Errori comuni
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Errori comuni

Errori comuni nell'assunzione di farmaci anabolizzanti e rischi connessi all'impiego del doping.

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Errori comuni

1. Quando si usano gli steroidi non sempre il "molto" è sinonimo di "meglio". L'uso di dosaggi eccessivamente alti non solo e' pericoloso ma anche inefficace.
Mega dosi mettono pericolosamente sotto stress il fegato e i reni che si possono danneggiare o persino causare malattie gravi; bisogna capire che l'organismo può usare solo una certa quantità di steroide sintetico. Non riconoscerà ogni dosaggio eccessivo e molto spesso lo trasformerà in estrogeno. Questa quantità per la quale li sito recettoriale è completamente attivato appare ad un dosaggio sorprendentemente basso.

2. Gli steroidi non devono essere assunti per periodi superiori a 8-12 settimane senza un periodo di interruzione del ciclo. Gli steroidi riescono ad esibire il loro effetto anabolizzante in meno di 6 settimane. Il bilancio positivo dell'azoto,che e'il principale beneficio nell'uso degli steroidi, scompare dopo 6-8 settimane.

3. Ignorare il ruolo dell'alimentazione può ridurre gli effetti degli steroidi ed aumentare gli effetti collaterali. Gli steroidi anabolizzanti sono più efficaci quando usati con una dieta ipercalorica ed iperproteica.Infatti l'unico steroide che ha mostrato degli effetti anabolizzanti con una dieta ipocalorica e' il Primobolan. Quando si è sotto steroidi la dieta ottimale è consumare da 4000 a 7000 calorie. Il 60%devono essere carboidrati complessi ,il 20% di proteine ed il 20% di grassi. Gli integratori possono essere necessari per raggiungere questo scopo.

4. Per creare nell'organismo uno stato di anabolismo l'allenamento deve essere intenso e di breve durata. Se si usano pesi o macchine isotoniche il carico deve essere crescente, di 6/8 ripetizioni per serie allenando prima i muscoli a più grande superficie come pettorali,dorsali,cosce e spalle.

5. Usare i cicli per tempi brevi con sospensioni di almeno 3-4 mesi,tempo necessario per far sì che l'organismo torni normale e recuperi da gli stress patiti durante il ciclo. I siti recettoriali steroidei sono molto più attivi quando gli utilizzatori non li usano per un determinato periodo di tempo.
6. Un profilo ematico è determinante prima di iniziare l'uso degli steroidi, poter monitorare i vari parametri fisiologici e osservare l'andamento di questi valori a distanza di 6 settimane dall'inizio del ciclo. Se ci sono degli sbalzi al di sopra dei valori massimi è importantissimo interrompere il ciclo steroideo, eventualmente cambiare i farmaci o diminuendo i quantitativi del prodotto.

7. Ci sono degli steroidi che sono davvero pericolosi per l'organismo causando danni a organi interni e modificare gli equilibri ormonali a volte in modo irreversibile. Farmaci come l'Anadrol,l'Hallotestin ed il Metiltestosterone sono tra i più pericolosi.
Gli steroidi iniettabili sono,in molti casi,una scelta migliore in quanto non solo permettono un'infusione equilibrata del farmaco nel flusso ematico, ma non sono soggetti al primo passaggio, quello stadio dove uno steroide orale entra nel fegato perde moltissima della sua potenza causando molti danni al fegato. Cicli che comprendono farmaci come il Deca,il Primobolan,il Winstrol o l'Anavar risultano essere più sicuri ed efficaci.

8. Assolutamente da evitare i farmaci contraffatti, dannosissimi in quanto contengono impurità che causano infezioni ed a volte avvelenamento. Altri steroidi non contengono principi attivi e quindi non hanno alcuna efficacia. Può succedere che alcuni prodotti portano il nome di uno steroide e ne contengono un altro con effetti indesiderati come per esempio prendere un farmaco tipo Anavar che ha una quantità non molto alta di androgeni, e trovarsi gonfi per l'azione di un testosterone nascosto nel prodotto contraffatto.