Antropologia
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Antropologia

La comparsa dell'uomo e le tappe evolutive che hanno portato alla specie umana così come è nota ai giorni nostri. I processi di adattamento all'ambiente e i parametri per la determinazione dello stress subito.

Cerca tra i nostri articoli

Ominidi e ominoidei

La Paleoantropologia si occupa di ricostruire l'evoluzione umana attraverso lo studio dei reperti ossei. Quasi sicuramente gli Ominidi, categoria nella quale è racchiuso anche l'uomo attuale, oltre che i suoi predecessori dai quali si è evoluto, sono comparsi per la prima volta nell' Africa tropicale o sub-tropicale come evoluzione di qualche scimmia antropomorfa. Questa affe

Evoluzione a mosaico

L'esame del famoso resto scheletrico denominato Lucy ha consentito di verificare come l' evoluzione dei primi ominidi sia stata a mosaico , alternando cioè in tempi diversi l'evoluzione degli arti e dell'apparato cranio mandibolare. Questa evoluzione è durata circa 1 Mya, durante il quale gli ominidi hanno mantenuto la capacità arrampicatoria e l'alluce prensile. Recenti rit

Introduzione alla paleoantropologia

La prima specie riconosciuta come appartenente al genere Homo è l' Homo habilis , ritrovata in Africa orientale e nata circa 2,4 – 1,6 Mya. I reperti fossili ad essa attribuibili sono numerosi e da questi è stato possibile ricostruire le sue abitudini e caratteristiche. Particolare importanza è stata data allo sviluppo della sua capacità cranica e alla diminuzione delle d

Homo sapiens, homo erectus

Qualunque sia stato il processo evolutivo dell'homo erectus è unanime parere che da questo si sia evoluto in Africa ed in Europa, circa 0,5-0,6Mya, dando origine all' Homo sapiens . Caratteristica di quest'ultimo è una capacità cranica nettamente superiore pur mantenendo un'arcata sovraorbitaria massiccia e altre caratteristiche che richiamano all'homo erectus. Questa prima li

Antropometria, determinazione del sesso e dell'età

È l'insieme delle tecniche per la misurazione dello scheletro e del vivente. Nell'individuo ritroviamo punti impari (posti sul piano sagittale), e punti pari. Queste misure danno come risultato dei valori numerici definiti come misure assolute. Il rapporto tra due misure origina il cosiddetto indice , che da utili informazioni sul morfotipo. In base agli indici, ogni

Indicatori di stress

Rilevare i vari stress subiti da un individuo e di fondamentale importanza, se si pensa che da essi è possibile ricostruire il tipo di lavoro, di alimentazione e di adattamento all'ambiente circostante. A tal proposito distinguiamo cinque categorie principali di rilevatori di stress: Indicatori di stress cumulativi : mortalità e disturbi di crescita, rilevabili analizzando i

Indicatori di stress - seconda parte

Le articolazioni sono spesso colpite da infiammazioni di varia origine, spesso determinate da un'ipersollecitazione delle giunture a causa di intenso lavoro. Ciò può causare osteoartrosi con formazione di calli ossei tra le giunture poste a contatto. L'artrite reumatoide è un'altra infiammazione tipica delle giunture prossimali tra falangi, le ginocchia, i polsi, le anche, l

Caratteri antropologici

I caratteri antropologici in senso stretto sono tutti quelli che i genitori trasmettono ai figli. Tuttavia distingueremo tra caratteri fisici, trasmessi su base poligenica, e caratteri genetici sensu striato, trasmissibili su base monogenica. Ad ogni modo i caratteri fisici manifestati dall'individuo (fenotipo), sono la risultante fra le caratteristiche fornite dai genitori (genoti

Le fasi di accrescimento dell'individuo

Nel ciclo ontogenico distinguiamo due fasi principali: l'accrescimento intrauterino ed extrauterino. L'accrescimento intrauterino si divide in due fasi: embrionale e fetale. Nella prima partiamo dalla segmentazione dell'ovulo e dalla specializzazione dei tessuti, sino a giungere fino a circa 8 settimane dopo la fecondazione. Segue l'accrescimento fetale. L'accrescimento extraute

Variazione delle curve di accrescimento

Molteplici studi hanno evidenziato l'importanza dell'ambiente in cui un individuo si accresce, rispetto al suo fenotipo, alla rapidità di accrescimento e all'inizio della maturazione. Ricerche effettuate presso i neri dell'Africa sub-sahariana e sui neri americani, hanno dimostrato come l'iniziale vantaggio nell'accrescimento (durante i primi due anni di vita), tenda a scompari

L'adattamento umano all'ambiente

Una statura maggiore conferisce all'individuo una migliore capacità di disperdere il calore , ciò farebbe pensare quindi che questa sia una caratteristica tipica degli abitanti delle regioni calde, invece ritroviamo popolazioni dalla statura rilevante anche presso gli scandinavi (ad esempio). Questo dato ci aiuta a comprendere che, in realtà, la correlazione tra latitudine e statu

La pigmentazione

Fu tra i primi aspetti presi in considerazione per effettuare un distinguo tra le razze. Già Aristotele se ne interessò nel III secolo a.C., provando a fornire una prima interpretazione. Ma bisogna attendere il XIX secolo per definire tale pigmento melanina e per verificare che la differenza tra bianchi e neri è di natura quantitativa e non qualitativa. Alla fine di tale secolo ven

Altre variazioni morfologiche e adattamenti umani

Dimensioni e geometria cranica vengono chiamate in causa nel processo di termoregolazione. I fattori geografici più determinanti sulle variazioni della forma cranica sono la radiazione solare e le temperature minime invernali. Anche la forma di occhi e capelli è stata associata alla termoregolazione. Per quel che riguarda i capelli, ad esempio, distinguiamo 3 tipi di impianti cutan

L' adattamento umano ai diversi ambienti

Pur essendo stato merito delle sue capacità biologiche e culturali l'essere riuscito ad insediarsi in posti dalle caratteristiche ostili, comunque l'uomo ha in un certo senso sviluppato genotipi diversi in relazione all'ambiente nel quale si è stanziato. Adattandosi per poterci vivere meglio. Esaminiamo in che modo nelle diverse zone:  Le aree circumpolari si estendono nel no

L' adattamento umano ai diversi ambienti - seconda parte

Ambiente tropicale di savana e semiarido Le aree interessate da questo tipo di ambiente sono caratterizzate da piogge stagionali alternate a stagioni molto secche. Il tipo di ambiente della savana è caratterizzato da erbe folte e qualche albero. Probabilmente questo è l'ambiente originario dell'uomo. I popoli dell'Africa che vi abitano sono caratterizzati da alta statura e propor

L'evoluzione della struttura scheletrica

L'attuale struttura scheletrica dell'uomo è il risultato di migliaia d'anni di evoluzione in cui l'organismo, per adattarsi selettivamente alle dinamiche ambientali, ha dovuto modificare la propria conformazione. Dal nostro più antico discendente, l'Australopithecus africanus, non alto più di un metro e cinquanta centimetri, già bipede, avrà inizio il processo di ominizzazione c