Semeiotica applicata
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Semeiotica applicata

La semeiotica applicata a problematiche di natura patologica di pertinenza o interesse dello sportivo. Le patologie cardiache e respiratorie. Fenomenologia e diagnosi della carenza di coenzima Q 10.

Cerca tra i nostri articoli

Introduzione alla semeiotica

La semeiotica è la scienza che studia i segni delle malattie ,cioè le quelle indicazioni direttamente dedotti dal medico per valutare le condizioni fisiche del soggetto (palpazione, ascultazione ecc.). I segni devono esser principalmente distinti dai sintomi perché questi rappresentano ciò che il paziente sente, ma che il medico non può verificare tramite i suoi organ

I muscoli e il sistema nervoso

I muscoli (mm) hanno tra le loro molteplici funzioni quella di mantenere la temperatura corporea in un range predefinito, per evitare condizioni patologiche quali la febbre (> 37°) o addirittura la morte (< 25°). Per questo motivo i muscoli hanno sempre un tono cioè la contrazione delle loro fibre avviene sempre ,anche se non abbiamo il movimento visibile; soltanto qu

Cuore e apparato circolatorio

Il cuore è un muscolo con funzioni ben diverse: attraverso il passaggio dell'eccitazione del miocardio specifico e poi del comune (contrazione muscolare) partecipa infatti nelle distribuzione di sangue all'intero organismo, prendendo così il nome di pompa cardiaca. Tutte le malattie cardiache comportano una riduzione della riserva sanguigna e assieme a quelle dei polmoni limitano l

Altre patologie cardiache

Èuna malattia coronaria nel senso che questi vasi non riescono più a portare sufficiente nutrimento per il cuore. La pressione sanguigna dipende dall'acqua nel sangue, cioè in casi di maggior portata di questo liquido (ad esempio quando abbiamo una alimentazione con troppo sale) la pressione sulle pareti dei vasi aumenta e il cuore fa più fatica a lavorare. Nei primi anni di

Patologie dell'apparato respiratorio

L'unità funzionale dell'apparato respiratorio è l'alveolo, al quale è deputata la funzione di scambio dei gas (ossigeno e anidride carbonica) cataboliti e anaboliti (contrazione muscolare) del nostro organismo. Gli alveoli sono dei sacchetti rivestiti da cellule piatte, molto vicine tra loro e rivestite da un sottile strato di connettivo (surfattante). Lo scambio di gas tra atmosfe

Patologie dell' apparato respiratorio - seconda parte

Insufficienza respiratoria È una patologia nella quale non vi è una efficienza polmonare negli scambi gassosi, e la pressione parziale dell'ossigeno scende sotto i 60 mmHg. La diagnosi avviene tramite una gas-analisi nelle parti dove il sangue è pulito (l'aorta); la normalità è il 20% di ossigeno in 100 ml di sangue (quando la quota è 25% causa morte istantanea-tossicità d

Patologie dell' apparato respiratorio - terza parte

Lo spazio morto Lo spazio morto è quell'aria umidificata sempre presente all'interno dei nostri polmoni che non partecipa agli scambi gassosi; quando la ventilazione è troppo frequente questo spazio cammina su e giù per la trachea. La quota di aria che rimane all'interno dell'apparato respiratorio viene utilizzata ad esempio nella respirazione bocca-a-bocca. Misurandola è di circa

Equilibrio dei liquidi corporei

L'acqua all'interno dell'organismo ha una quota del 60% rispetto al totale (nei bambini arriva al 70%), circa i 2/3, e il 30%-40% di solidi, diciamo 1/3. Nell'acqua presente bisogna fare una distinzione: 1/3 è acqua intracellulare 2/3 è acqua extracellulare, cioè l'acqua interstiziale più quella del sangue L'equilibrio dei liquidi è una importante funzione del nostro corpo pe

Carenza di coenzima Q10 e terapia ipolipidemizzante

Il CoQ10 ( Ubidecarenone ), scoperto nel 1957 nell'Università del Wisconsin da Crane e coll., è un essenziale componente della catena respiratoria mitocondriale, dove funziona da tramite obbligato tra le deidrogenasi flaviniche e i citocromi nella produzione di nucleotidi ad elevata energia (ATP). Inoltre, come abbiamo dimostrato dal punto di vista "clinico" in numerose ricerche,

Carenza di coenzima Q10 e terapia ipolipidemizzante - seconda parte

Fisiopatologia della sindrome semeiotico-biofisica da carenza di CoQ10 La sintomatologia clinica da carenza di CoQ10, non sempre presente, è aspecifica e concomitante ai segni della patologia di base. La causa è, del consumo e/o della ridotta sintesi e/o del ridotto assorbimento intestinale dell' ubidecarenone : astenia neuro-muscolare-psichica, generale spossatezza, facile affati

Fenomenologia e diagnosi della carenza di CoQ10

Quanto segue, ennesima espressione dell'importanza clinica della valutazione semeiotico-biofisica dell'attività biologica interessa principalmente il medico. Tuttavia, il lettore comune può comprenderne certamente i concetti fondamentali e la loro utilità nel prevenire severe carenze di ubidecarenone in pazienti con bassi livelli tessutali di Co Q10 che sono sottoposti a terapia a

Fenomenologia e diagnosi della carenza di CoQ10 - seconda parte

5. Potenziali Neuronali Evocati Il soggetto da esaminare è invitato a premere rapidamente ed intensamente il pollice contro l'indice mentre il medico esegue la pressione digitale (dito posizionato trasversalmente) o manuale. Tale pressione avviene sopra il nervo mediano a livello della superficie interna del braccio omolaterale, subito sopra il gomito. Nel sano il tl del rif

Fenomenologia e diagnosi della carenza di CoQ10 - terza parte

La sindrome da carenza di CoQ10 è veramente frequente, ma spesso asintomatica oppure caratterizzata da astenia, attribuita erroneamente ad altre cause. Essa è presente nei forti fumatori (20 o più sigarette al giorno) in ipertesi, in ipotiroidei, magari trattati con dosi insufficienti di tiroxina, nei diabetici , nei pazienti con iper-dis-lipoproteinemia, ai quali viene somm