Diabete gestazionale e attività fisica: camminare
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Diabete gestazionale e attività fisica: camminare

La ricerca ha dimostrato che un programma strutturato di camminata a bassa intensità apporta significativi benefici in caso di diabete gestazionale. Descrizione del programma di allenamento

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Diabete gestazionale e attività fisica: camminare

Diversi studi hanno dimostrato che un programma strutturato di camminata a bassa intensità seguito 3-4 volte a settimana per un minimo di 6 settimane è efficace nell'abbassare complessivamente la concentrazione di glucosio capillare nelle donne con diabete gestazionale.

Questo è il primo studio ad aver sviluppato la prescrizione di un esercizio di pratico utilizzo per la cura professionale della salute e del diabete gestazionale nelle donne.

Un esercizio pratico in quanto prevede un equipaggiamento minimo.

Precedenti studi hanno esaminato gli effetti di esercizi durante il diabete gestazionale svolti ad un'intensità del 55% della massima capacità aerobica(VO2 max). Tali esercizi non apparivano significativamente efficaci nel ridurre i valori di glucosio ematico.

L'intervento è stato proposto a 2 gruppi; un gruppo seguiva una terapia con diete e insulina, e l'altro gruppo dieta ed esercizi.

Il gruppo degli esercizi si allenava 3 volte a settimana sulla cyclette orizzontale al 50% della VO2 max.

L'esercizio consisteva in tre periodi di 15 min di esercizio con 2 pause di 5 min, in cui il feto veniva monitorato.

A studio concluso, il gruppo degli esercizi era capace di mantenere la glicemia e di non richiedere la terapia insulinica.

Ad ogni modo, i programmi di esercizi sviluppati da questo gruppo potevano solo essere utilizzati da donne con la disponibilità di un cicloergometro.

Per questo motivo si è proposto di ristrutturare l'esercizio attraverso un programma di camminata, diretto a controllare le concentrazioni di glucosio capillare con specifici obiettivi riguardanti il numero dei passi, così da procurare un pratico programma di esercizio per donne con diabete gestazionale.

Si raccomandano almeno 2600-4200 passi al giorno per 3-4 volte a settimana cominciando con 25 minuti di camminata e incrementando di 2 min a settimana fino a realizzare 40 minuti di cammino. Un esercizio questo che, data l'intensità del programma, potrebbe essere suggerito a donne precedentemente sedentarie o in sovrappeso.

Le sessioni di camminata sono sembrate avere un effetto acuto come provato dalle concentrazioni capillari nel glucosio che cadono da una media di 2.0mmol L-1 dall'inizio alla conclusione di un periodo acuto dell'esercitazione. In più,le concentrazioni capillari medie nel glucosio 1 h dopo i pasti erano significativamente più basse.

La camminata può tranquillamente migliorare la rimozione del glucosio andando ad indebolire il picco che sarebbe stato realizzato in assenza dell'esercitazione.

Il programma di camminata non è sembrato avere alcun effetto contrario sul neonato. (Margie H Davenport, 2008)

Camminata su pedana

In un altro studio riguardante un protocollo di camminata su pedana mobile, le partecipanti hanno svolto un preriscaldamento a 40 m/min-1, seguiti da periodi di 4-5 min di camminata a 4 differenti velocità (54,67,80 e 94 m/min) e da un periodo di raffreddamento a 54 m/min il tutto allo 0% di gradi di inclinazione.

Durante l'esercizio le donne sono state richiamate a quantificare lo sforzo percepito ogni 5 minuti.

Nessuno dei partecipanti ha segnalato sintomi negativi durante lo svolgimento di tale protocollo (Jennifer M, 2012)