Glutammina
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Glutammina

Cosa sono, quali sono, qual è il meccanismo d'azione e gli effetti determinati dai pro ormoni. Il pro GH, la fosfatidilserina - parte seconda

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Glutammina

Glutammina

È l'aminoacido più abbondante nel corpo umano. Costituisce più del 50% dell'insieme totale degli aminoacidi e il 60% del pool aminoacidico all'interno dei muscoli.
A differenza degli altri aminoacidi, che hanno un solo atomo di azoto, la Glutamina ne contiene due. Questa differenza, apparentemente secondaria, consente a questo aminoacido di svolgere diverse delle sue funzioni essenziali. Dal momento che ha un atomo di azoto che può cedere, la Glutamina può trasportare azoto nell'organismo ciò consente di neutralizzare l'acido lattico che si forma durante l'esercizio.
La Glutamina svolge un ruolo vitale nella regolazione acido-base del corpo. Lo fa attraverso due meccanismi differenti. Gli atomi di carbonio nella molecola di glutamina sono ossidati nei reni.Ciò da' origine alla produzione di ioni bicarbonato, che vengono rilasciati nel flusso sanguigno. Il bicarbonato assorbe gli ioni idrogeno dell'acido lattico e li neutralizza. L'altro meccanismo prevede la produzione di ammoniaca, che i reni fabbricano in maniera da eliminare l'acido dall'organismo.

Lo fanno disgregando alcune molecole di Glutamina, attraverso alcuni passaggi biochimici. Il prodotto che forma si lega agli ioni idrogeno dell'acido lattico, con escrezione nell'urina.Quando le concentrazioni di acido lattico sono elevate, i due meccanismi possono incrementare il consumo di Glutamina dei reni di 6-10 volte rispetto al normale. Maggiore e' la disponibilità di Glutamina più rapido e' il ristabilimento dell'equilibrio acido-base. L'esercizio fisico intenso può imporre uno stress al sistema immunitario.
Numerosi studi hanno mostrato che c'è un'incidenza maggiore di infezioni e sintomi di raffreddore dopo una sessione di esercizio intenso. Castell ha riferito nello "European Journal of Applied Physiology"che esiste un decremento nel livello sanguigno di Glutamina negli atleti di durata dopo una maratona. La riduzione si protrae per un'ora e poi la glutamina ritorna lentamente alla normalita'16 ore dopo la gara. Durante questo periodo c'è anche un calo nel numero dei linfociti (globuli bianchi) che hanno bisogno di Glutamina per una crescita ottimale. Castel ha scoperto una relazione tra il consumo di Glutamina orale e l'assenza di malattie negli atleti allenati. Anche se l'organismo produce da solo ogni giorno dai 50 ai 120 gr. di glutamina una integrazione soprattutto in periodi di intenso allenamento o durante periodi di stress, apportano notevoli benefici al sistema immunitario.