Taping neuromuscolare
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Taping neuromuscolare

Il taping neuromuscolare può essere un valido aiuto nel trattamento di diverse problematiche muscolari, sia in campo sportivo che fisioterapico, associando alla semplicità l'efficacia dell'applicazione.

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Definito anche bendaggio neuromuscolare, il taping neuromuscolare è una benda adesiva di cotone elastico che, applicata sulla cute, permette, grazie alla sua elasticità, di trarre diversi benefici, sia a livello sportivo che fisioterapico.
In campo sportivo, per esempio, può aiutare a decomprimere lo strato cutaneo e muscolare migliorando lo stretching, o ancora, nel reflusso sanguigno, nello smaltimento di metaboliti accumulati, andando a favorire un miglior recupero muscolare.
Anche in campo medico le applicazioni possono essere varie: miglioramento della circolazione linfatica, riduzione dell'infiammazione e inibizione, a seconda della fonte scatenante, di ulteriore dolore.

I muscoli si estendono e si contraggono con ogni singolo movimento, entro i limiti naturali, ma in caso di infortunio i muscoli possono andare incontro ad un processo infiammatorio; di conseguenza il muscolo si presenterà gonfio, rigido e saranno così coinvolte anche quelle strutture che caratterizzano la muscolatura e la cute come i linfonodi e le strutture nervose che risulteranno compresse.

Ricapitolando, verrà meno la funzionalità delle strutture suddette, oltre al dolore e disfunzioni circolatorie e linfatiche.
Il dolore infatti è provocato anche dalla compressione dei recettori situati sotto la pelle, causando una ridotta comunicazione nervosa.

Come funziona il bendaggio?
Grazie all'esecuzione di precise manovre base, si andrà ad applicare il tape seguendo, a seconda dei casi, una percentuale di tensione data all'elastico al momento dell'applicazione, una direzione di applicazione e i tagli.

Il tape aiuta a creare delle caratteristiche circonvoluzioni, in modo da aumentare lo spazio interstiziale; il risultato è una riduzione della pressione che permette una migliore circolazione sia sanguigna che linfatica nonché una decompressione delle strutture nervose, aiutando a ridurre il dolore provocato dall'edema; tra questi benefici va aggiunto il miglioramento del recupero muscolare quindi della performance sportiva.

Quando il corpo andrà a muoversi con il fisiologico allungamento, stiramento e accorciamento muscolare, il tape simulerà l'azione di pompa facilitando e migliorando la circolazione sanguigna e linfatica.
In conclusione le funzioni del tape sono: sensitive e muscolari, come la riduzione della pressione sui recettori chimici, della fatica muscolare o dell' insorgenza di crampi, grazie alla capacità di far fluire metaboliti muscolari; linfatiche, come già accennato, con un miglioramento della circolazione anche sanguigna, quindi una riduzione nella formazione di edemi; infine una funzione articolare, come una miglioramento dell'ampiezza di movimento e coadiuvante nell'ambiente fisioterapico.