Contusio cordis
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Contusio cordis

Le manifestazioni frequenti della contusio cordis sulle strutture cardiache e i traumi sull'aorta.

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Le manifestazioni più frequenti nella contusio cordis sono: sull'emopericardio. La membrana che avvolge il cuore è costituita da due foglietti, viscerale e parietale, all'interno dei quali è contenuto il liquido pericardico che consente lo scivolamento dei due foglietti senza attriti. In caso di trauma si può avere il riversamento di liquido ematico in questo spazio a causa della rottura di qualche vaso passante.

Il liquido che si forma può ostacolare lo scivolamento con conseguente riduzione di riempimento del cuore in fase diastolica con conseguente aumento della pressione del circolo venoso polmonare. In questo caso gli scambi gassosi saranno più difficoltosi e può esserci un riversamento di liquidi all'interno del polmone (edema polmonare) e difficoltà respiratorie.

Nei casi più gravi, con forte fuoriuscita di liquido ematico, la distensione cardiaca può essere a tal punto compromessa da portare alla morte.
Sull'aorta. Anche l'aorta può andare incontro a rottura a causa di simili traumi. Se il tratto dell'aorta che si rompe è quello intrapericardico la morte sopraggiunge rapidamente a causa della forte pressione esercitata dal sangue sulle pareti cardiache. In altri casi si può avere un ematoma intraaortico o una dissezione aortica, soprattutto in soggetti con patologie predisponesti.

Anche le corde tendinee che ancorano le valvole ai muscoli papillari possono rompersi, o si possono lacerare i lembi valvolari. La conseguenza è una insufficienza valvolare non essendo più in grado di evitare il riflusso sanguigno dal ventricolo verso l'atrio.

La lacerazione di una delle corde della valvola mitrale è più grave rispetto a quello della mitrale e, fortunatamente, meno frequente poiché il ventricolo dx è posto davanti rispetto al sx. e quindi nei traumi diretti a meno probabilità di rottura. I sintomi sono generalmente costituiti da dissociazione elettromeccanica, il cuore non si contrae, difficoltà respiratorie, palpitazioni, aritmie e raramente la morte improvvisa.