Fitness: cosa significa davvero?
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Fitness: cosa significa davvero?

Il termine fitness è comunemente associato al benessere fisico. Ma da dove viene il termine fitness? Cos'è la fitness darwiniana?

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Fitness: cosa significa davvero?

Fitness è un termine usato ed abusato negli ultimi anni per definire qualunque cosa potesse riguardare bellezza, salute o benessere. Nell'ultimo ventennio questo termine è stato impiegato sempre più spesso per esprimere uno stato di benessere fisico, il raggiungimento della forma fisica di un individuo, oppure qualunque strumento, nel senso più ampio del termine, implicabile nel perseguire questo obiettivo.

Fitness è lo slogan per promuovere le novità del momento riportando la nostra attenzione ad una idea di benessere. Tutti pensano fitness e vogliono essere fitness. La pubblicità e il marketing mettono questo termine in ogni angolo perché ormai è talmente radicato nella mente delle persone che tutti sanno cosa significa e tutti vogliono essere "fitness"! O no?

Il dubbio è lecito, in quanto cosa significa veramente fitness non è cosi intuitivo come convenzionalmente si crede.

Fitness e medicina

Il termine fitness deriva dall'aggettivo inglese fit (adatto) e viene abitualmente tradotto ed interpretato nel linguaggio comune con termini quale idoneità fisica, capacità fisica, buona preparazione fisica o stato di adeguata forma fisica. Fitness viene spesso identificato con l'idea di un corpo in salute.

Salute è già un concetto alquanto articolato e viene definita nella Costituzione dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, come:

stato di completo benessere fisico, psichico e sociale e non semplice assenza di malattia

quindi qualcosa di complesso, di non semplice comprensione, in quanto soggetto a considerazioni molto profonde.

La ricerca e il mantenimento della salute sono obiettivi alla base dell'attività dall'Organizzazione Mondiale della Sanità e sono oggi considerati un diritto universale dell'uomo. Questo diritto viene promosso tramite la cultura della salute che racchiude in sè la conoscenza di tutti quei fattori che incidono sulla stessa, quali la promozione della vita sana, la prevenzione delle patologie fisiche e psichiche, la riabilitazione, l'educazione, l'igiene ed ovviamente la cura delle malattie. Il tutto viene perseguito intervenendo su tutti quei fattori (ambientali, culturali, sociali) che possono incidere sulla salute stessa.
Intervenendo su tutti i fattori in grado di interagire con la salute stessa attraverso l'educazione e la responsabilizzazione della persona: stile di vita, abitudini e comportamenti consoni sono infatti strumenti fondamentali ed indispensabili per perseguire una condizione di salute.

Da un punto di vista medico quindi fitness viene inteso come condizione di benessere, di buono stato di forma fisica. Condizione raggiungibile con uno stile di vita consono attraverso una sana attività fisica, una corretta alimentazione e vita sobria.

Fitness e attività motoria

Il fitness viene invece ampiamente considerato in un contesto prettamente fisico, come concetto legato all'attività motoria e viene inteso come qualsiasi attività mirata migliorare la propria condizione fisica in generale senza fini sportivi. Di conseguenza la persona che pratica fitness cerca il raggiungimento di obiettivi prettamente estetici o salutistici e non di performance fisica. Pertanto viene considerata come tale qualunque attività motoria, adattata alle capacità della persona, svolta per raggiungere questo fine. In quanto è assodato che la corretta attività fisica è pratica fondamentale per raggiungere questi obiettivi.

In ambito prettamente sportivo fitness viene quindi identificato con lo stato generale di salute, forma fisica e benessere dell'organismo derivante dall'abitudine delle persone a svolgere regolare attività motoria.

Fitness, biologia e fisiologia

Ma Fitness è in realtà un concetto molto più complesso ed articolato di quello che abitualmente e volgarmente viene inteso. Per capire a fondo il significato di fitness è doveroso chiarirne il concetto e comprendere come questo in realtà abbia a che fare con profondi ed articolati principi di biologia e fisiologia, integrati fra loro nel processo dell'evoluzione. Infatti fitness è un termine che indica concetti molto più profondi di ciò che abitualmente e volgarmente si esprime nel linguaggio comune utilizzando questa parola.

Il termine Fitness esprime originariamente particolari caratteristiche genetiche. Queste caratteristiche sono alla base e spiegano quei processi di natura evoluzionistica che determinano la possibilità di garantirsi una discendenza. Dietro di essi si celano le spiegazioni di tutto ciò che abitualmente si intende come stato di benessere e salute, generalmente e volgarmente indicato come fitness.

Quindi il reale significato di fitness richiede un approfondimento molto articolato di natura evoluzionistica e per essere appreso appieno richiede una ampia regressione chiarificatrice dei profondi significati implicati in questa parola.

Il concetto di fitness ha pertanto radici lontane. Infatti esso deriva dal termine inglese fit (adatto) ed in campo biologico viene inteso come idoneo all'ambiente, adatto all'ambiente in cui vive l'organismo in questione, da non confondere con il processo biologico di adattamento. Fitness è quindi un espressione usata nello studio della biologia e tanto per cominciare viene identificata come un sostantivo di genere femminile: la fitness.

La fitness è quindi un concetto di natura biologica che esprime in tale contesto la capacità di un organismo di avere successo riproduttivo e quindi di replicare i propri geni. La fitness rappresenta cioè l'idoneità riproduttiva di un organismo. Ossia esprime la capacità dell'individuo di essere adatto all'ambiente in cui vive e di potersi pertanto riprodurre con successo. Infatti si definisce fitness darwiniana la probabilità che un fenotipo sopravviva e contribuisca al pool genico della generazione successiva rispetto ad un altro fenotipo. Questa è la definizione originaria del termine fitness, definizione di natura genetica.

