Farmaci e doping nello sport
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Farmaci e doping nello sport

Un'analisi scientifica dei farmaci utilizzati nello sport ed una disamina sul doping. Nella sezione vengono analizzate le principali sostanze dopanti, dagli steroidi anabolizzanti all'EPO. Un'attenzione particolare viene data al doping genetico

Cerca tra i nostri articoli

Cosa sono i farmaci

Un farmaco è una sostanza esogena, cioè introdotta nel corpo dall'esterno, capace di indurre modificazioni nella funzionalità di un tessuto, di un organo oppure dell'intero organismo vivente. Tali modificazioni sono di natura biochimica e fisiologica ed avvengono attraverso un'azione di tipo chimico, fisico o chimico-fisico. Un farmaco viene somministrato con lo scopo di ripri

Farmaci e sport

Il ricorso a sostanze chimiche per migliorare le prestazioni fisiche ha radici molto lontane. La voglia di vincere e primeggiare è un sentimento insito nell'uomo, inoltre la consapevolezza che i vincitori ottengono gloria, riconoscimenti e vantaggi economici amplifica questo sentimento già presente nella natura di qualunque competitore. Nessuno partecipa ad una gara senza il

Cos'è il doping

Con il termine doping si intende l'uso di sostanze o medicinali biologicamente attivi con lo scopo di aumentare le capacità fisiche e le prestazioni di un atleta. Il doping nella legislazione italiana Il doping è contemplato nel diritto italiano ed è considerato una pratica sottoposta a particolari controlli, regole e norme, tanto da essere considerato un reato penale , puni

Doping: le diverse tipologie di sostanze proibite

Non tutti i farmaci determinano un miglioramento delle prestazioni atletiche, ma soltanto una parte di essi. La lista delle sostanze proibite serve proprio a discriminare i differenti farmaci, in modo che qualunque sportivo sappia quali farmaci o sostanze attive può assumere e quali no. La lista delle sostanze proibite nello sport è stata redatta e viene aggiornata annualme

Doping: i metodi proibiti

Potenziamento del trasporto di ossigeno (classe M1) Sono proibiti i seguenti metodi: Il doping ematico , compreso l'uso di sangue autologo, omologo o eterologo o prodotti contenenti globuli rossi di qualsiasi origine Potenziamento artificiale dell'assorbimento, del trasporto o del rilascio di ossigeno , che includono, ma non sono limitati alle sostanze chimiche

Sostanze dopanti

Quali sono le sostanze dopanti? Agenti anabolizzanti Ormoni peptidici, fattori di crescita e sostanze correlate Beta-2 agonisti Antagonisti e modulatori ormonali Agenti mascheranti e diuretici Stimolanti Narcotici Cannabinoidi Glucocorticosteroidi Agenti anabolizzanti (classe S1) Sono proib

Catecolamine

La classe degli stimolanti è piuttosto vasta e include sostanze diverse fra loro per tipologia di effetti, accomunate dal semplice fatto di aumentare la permanenza in circolo di catecolamine, neurotrasmetitori con un ruolo fondamentale nel controllo delle funzioni vegetative, motorie e psichiche. Esse sono lo strumento con il quale il sistema nervoso simpatico attiva le sue funzi

Modalità d'azione degli stimolanti

Gli stimolanti sono sostanze che agiscono attivando le funzioni controllate da alcuni neurotrasmettitori che come tali hanno azione sia nel sistema nervoso centrale, sia sugli organi periferici. Le modalità d'azione degli stimolanti includono diversi meccanismi spesso sovrapposti: blocco della ricaptazione (reuptake) di noradrenalina, dopamina e/o serotonina aum

Impiego degli stimolanti nello sport

Sostanze in grado di aumentare le capacità fisiche del corpo ed in grado di agire positivamente sul carattere sono chiaramente in grado di migliorare le prestazioni fisiche di un atleta. Soprattutto in caso di sforzi di resistenza, l'azione simpaticomimetica determina una maggiore capacità di una persona di sostenere la fatica. Gli effetti fisici e psichici conseguenti all'uso

