacro. Negli ultimi segmenti sacrali, tuttavia, la cresta sacrale e le docce che le corrono accanto, non sono presenti, essendo sostituite dallo hiatus sacrale; ciò a causa della mancanza della porzione laminare in queste vertebre. Le facce laterali del sacro sono slargate in alto, dove presentano una superficie articolare per l'osso dell'anca, la faccetta auricolare. Al di dietro di questa è visibile la tuberosità sacrale, punto d'impianto di numerosi legamenti.

La base del sacro presenta una superficie ovale, punto in cui si articola con il corpo della quinta vertebra lombare. Ai lati della superficie articolare per il corpo della 5° vertebra lombare , scorgiamo due superfici lisce, di forma triangolare, rappresentano le ali del sacro. Il punto di articolazione con la base del coccige è fornito da una faccetta ellittica posta alla base dell'osso sacro.

Il coccige

È l'ultimo elemento della colonna vertebrale, si unisce al sacro e, come quest'ultimo, è il frutto della fusione di 4/5 vertebre. Fenomeno rilevabile dalla presenza di solchi sulle sue superfici. Completa l'ultimo tratto della parete posteriore della pelvi. Presenta una base, un apice, due facce e due margini. La base si articola o si fonde con l'apice del sacro. L'apice del coccige piega in basso ed anteriormente e, spesso, devia dalla sua linea mediana.