Steroidi anabolizzanti
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Steroidi anabolizzanti

Cosa sono e come agiscono gli steroidi anabolizzanti (derivati sintetici del testosterone).

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Steroidi anabolizzanti

Gli steroidi anabolizzanti sono definiti come "derivati sintetici del testosterone". Come già scritto nella descrizione del testosterone, è il principale ormone sessuale trovato nell'uomo. È un androgeno che stimola la crescita dei tessuti sui quali agisce, uno di questi è il muscolo. Il testosterone ha effetti anabolizzanti ed androgenici. I primi vengono isolati essendo gli unici che interessano direttamente il tessuto muscolare. Gli effetti androgenici sono principalmente responsabili delle caratteristiche sessuali secondarie negli uomini: peluria sul viso, voce profonda, sviluppo ed erezione dell'organo sessuale ed anche l'aggressività.

Il termine steroide anabolizzante invece di androgenico vuol dire che ci sono stati sforzi per alterare la struttura molecolare del testosterone così che il farmaco esercitasse un maggior effetto anabolizzante rispetto a quello androgenico. Negli atleti un altro beneficio, riportato come derivato dalla terapia con steroidi anabolizzanti, si riferisce all'aumento della produzione di un composto azotato chiamato creatinfosfato (CP). Il CP promuove l'immagazzinamento nella cellula muscolare di determinati enzimi tra cui l'ATP (adenosin-trifosfato). Questo enzima si decompone in ADP (adenosin-difosfato) che e' il carburante usato per muovere i muscoli.

L'ATP è un ponte tra l'energia alimentare e tutte le altre forme di energia. L'importanza degli steroidi anabolizzanti e della disponibilità dell'ATP è legata all'aumento della produzione di CP. Il Cp e' un fosfato inorganico che può legarsi all'ADP e determinare un deposito energetico nell'ATP. Quando l'ADP si combina con questo fosfato, l'energia rimane intrappolata in essi. Questa energia viene rilasciata secondo la richiesta del tessuto muscolare. Quando un individuo sta utilizzando gli steroidi anabolizzanti, è disponibile una maggior quantità di CP e ciò permette una più veloce riconversione dell'ADP ad ATP. Quindi questo ATP viene immagazzinato e verrà utilizzato, ancora una volta, come carburante quando il muscolo ne avrà bisogno.
Non e' così importante capire tutti questi termini, ma i concetti sono significativi in quanto sono responsabili di gran parte della forza guadagnata con l'uso degli steroidi. Per esempio, si pensa che "l'Anavar" aumenti significativamente la produzione di CP da parte del muscolo. Probabilmente questa e' la ragione per cui molti atleti trovano che "l'Anavar"aumenta la forza sia in presenza che in assenza di un incremento del peso corporeo. Normalmente, quando gli steroidi vengono captati dalle cellule muscolari, interviene anche un altro fattore, aumenta la ritenzione di azoto da parte della cellula muscolare.

L'azoto è un componente delle proteine. Quando l'azoto trattenuto e' superiore a quello rilasciato da parte di una cellula si determina uno sbilanciamento positivo nell'equilibrio dell'azoto, questa condizione e' sinonimo di crescita muscolare.

Un'altra azione proposta per gli steroidi anabolizzanti per quanto riguarda l'aumento della massa muscolare scheletrica, della forza e delle misure, può essere legata ad un aumento del volume ematico.
È stato dimostrato che entro due o tre settimane dall'inizio della terapia con gli steroidi anabolizzanti, il volume totale del sangue aumenta dal 10 al 20%. Questo a sua volta porta ad un maggior flusso ematico ai muscoli che lavorano durante i periodi di allenamento. Ciò determina quella che alcuni hanno definito la "pompa steroidea".