In sostanza la fitness darwiniana è una misura della superiorità riproduttiva nella valutazione di differenti individui di una popolazione di organismi viventi, che esprime di conseguenza la superiorità del pool genico esaminato rispetto agli altri.

Fitness e connotazioni sociali per il successo riproduttivo

Quindi il concetto di fitness nasce da valutazioni di natura prettamente genetica, tuttavia queste valutazioni hanno numerosi connotati anche di natura tipicamente sociali, soprattutto nel contesto umano. In realtà il contesto sociale umano presenta particolari aspetti che lo rendono estremamente interessante per valutare in esso la fitness darwiniana.

Tutti gli esseri viventi che devono condividere il proprio ambiente con altri membri della stessa specie devono necessariamente avere dei connotati sociali. In particolare proprio la riproduzione degli organismi, quando non si realizza per semplice replicazione cellulare, ma per riproduzione sessuale in cui avviene l'unione di geni provenienti da organismi differenti, come tipicamente accade negli organismi superiori, presenta connotati di natura sociale.
Più questi esseri viventi rientrano in un gradino più alto della scala evolutiva, maggiori saranno le connotazioni sociali che influenzano la fitness stessa. Quindi nel caso dell'uomo, che risiede nel gradino più alto della scala evolutiva, gli aspetti sociali della fitness hanno una grandissima rilevanza.

La fitness, da un punto di vista genetico, misura il successo riproduttivo di un corredo genetico, cioè, detto in altri termini, fra specie differenti, ma anche all'interno di una specie, ogni individuo è dotato di capacità riproduttive individuali, determinate dal particolare genotipo di cui è portatore, che lo rendono, in quanto più o meno adatto all'ambiente in cui vive, maggiormente in grado di portare a termine un ciclo riproduttivo.
I processi ereditari non sono quindi perfetti, proprio perché caratteri diversi conferiscono fitness diverse ad organismi diversi anche all'interno di una stessa specie.

Ma c'è dell'altro: la fitness darwiniana è nulla se i portatori del genotipo sono sterili o non si riproducono. La fitness di un particolare corredo genico è quindi una conseguenza degli effetti somatici e caratteristici implicati dai geni stessi, intesi come espressione genica, risposte fisiologiche all'ambiente, ma anche come comportamenti assunti. Quindi fitness esprime una capacità.

Da ciò ne consegue che organismi estremamente fecondi possono avere fitness superiori ad organismi fisicamente possenti e ben adattati all'ambiente ma poco fecondi. Un caso esemplare, spesso citato in genetica, per spiegare questo concetto è quello del mulo: questo animale risulta essere estremamente vigoroso e resistente, quindi adatto all'ambiente in cui vive, tuttavia, essendo sterile, ha fitness darwiniana pari a zero.

La sopravvivenza della specie e la sua perpetuazione sono il fine del patrimonio genetico, di conseguenza individui che riescono meglio in questo intento, individui cioè con maggiore fitness riescono ad adempiere in modo più completo a questo obiettivo di cui è portatore ogni organismo.

L'importanza della fitness è insita nello scopo della vita: perpetuare la sua esistenza tramite la riproduzione in modo che attraverso generazioni successive il genoma si possa tramandare e possa sopravvivere con esse. La continuazione dell'esistenza in termini biologici è il fine della vita, di conseguenza individui che hanno maggiore fitness sono individui più adatti alla vita e vengono premiati dall'evoluzione stessa attraverso la possibilità di riprodursi e portare avanti il proprio genoma.
Ciò che vale per gli organismi più primitivi è altrettanto valido per gli organismi superiori e maggiormente evoluti, quindi anche l'uomo, in quanto essere vivente, è soggetto a questa valutazione. Una maggiore capacità di riprodursi indica una maggior fitness, questa è la prima considerazione da tenere a mente quando si utilizza il termine fitness.

Per la vita la possibilità di riprodursi è assolutamente fondamentale in quanto senza la riproduzione la vita stessa si esaurirebbe nell'arco di una generazione. Invece esistono esseri viventi sulla terra da milioni di anni grazie alla loro capacità di riprodursi. Senza la riproduzione oggi non saremmo qui a disquisire del concetto di fitness, appare quindi evidente come questo concetto sia inopinabile, inconfutabile. Il concetto darwiniano di fitness è l'essenza di tutte le interpretazioni possibili del termine fitness, anche i concetti più moderni ed attuali che si celano dietro questa terminologia sono assoggettati a questa idea: fitness come indice della capacità riproduttiva, in quanto maggiore e migliore sarà questa capacità, maggiore saranno le possibilità dei geni dell'individuo di venire tramandati e sopravvivere. Ovviamente geni che sopravvivono nel tempo sono geni più adatti all'ambiente, di conseguenza sono geni che in un certo senso sono portatori di maggiore benessere.

All'origine, ma anche in ultima analisi quindi, fitness, che esprime concetti così ampi inerenti all'idea di benessere, altro non è che l'idoneità a riprodursi in conseguenza dell'ambiente in cui l'organismo vive. Però non è soltanto questo… fitness è molto di più!

Dietro a questo concetto sono contenute una enorme quantità di informazioni che riescono a coniugare il termine scientifico-darwiniano di fitness con il termine medico-commerciale dello stesso.