Fenilefrina

La fenilefrina è un agonista dei recettori α1-adrenergici, usato principalmente come decongestionante, come agente dilatatore delle pupille e per incrementare la pressione sanguigna, ha bassissimi effetti sul sistema nervoso centrale. Questo principio attivo è ampiamente utilizzato per uso topico nei colliri e negli spray nasali ed anch'esso è presente in molti farmaci da

Amfetamine

L'amfetamina è una sostanza sintetizzata per la prima volta alla fine dell'ottocento, ma non fu utilizzata in terapia fino agli anni 30 quando venne impigata per curare la narcolessia. Per effetto dell'elevata azione psicostimolante fu ampiamente utilizzata dai soldati durante la seconda guerra mondiale per combattere la fatica e migliorare il rendimento sul campo di battaglia.

Effetti delle amfetamine

Le amfetamine aumentano la concentrazione, la motivazione e le capacità motorie , riducono il senso di affaticamento, prevengono la fatica e tolgono l'appetito. è ovvio che questi effetti sono cercati nello sport per vincere una competizione, in particolare nelle discipline ad impegno anaerobico danno i migliori risultati, in quanto il maggior rilascio di neurotrasmettitori de

Amfepramone (dietilpropione)

L'amfepramone è un farmaco usato come coadiuvante nella perdita di peso per il trattamento a breve termine dell'obesità, in quanto è un soppressore dell'appetito. Le sue azioni sono simili a quelle dell'amfetamina: è uno stimolante del sistema nervoso centrale con azione simpaticomimetica in quanto promuove il rilascio di adrenalina, ma le sue azioni possono coinvolgere anch

Bromantan (bromantane)

Il bromantan conosciuto anche come Ladasten è uno stimolante sviluppato in Russia (la maggior parte dei riferimenti all'agente sono in russo). Ci sono stati diversi test antidoping positivi per bromantan alle Olimpiadi di Atlanta e di Sydney , dopo che questa sostanza è comparsa nella lista di quelle proibite. Il bromantan è un inibitore del reuptake di serotonina e dopamina e i

Metamfetamine

La metamfetamina nasce come decongestionante nasale , poi scoperti i forti effetti sul sistema nervoso centrale, divenne sostanza d'abuso assunta per non sentire la fatica e restare svegli dai lavoratori manovali nelle aree meno sviluppate, successivamente divenne sostanza d'abuso per il divertimento, per ballare e vivere la notte. La metamfetamina agisce come l'amfetamina, pe

Altre drugs designer

Oltre alle sostanze principali esiste una ampia gamma di molecole derivanti dalla metamfetamina ed utilizzate a scopi ricreativi e performanti nello sport, tra queste vi sono MDA (metlendiossiamfetamina), MDEA, para-metossimetamfetamina (PMMA), 4-metiltioamfetamina (4-MTA) e numerose altre sostanze di sintesi già create o che verranno create negli anni futuri da laboratori cla

Prolintano

Il prolintano ha azione e struttura simile all'amfetamina , è anch'esso un inibitore della ricaptazione di noradrenalina e dopamina ed è stato studiato per migliorare le funzioni cognitive. Il prolintano è un blando stimolante con un basso profilo di rischio, presenta bassa attività a livello periferico e pertanto non è particolarmente efficace come ergogeno, infatti diversi s

Cocaina

La cocaina è un alcaloide estratto dalla pianta sudamericana della Coca . La cocaina è uno stimolante del sistema nervoso, questa sostanza incrementa il senso di veglia, sopprime sonno e appetito, miglior l'umore ed aumenta la resistenza alla fatica migliorando le capacità fisiche anche negli atleti, soprattutto negli sport di endurance. Ad alti dosaggi porta a tremori, ans

Metilefedrina

La metilefedrina eè un derivato dell'efedrina utilizzata in alcuni paesi come antiasmatico e decongestionante nasali. Per esempio l'Asdrin in giappone contiene metilefedrina, Questa sostanza ha struttura simile all'efedrina e presenta proprietà ed effetti simili, anch'essa è considerata doping secondo l'attuale normativa se la concentrazione nelle urine supera i 10 μg/ml

