Doping naturale
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Doping naturale

Analisi dei più comuni effetti collaterali riconducibili all'impiego di ormoni come sostanze dopanti in un soggetto sportivo.

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Doping naturale

L'uso del termine e'apparentemente improprio in quanto il Doping necessita di una componente chimica, ma le modificazioni ormonali che si ottengono con i farmaci possono essere ottenuti in maniera più blanda e con maggior tempo, ma sicuramente senza effetti collaterali, attraverso due componenti estremamente importanti "Il Cibo e strategie di Allenamento".
I tentativi di migliorare le prestazioni atletiche sia di tipo prettamente agonistico che per migliorare la forma fisica, perdere peso, aumentare di massa muscolare, avere una "figura più attraente"portano sia gli atleti, professionisti e non, sia il normale cliente della palestra, ad essere attratti, con l'aiuto di preparatori, istruttori e purtroppo medici, da sostanze chimiche farmaceutiche, che promettono le migliorie sopraesposte.
Naturalmente le motivazioni sono differenti, per gli atleti professionisti sono gli sponsor, il voler primeggiare e il dover sostenere allenamenti e competizioni pressanti e stressanti, che impongono l'uso di farmaci o pseudo tali come integratori di dubbia efficacia, e il mercato ne pubblicizza una quantità enorme e molto spesso inutili.
Nel caso specifico, per gli atleti professionisti, la Creatina e la Carnitina, hanno trovato ampi consensi di uso e abuso, pur con indicazioni contrastanti tra gli stessi medici e allenatori. In campo "dilettantistico" basti leggere qualche rivista specializzata di "body building"o di "fitness", che di integratori, erbe, e chi più ne ha più ne metta, se ne trovano tantissimi con un tempo di vita molto breve.
Cioè un paio di mesi si pubblicizzano in modo massiccio vantandone i risultati miracolosi del prodotto, dopo, lo stesso risulta essere poco efficace o forse un po' pericoloso.

Naturalmente le sostanze dopanti sono usate per differenti obiettivi, che vanno dall'uso degli psicostimolanti (amfetamine) che agendo sul sistema nervoso centrale ritardano il senso di fatica, aumentando il metabolismo con incremento della lipolisi e glicolisi; gli anabolizzanti di cui ho largamente scritto, per aumentare la massa muscolare e la forza per gli sport di potenza.

Betabloccanti

Con azione opposta agli stimolanti, che riducono l'ansia da prestazione, il tremore muscolare, la pressione sanguigna e il ritmo cardiaco;

I diuretici

Che aumentando l'escrezione di urina anche di litri in poche ore, permettono una rapida riduzione di peso utile in quelli sport di categorie;

Gli Ormoni Peptidici (HCG-ACTH)

Usati durante i periodi di sospensione degli steroidi anabolizzanti per ripristinare la produzione endogena di ormoni sessuali come il testosterone, molto alterati.

L'interesse per gli steroidi anabolizzanti che potrebbero facilitare l'aumento della massa muscolare, obiettivo tanto ambito dai giovani frequentatori delle palestre, o i prodotti che promettono veloci cali di peso, se possibile continuando a mangiare molto, sono in cima alle richieste del "popolo delle palestre".
Tutto questo e' molto gratificante per i gestori dei "fitness club" per le notevoli entrate economiche che si sommano a quelle già sostanziose dell'iscrizione e mensilità. Ma la realtà per quanto semplice è sempre difficile da accettare. Infatti le regole per ottenere un fisico tonico e ben proporzionato sono poche ma rigidissime come insegna la fisiologia e la biochimica umana. L'uso dei farmaci, come ho ampiamente scritto, oltre a provocare gravissimi danni all'organismo, spesso non dà i risultati sperati in quanto non supportata da un "patrimonio genetico"ideale. Se un persona non e' dotata di sufficienti recettori per anabolizzare il testosterone, l'uso di questi non porterà ad alcun miglioramento di massa muscolare, ma sicuramente a una sommatoria di problemi fisici. Il discorso diventa più pericoloso quando si cerca il dimagrimento attraverso l'uso di farmaci come gli anoressizzanti che agiscono sui neurotrasmettitori come la noradrenalina, dopamina e serotonina, inducendo modificazioni a livello del sistema nervoso centrale con conseguenze non sempre controllabili, che possono portare a patologie temibilissime e ancora di difficile risoluzione quali la bulimia e l'anorressia.
Il "doping naturale" le modificazioni ormonali senza l'uso di farmaci o integratori farmaco-simili, si basa sulla conoscenza dei principi dell'alimentazione, dei cicli circadiani degli ormoni, e delle metodiche di allenamento. Analizziamo questi due fattori che si riveleranno molto importanti per quanto sopra.