Studio delle relazioni tra esercizio fisico e percezione del dolore
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Studio delle relazioni tra esercizio fisico e percezione del dolore

Descrizione della relazione tra esercizio fisico e dolore. Cos'è il dolore? La classificazione del dolore, i nocicettori, le vie del dolore. Analisi di un protocollo sperimentale per rilevare la soglia del dolore

Cerca tra i nostri articoli

Esercizio fisico e percezione del dolore

Nell'esercizio fisico, il dolore e la fatica sono delle sensazioni spiacevoli, ma ci indicano fino a che punto possiamo spingerci con il nostro corpo senza subire dei danni. Imparare a conoscere queste sensazioni ci permette di sapere cosa sta succedendo nel nostro organismo e ci consente di superare i nostri limiti senza rischiare traumi o infortuni. Il dolore non è un meccanismo

I nocicettori

Essi sono di vario tipo e sono attivati da stimoli e sostanze di vario genere: 7 Dolore meccanico Si considerino come esempio gli eventi che si verificano quando si appoggia il piede su una puntina da disegno. La membrana dei nocicettori si modifica piegandosi e si aprono i canali ionici che causano la depolarizzazione della cellula e la generazione dei potenziali d'azione. In

Modulazione del dolore

Si è accennato in precedenza alla grande variabilità interindividuale e intraindividuale che caratterizza la percezione del dolore. Nello stesso individuo, uno stimolo di intensità fissa può causare più o meno dolore se viene applicato in punti diversi del corpo, in momenti della giornata diversi o in condizioni fisiologiche diverse. Questo perché uno stesso livello di attività dei

Esercizio fisico e modulazione del dolore

Si è scoperto che la sensibilità al dolore è alterata dopo l'esercizio fisico. Molti studi riportano una diminuzione della percezione del dolore durante e dopo l'esercizio. Tuttavia, al momento non si sa se c'è un'intensità specifica alla quale bisogna essere sottoposti durante un esercizio per avere un effetto ipoalgesico nell'organismo. Esercizi aerobici quali corsa e ciclismo so

Il ruolo dell'attenzione

Studi neurofisiologici mediante risonanza magnetica funzionale (FMRi) hanno analizzato le differenze nell'attivazione di varie aree cerebrali deputate all'elaborazione del dolore in relazione a stati di attenzione o di distrazione. Per esempio Bantick ha somministrato dolore ad un gruppo di soggetti mentre eseguivano un test attentivo (simile al test di Stroop) e successivamente, m

Test incrementale massimale al cicloergometro

Uno degli scopi di questo studio è di analizzare l'andamento e le variazioni della percezione del dolore di un atleta in una gara. I soggetti sono stati quindi sottoposti ad un test da sforzo massimale che stressasse il loro sistema cardiocircolatorio e locomotore per osservare quali possibili effetti ci possano essere sul sistema nocicettivo. Questo test consente l'analisi dell'ar

Materiali e metodi

L'esperimento esposto in questa tesi è stato eseguito nel laboratorio di fisiologia del Dipartimento di Scienze Mediche e Biologiche (Università degli Studi di Udine). Sono stati reclutati 19 volontari sani, di cui 9 ciclisti e 10 non ciclisti (età media ciclisti: 29,4 ± 7,2 ; età media non ciclisti: 25,9 ± 10,1). Ciascun soggetto veniva sottoposto a visita medica e gli veniva spie

Risultati

Figura 3.1 Tabella complessiva dei dati. I dati sono divisi per gruppo (ciclisti e controlli). Per ogni soggetto è riportata la soglia di percezione del dolore a riposo (PRE), subito dopo l'esercizio (POST) e quindici minuti dopo l'esercizio (POST 15) espressa in kg/mm 2 . Sono presenti i valori metabolici di massimo consumo di ossigeno (VO 2 max) normalizzato per chili di

Discussione

Si è visto che l'attività fisica ha un ruolo fondamentale nel modulare il dolore. Gli esperimenti e la nostra esperienza confermano che durante e in seguito a un esercizio, la nostra percezione del dolore è diminuita e le nostre soglie del dolore aumentate. Lo scopo dell'esperimento era quello di studiare le variazioni della percezione del dolore causate dall'attività fisica e valu

Bibliografia

1 Shatzky S, Moses S, Levy J. Congenital insensitivity to pain with anhidrosis (CIPA) in Israeli-Bedouins: genetic heterogeneity, novel mutations in the TRKA/NGF receptor gene, clinical findings, and results of nerve conduction studies. Am J Med Genet. 2000 Jun 19;92(5):353-60. 2 Paolicchi A. Il Management del dolore nel paziente con lesioni osteoarticolari tra