Mefentermina

La mefentermina è un altro derivato dell'amfetamina con minore attività sul sistema nervoso centrale. Questa sostanza è un vasocostrittore simpaticomimetico utilizzato per trattare l'ipotensione sotto anestesia e come decongestionante nasale, è anche cardiotonico ma non trova impiego terapico come tale. La mefentermina è uno stimolante adrenergico indiretto in quanto promuove

Modafinil, adrafinil, armodafinil

Il modafinil è uno stimolante del sistema nervoso centrale impiegato per la narcolessia, altri disturbi del sonno e l'ADHD. Questa sostanza viene commercializzato in Italia come Provigil, in altri paesi come Modalert, Alertex e Modapro. L'armodrafinil (Nuvigil) è l'isomero R farmacologicamente più attivo del modafinil. L'> adrafinil è uno stimolante simile al modafinil util

Oxilofrina (ossilofrina)

L'ossilofrina è un simpaticomimetico usato per trattare gli stati ipotensivi, con azioni simili a quelli dell'efedrina. Questa sostanza favorisce il rilascio di noradrenalina ed ha pertanto attività noradrenergica indiretta. La sua principale attività è a livello cardiaco dove presenta azioni inotrope e cronotrope positive (aumenta frequenza e gettata cardiaca). La sua maggio

Agenti nootropi

Gli agenti nootropi migliorano la funzione cognitiva e sono utilizzati per limitare il declino cognitivo e la perdita di memoria legati alla senescenza (ad esempio, nella malattia di Alzheimer) o per migliorare la perfusione cerebrale. Sono stimolanti del sistema nervoso centrale ma non sono simpaticomimetici in quanto non agendo su dopamina e noradrenalina presentano attivit

Beta2-agonisti

I β2-agonisti sono farmaci che attivano selettivamente i recettori adrenergici di tipo β2 e vengono impiegati nel trattamento dell'asma e di altre patologie polmonari. L'attività di queste sostanze favorisce il rilassamento della muscolatura liscia, producendo broncodilatazione e vasodilatazione muscolare e di altri organi interni. Sviluppare sostanze con attivi

Clenbuterolo

Il clenbuterolo, venduto in Italia come Monores ed in altri paesi come Spiropent, è un agonista β2 a lunga durata d'azione particolarmente potente, usato nel trattamento dell'asma. Oltre a svolgere l'attività antiasmatica, questa sostanza aumenta la frequenza cardiaca e favorisce il dimagrimento agendo anche sui recettori β3. I recettori β3 sono presenti nel tessut

Salbutamolo

Il salbutamolo è il β2-agonista a breve durata d'azione maggiormente utilizzato e conosciuto, è il principio attivo contenuto nel Ventolin . Viene somministrato sia negli inalatori, che come farmaco orale ed anche tramite iniezioni per ridurre broncospasmi e trattare l'asma. Ad alto dosaggi oltre agli effetti collaterali tipici di questa classe di sostanze può produrre ip

Beta-bloccanti

I betabloccanti sono una classe di farmaci con azione bloccante dei recettori β-adrenergici. A questa classe appartengono farmaci che bloccano in maniera non selettiva tutti i recettori β-adrenergici e altri che possono bloccare anche selettivamente uno dei tre tipi di beta recettori: recettori β 1 , β 2 and β> 3 . La principale attività di queste

Diuretici

I diuretici sono farmaci che aumentano la velocità del flusso urinario, favorendo l'eliminazione di acqua, ed elettroliti quali sodio, cloro e potassio. La maggior parte delle applicazioni cliniche dei diuretici è finalizzata alla riduzione dei fluidi extracellulari attraverso l'eliminazione di cloruro di sodio. La necessita fisiologica di questi interventi è spesso dettata dal

Acetazolamide

L'acetazolamide è un inibitore dell'anidrasi carbonica, usato nel trattamento dell'ipertensione, degli edemi da insufficienza cardiaca e del glaucoma. Dato che l'anidrasi carbonica svolge un ruolo chiave nei meccanismi di regolamento acido-base, questa classe di diuretici è l'unica che può influenzare la funzione polmonare. L'acetazolamide ha dimostrato di compromettere l'elimi

