I pro ormoni - seconda parte
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

I pro ormoni - seconda parte

Cosa sono, quali sono, qual è il meccanismo d'azione e gli effetti determinati dai pro ormoni.

Autore:
Ultimo aggiornamento:

I pro ormoni - seconda parte

Pro-hGH

È uno dei supplementi orali che stimolano la produzione di GH; si tratta di una tavoletta effervescente che si sciogli in acqua e va bevuta prima della sessione di allenamento o prima di andare a letto.
Il creatore di questa sostanza il Dott.James Jamieson, ha usato la forma effervescente perché afferma che diversi studi hanno mostrato che si ottiene un aumento significativo di GH dalla Glutamina orale se la sostanza è sotto questa forma; inoltre favorisce il trasporto di altri precursori dell'Ormone della crescita, come la L-arginina, presente nel supplemento in forma di Piroglutamato, sostanza più bioattiva. Il Pro-hGH contiene anche dei composti che normalizzano la Somatostatina, un ormone che può sospendere l'attività dei recettori del GH.
Per quanto riguarda le ricerche, uno studio non ancora pubblicato ha dimostrato che gli atleti che hanno fatto uso di questo supplemento hanno registrato un aumento dell'8.5% dei livelli di IGF-1 dopo un solo giorno di utilizzo, fino ad arrivare al 36.6% dopo solo 6 giorni. È importantissimo sottolineare che la trasformazione del GH in IGF-1 è la chiave di tutto in quanto l'IGF-1 e' il prodotto anabolico fondamentale dell'ormone. Se il GH non si trasforma in IGF-1 ha un effetto blando per la costruzione della massa muscolare e per bruciare i grassi.

Fosfatidilserina

È una sostanza naturale di tipo grasso che si trova nelle membrane cellulari. È il mezzo naturale più recente per contrastare l'aumento del Cortisolo dovuto all'allenamento.Questo ormone e' molto importante per i processi di guarigione, ma nel mondo dello sport e' un ormone molto temuto.Come ho precedentemente spiegato trattando degli ormoni nella prima parte, il Cortisolo e' il principale Glucocorticoide prodotto dalle ghiandole Surrenali, il suo livello nel sangue si innalza nei periodi di stress prolungato, qualunque sia la natura di questo stress.

L'allenamento e' uno stress quindi il Cortisolo aumenta e i suoi effetti sono assolutamente controproducenti per la Performance atletica, per la massa muscolare e per l'efficienza muscolare ha funzioni cataboliche. Molti degli effetti degli Steroidi Anabolizzanti provengono dall'interferenza di tali farmaci con le normali azioni del Cortisolo nei muscoli.

Se ridurre al minimo gli effetti catabolici del Cortisolo nei muscoli e' vantaggioso molti atleti prendendo farmaci che inibiscono la sintesi del Cortisolo nel corpo esponendosi pericolosamente se si sottopongono a stress notevoli, rischiando il decesso. Uno dei farmaci che ha questo scopo e' l'Aminoglutetimide venduto con il nome commerciale di Cytadren, usato in medicina per combattere la sindrome di Cushing, associata ai tumori delle ghiandole Surrenali che secernano ACTH, ed è anche usato per alcuni tipi di cancro alle mammelle ed alla prostata.

Una volta che e' in circolo si lega, per un buon 75%, ad una specifica Alfa-2 globulina legante i glucocorticoidi chiamata Transcortina, un 15-20% con un legame più debole all'Albumina e un restante 5% rimane libero. Il Cortisolo può essere convertito nel suo analogo 11-keto, il Cortisone.

I principali effetti catabolici del Cortisolo sono la facilitazione della conversione delle proteine nei muscoli e nel tessuto connettivo in Glucosio e Glicogeno. Un eccesso di Cortisolo può portare a una perdita di tessuto osseo attraverso un aumento di escrezione di calcio e una diminuzione del suo assorbimento. Il Cortisolo induce una ridistribuzione del grasso corporeo; le estremità perdono grasso e muscoli, mentre il tronco e il volto diventano grassi.

Alti livelli di Cortisolo sono indizio di superallenamento e possono dare depressione. Può apportare ipertensione per aumento del sodio (fa apparire gonfi) ed escrezione del potassio, inoltre con l'aumentare del cortisolo si ha una diminuzione del testosterone.

La situazione cambia se si assumono Steroidi anabolizzanti che riescono a contrastare, anche in stato di superallenamento, l'aumento del Cortisolo.

Questo possiede altri effetti che modificano gli Ormoni, può inibire i livelli di Ormone della crescita (GH) stimolando i livelli di rilascio della Somatostatina, un antagonista del GH; può inibire direttamente la Gonadotropina Ipofisaria e l'ormone Tireostimolante (TSH). Così facendo può rendere resistenti a questi ormoni i tessuti oggetto degli ormoni sessuali e dei fattori di crescita. Può anche sopprimere un enzima conosciuto come 5'Deidonase, il quale converte l'ormone tiroideo T4, poco attivo in T3 attivo, o Triiodotironina. Ciò può abbassare il metabolismo e rendere arduo il dimagrimento. Il cortisolo alto per periodi di tempo prolungati può gettare nel caos il sistema immunitario e creare danni all'organismo.Un numero crescente di ricercatori crede che molte malattie saranno presto identificate come indotte da alti livelli di Cortisolo.

A differenza dei farmaci come il Cytadren, la Fosfatidilserina sembra che riesca ad abbassare i livelli di Cortisolo solo quando si sono alzati, e non sembra ridurli al di sotto della norma.