Amiloride

L'amiloride è il principale diuretico risparmiatore di potassio usato per trattare l'ipertensione e la fibrosi cistica, in Italia è contenuto nel Moduretic in associazione all'idroclorotiazide. L'amiloride è un diuretico meno efficace della furosemide ma più sicuro,se si può parlare di sicurezza nell'uso dei diuretici, in quanto permette di mantenere il potassio e di conse

I FANS (farmaci antinfiammatori non steroidei)

Con l'acronimo FANS si intende l' insieme delle sostanze ad azione antinfiammatoria, analgesica ed antipiretica con struttura molecolare non steroidea . Queste sostanze competono con l'acido arachidonico nel legare la ciclossigenasi (COX), enzima responsabile del primo passaggio nella produzione di numerose molecole coinvolte nel processo infiammatorio (flogosi). La cosiddet

Acido acetilsalicilico (aspirina)

L'acido acetilsalicilico è il principale FANS della classe dei salicilati. Il nome aspirina è nato come marchio commerciale coniato dalla Bayer , che per prima produsse questo farmaco, ma è diventato nel tempo il nome generico della sostanza. L'aspirina è l'unico inibitore irreversibile della ciclossigenasi, questa proprietà rende questa sostanza, se presa cronicamente, in

Naprossene

Il naprossene è un altro analgesico, antinfiammatorio da banco contenuto in Aleve e Momendol (dosati a 220 mg), ha la stesso profilo farmacologico e le stesse indicazioni dell'ibuprofene , ha però attività più lunga (circa 12 ore) ed è generalmente ben tollerato a livello gastrico. Questa sostanza viene utilizzata come analgesico alla dose di 220 mg e come antinfiammatorio all

Paracetamolo

Il paracetamolo, contenuto nella tachipirina , è un analgesico antipiretico ma con scarse capacità antinfiammatorie, non presenta effetti collaterali quali nefrotossicità e gastrolesività se non con dosi molto alte, infatti viene dato anche ai bambini per attenuare gli stati febbrili. Il paracetamolo è indicato come antipiretico nel trattamento sintomatico di affezioni febb

Glucocorticoidi

I glucocorticoidi sono una classe di ormoni di natura steroidea prodotti dalle ghiandole surrenali di cui il più importante è il cortisolo, ma rientrano in questa classe di ormoni anche il cortisone ed il corticosterone. All'interno del corpo umano gli effetti di questi ormoni sono molteplici in quanto ormoni secreti in risposta a situazioni di stress: oltre a ridurre e co

Meccanismo d'azione dei glucocorticoidi

I glucocorticoidi sono sostanze lipofile e diffondono nel citosol attraverso la membrana cellulare, legandosi a specifici recettori (GR). Il legame con l'ormone determina l'attivazione e dunque un cambio di conformazione nel recettore, che viene traslocato all'interno del nucleo dove dimerizza a seguito dell'interazione con altri complessi e si lega a specifiche sequenze nucl

Farmaci glucocorticoidi

Dal punto di vista terapeutico i glucocorticoidi sono una classe di sostanze di natura ed attività simile ai suddetti ormoni , che vengono utilizzati per le loro accertate attività antinfiammatorie ed immunosoppressive. Sono definiti anche farmaci antinfiammatori steroidei (FAS), per la loro struttura molecolare caratterizzata dalla presenza del nucleo steroideo. Il princip

Trattamento dell'asma

Il trattamento dell'asma , patologia comune anche tra gli atleti, spesso prevede l'associazione di β-2 agonisti e FAS . Ricordo che entrambe queste sostanze, se assunte per via sistemica, sono vietate dal regolamento antidoping salvo che l'atleta non presenti documentazione medica che dimostri la reale necessità di questo tipo di terapia. Tuttora si discute se la normat

Cortisone

Il cortisone è uno degli ormoni glucococrticoidi prodotti naturalmente dal corpo umano. Questa sostanza è stato il primo FAS ad essere utilizzato per le terapie sostitutive, antinfiammatorie ed immunosoppressive. La sua durata d'azione è breve. Infiltrazioni con cortisone Il cortisone è particolarmente noto agli sportivi in quanto in caso di infiammazioni articolari cronic

I narcotici

Con il termine narcotici si intendono tutte quelle sostanze analgesiche in grado di indurre sonnolenza o narcosi . Attualmente sono classificate come tali i cosiddetti oppioidi, cioè le sostanze prodotte dagli alcaloidi dell'oppio (gli oppiacei) e le sostanze di sintesi con attività simile. L'attività di questi farmaci si esplica attraverso l' interazione con particolari re

Classificazione dei narcotici

I narcotici sono una classe di diverse sostanze, naturali e sintetiche: gli alcaloidi derivati dall'oppio (morfina, codeina, tebaina) derivati della morfina (idromorfone, ossimorfone, eroina, levorfano, buprenorfina, ecc) derivati della codeina (idrossicodone, ossicodone, destrometorfano, ecc) sintetici (metadone, destropropossifenone, meperidina, fent

Metadone

Il metadone è un oppioide di sintesi con potenza leggermente inferiore alla morfina , ma durata d'azione molto maggiore in quanto attivo per 12 ore. Questa sostanza viene utilizzata nella cura delle crisi d'astinenza e nei programmi di recupero da stupefacenti. Viene inoltre utilizzato come analgesico per la cura del dolore cronico. Il motivo per cui questa molecola ha trova

Eroina

La diacetilmorfina (meglio conosciuta come eroina) è un derivato della morfina sintetizzato nel 1874 e introdotta sul mercato dalla Bayer nel 1898, per trattare il mal di denti ed altre forme di dolore acuto. è stata poi ritirata dal mercato nel 1925 in seguito all'evidente crescita di casi di dipendenza da questa sostanza. Da allora la diacetilmorfina è divenuta droga da str

I cannabinoidi

I cannabinoidi sono sostanze psicoattive prodotte da diverse piante, in particolare dalla cannabis sativa, famosi per il loro uso a scopo ricreativo. La Cannabis contiene centinaia di sostanze chimiche, delle quali circa sessanta appartengono alla classe dei cannabinoidi Chimicamente i cannabinoidi sono terpenoidi , cioè molecole non polari, in grado di interagire con specif

Steroidi anabolizzanti

Gli anabolizzanti sono sostanze chimiche che promuovono l'anabolismo , ossia la formazione di molecole complesse, in particolare le proteine, ma non solo, a partire da molecole più semplici. Queste sostanze vengono utilizzare in terapia per favorire i processi di crescita di determinati tessuti quando necessario. Agiscono in maniera simile a particolari ormoni responsabili del

Il testosterone

Il testosterone prodotto dalle gonadi entra in circolo e la maggior parte di esso si lega ad una particolare proteina (SHGB) che lo rende inattivo. Infatti è solamente la forma libera quella attiva. Il testosterone e gli ormoni androgeni in generale sono responsabili dello sviluppo degli organi sessuali e delle caratteristiche maschili secondarie quali crescita di barba e

Gli steroidi anabolizzanti esogeni

Numerosi sono i farmaci con attività e struttura simile al testosterone, queste sostanze sono definite appunto steroidi anabolizzanti . Queste sostanze trovano diversi impieghi in terapia in quanto l'azione degli androgeni è responsabile di molteplici effetti sul corpo. Il principale uso terapeutico degli steroidi anabolizzanti è la terapia sostitutiva di androgeni in caso di

Gli effetti collaterali

L'uso di steroidi anabolizzanti comporta il rischio di comparsa di numerosi effetti collaterali. Molti atleti sottovalutano la reale pericolosità dell'uso di questi composti in quanto alcuni dei possibili effetti nocivi si possono manifestare molto tempo dopo il termine della loro assunzione, di conseguenza non si pensa che alcuni problemi fisici possano derivare, o perlomeno v

L'ipogonadismo secondario

Una delle possibili conseguenze dell'uso di steroidi anabolizzanti è una forma di ipogonadismo secondario causato dal feed-back negativo precedentemente descritto. L'uso di androgeni esogeni da parte di atleti maschi è pertanto causa d'infertilità. In pratica la costante presenza di androgeni e derivati sintetici nel corpo blocca il rilascio di GnRH, in quanto l'ipotalamo per

Modalità di somministrazione

Ulteriore fattore di valutazione di un anabolizzante è la modalità con cui è possibile somministrarlo. La somministrazione può essere orale, sublinguale o intramuscolare . Ovviamente le persone preferiscono i prodotti orali, in quanto le iniezioni sono sempre fastidiose. Di fatto non tutti gli steroidi sono somministrabili oralmente in quanto buona parte di essi, se assunto or

Storia degli anabolizzanti nello sport

La storia degli steroidi nello sport iniziata poco prima dei Campionati del Mondo di Sollevamento Pesi del 1954 , dove i sovietici dominarono la maggior parte delle classi di peso. Secondo la leggenda, quando chiesero al medico della squadra sovietica, quale fosse il segreto della sua squadra egli rispose che i suoi atleti avevano ricevuto iniezioni di testosterone che allora

Il detection time

Il detection time o tempo di individuazione indica per quanto tempo una sostanza assunta viene rintracciata nel corpo attraverso esami chimici specifici. è determinato dal tempo necessario al corpo per eliminarne tutti i metaboliti. Gli steroidi anabolizzanti essendo sostanze lipofile, sono eliminate lentamente e tendono a restare nell'organismo anche tramite metaboliti in

Cicli con steroidi anabolizzanti

Gli steroidi anabolizzanti vengono usati dagli atleti in cicli. Con il termine ciclo si intende un periodo di alcune settimane in cui si assumono i farmaci in questione. A questo ciclo, dopo un adeguato periodo in cui non vengono usati steroidi, può fare seguito un nuovo ciclo e così gli atleti procedono per diversi anni. L'utilità del ciclo risiede nel fatto che per agire que

Bolasterone o dimetiltestosterone

Il bolasterone è una forma di testosterone metilata in posizione 17-α ed in posizione 7, da qui il nome di dimetiltestosterone (due volte metilato). Essendo 17α-alchilato il bolasterone è uno steroide orale. Questo steroide presenta attività per 6-8 ore, inoltre la metilazione in posizione 7 ne aumenta l'attività sia anabolizzante che androgena rispetto al testoster

Drostanolone propinato (Masteron)

Il drostanolone propinato è la forma più nota e utilizzata , viene commercializzato come Masteron. L'esterificazione con l'acido propionico rende il rilascio dello steroide molto rapido, infatti è attivo solo per 2-3 giorni, di conseguenza chi usa questa sostanza è costrutto a fare iniezioni quotidiane o ogni 2 giorni al massimo per mantenerne i livelli ematici stabili, inoltr

Mesterolone

Il mesterolone, commercializzato come Proviron, è uno steroide di sintesi attivo per via orale , derivato 1-metilico del diidrotestosterone, del quale possiede tutte le caratteristiche farmacologiche nonché la capacità di resistere al metabolismo di primo passaggio ed essere quindi attivo oralmente. Questo steroide ha applicazione in terapia nella cura di sterilità maschile

Metenolone

Il metenolone è uno steroide usato nel trattamento dell'osteoporosi , delle anemie e degli stati catabolici, conosciuto come Primobolan. Questa sostanza è un derivato del DHT in grado di legare fortemente il recettore degli androgeni, non si converte in estrogeni quindi non dà ginecomastia, ritenzione idrica e sopprime in modo limitato l'asse HPTA. Questo steroide presenta u

Metiltrienolone

Il metiltrienolone o metribolone è uno steroide anabolizzante di elevatissima potenza . Lega il recettore degli androgeni in modo cosi forte che viene usato come tester in studi di farmacologia per valutare l'affinità degli altri steroidi: in base a quanto un'altra sostanza sia in grado di spiazzare dal recettore il metiltrienolone si valuta la forza di legame del composto.

Nandrolone

Il nandrolone è sicuramente lo steroide anabolizzante più conosciuto dopo il testosterone . Il nandrolone è un 19-nortestosterone. Strutturalmente questo composto è un testosterone a cui è stato tolto il gruppo metilico in posizione 19 (19-nor), questa modificazione rende il rapporto A:A molto più anabolizzante 120:30. Di conseguenza questo steroide presenta effetti collateral

Nandrolone decanoato

Questa è l'unica forma di nandrolone commercializzata in Italia, il farmaco che lo contiene si chiama Deca Durabolin, è uno steroide molto comune tra gli atleti in quanto di facile reperibilità. Presenta una vita attiva di circa 15 giorni e viene rintracciato nei test fino a 18 mesi dall'ultima somministrazione, pertanto il suo utilizzo è facilmente individuato dai test anti

Oxandrolone

L'oxandrolone conosciuto anche come Anavar , è uno steroide orale 17α-alchilato derivato dal DHT, introdotto nel mercato nel 1964 per il trattamento dell'osteoporosi e degli stati di grave catabolismo. Attualmente è studiato anche per trattare la cachessia causata da cancro ed altre patologie degenerative. Nonostante sia 17 alchilato è meno tossico a livello epatico di al

Testosterone

Il testosterone è lo steroide anabolizzante maggiormente utilizzato dagli atleti . Come detto precedentemente viene rilevato dai test antidoping attraverso il rapporto con l'epitestoaterone e i test positivi ad esso risultano essere di gran lunga il maggior numero tra tutti i vari steroidi. Il testosterone è il principale ormone androgeno , di conseguenza l'utilizzo esogen

Testosterone in sospensione

In questa forma il testosterone è sospeso in acqua , di conseguenza quando iniettato entra subito in circolo ed altrettanto rapidamente viene metabolizzato. Questa forma è attiva per circa un giorno. Questa forma di testosterone deve essere iniettata tutti i giorni per mantenerne stabili i livelli e gli atleti utilizzano dosaggi compresi tra i 25 ed i 100 mg al giorno. Questa

Testolattone

Il testolattone è uno steroide derivato dal testosterone usato nella terapia del carcinoma al seno. La principale funzione di questo steroide è la sua capacità di bloccare l'aromatasi, riducendo così i livelli di estrogeni ed interferendo con la crescita del tumore al seno che si sviluppa grazie all'azione degli estrogeni. Questa sostanza nell'uomo incrementa i livelli di te

Pro-ormoni

I pro-ormoni sono precursori degli ormoni androgeni , ovvero sostanze di per sé senza attività biologica che però attraverso una conversione enzimatica effettuata dall'organismo divengono attivi come ormoni. Queste sostanze sono vendute in alcuni paesi come integratori alimentari. I supplementi a base di pro-ormoni sono pertanto sostanze inattive che, una volta assunte, veng

Designer steroids

I designer steroids sono nuovi steroidi prodotti da modificazioni alla struttura molecolare di altri steroidi . Vengono lanciati sul mercato, soprattutto negli Stati Uniti, anche come pro-ormoni da banco fintanto che non vengono valutati diversamente dalle normative vigenti, in quanto dopo attenta analisi sono comparabili agli steroidi anabolizzanti e quindi vengono sottoposti

I SARM

I SARM sono modulatori selettivi dei recettori degli androgeni. Questi composti sono una nuova classe di sostanze anabolizzanti in grado di agire in modo selettivo sui recettori degli androgeni sui tessuti muscolari ed ossei, riducendo così le cosiddetta proprietà androgene degli steroidi, causa della maggior parte degli effetti collaterali. I SARM rappresentano il progredire

Altri agenti anabolizzanti

Tibolone Il tibolone è uno molecola di natura steroidea , usato nel trattamento degli squilibri ormonali causati dalla menopausa. Questo composto ha attività estrogena, progestinica ed androgena. La menopausa è caratterizzata dalla perdita degli ormoni sessuali nella donna, questa condizione porta a grandi cambiamenti biochimici nel corpo femminile in quanto gli ormoni s

I SERM

I modulatori selettivi del recettore degli estrogeni SERM (Selective estrogen receptor modulator) sono una classe di farmaci di natura non steroidea che agiscono sui recettori degli estrogeni. La caratteristica che li distingue dagli agonisti ed antagonisti puri dei recettori , è il fatto che, a seconda dei vari tessuti dove agiscono, esplicano una differente attività, g

Inibitori dell'aromatasi

Gli inibitori dell'aromatasi sono una classe di sostanze in grado di bloccare l'enzima aromatasi responsabile della conversione del testosterone in estrogeni . Questi composti vengono impiegati nel trattamento del carcinoma della mammella e delle ovaie nelle donne in menopausa. Contrariamente alle donne in età fertile, nelle quali la maggior parte degli estrogeni è prodotta d

Letrozolo

Il latrozolo commercializzato come Femara , è attualmente il più efficace inibitore dell'aromatasi usato per il trattamento del carcinoma al seno. Questa sostanza riduce di oltre il 98% la concentrazione ematica di estrogeni ed aumenta la concentrazione di LH ed FSH . Quanto detto per l'anastrazolo vale anche per il letrazolo solo che quest'ultimo è maggiormente efficace.

Ormoni peptidici

Gli ormoni peptidici o proteici sono sostanze costituite da catene aminoacidiche o proteine . Vengono sintetizzati sotto forma di preormoni e solo dopo una successiva modificazione divengono attivi. In quanto ormoni sono sostanze che controllano il metabolismo cellulare. La loro azione è molto varia dato che hanno funzioni differenti tra loro e regolano processi metabolici d

EPO

L'eritropoiesi è il processo di formazione dei globuli rossi a partire da cellule immature . Questo processo avviene attraverso una serie di trasformazioni morfologiche delle cellule precursori degli eritrociti, che al termine del processo diventeranno globuli rossi. Questo processo avviene in seguito all'azione dell' eritropoietina , un ormone prodotto dal corpo che contr

CERA

CERA (metossipolietilenglicol-epoetina beta) è l' attivatore continuo del recettore dell'eritropoietina (Continuous erythropoietin receptor activator). Questa sostanza è composta da una serie di polimeri di metossipolietilenglicoli integrati alla molecola di EPO e collegati principalmente da legami ammidici. Questo composto presenta una maggiore emivita (di circa 130 ore) si

HCG

L'HCG ( gonadotropina corionica umana ) è un ormone glicoproteico prodotto dalla placenta durante la gravidanza, esso è responsabile della maturazione dell'embrione e della preparazione dell'utero all'impianto dell'ovulo fecondato. Questo ormone viene utilizzato come farmaco (Gonasi) in campo terapeutico principalmente per favorire l'ovulazione nelle donne in quanto agi

LH

L'LH (ormone luteinizzante) è un ormone ipofisario glicoproteico responsabile dell'attività delle gonadi. Nell'uomo stimola il rilascio di testosterone e la spermatogenesi. La somministrazione di LH ricombinante (Luveris) è utilizzata nei casi di infertilità femminile. Quanto detto per l'HCG è valido per l'LH in quanto l'azione delle prima va a mimare l'azione del sec

Insulina

L'insulina è un ormone proteico prodotto dalle cellule beta delle isole di Langerhans del pancreas. La sua funzione è quella di regolare i livelli di glucosio ematico , riducendo la glicemia quando si alza eccessivamente in seguito all'assunzione di un elevato quantitativo di carboidrati. L'attività dell'insulina si sviluppa stimolando l'assorbimento del glucosio da parte de

Ormone della crescita

L' ormone della crescita è una sostanza indispensabile per lo sviluppo e la crescita dell'essere umano. Esso agisce su molti aspetti del metabolismo quali sintesi proteica, anabolismo e rigenerazione dei tessuti, inoltre determina l'incremento della lipolisi e l'inibizione del metabolismo glucidico. Un fattore della crescita è un ormone di natura proteica capace di stimo

Ormone della crescita (GH)

L'ormone della crescita umano (GH) o somatotropina è un ormone peptidico composto da 191 amminoacidi, sintetizzato e secreto dalla adenoipofisi, la sua funzione è quella di stimolare lo sviluppo dell'organismo. La produzione di somatotropina ha un ritmo circadiano e viene secreta in modo pulsatile in particolare durante le fasi del sonno più profonde. La liberazione

IGF-1

L'IGF-1 (insulin-like growth factor 1, fattore di crescita insulino-simile di tipo 1 ) o somatomedina C (in quanto è un mediatore dell'azione della somatotropina) è un fattore di crescita, un ormone peptidico simile all'insulina, che esercita un'azione anabolica sui tessuti e favorisce la crescita del corpo. L'IGF-1 è prodotto principalmente nel fegato in conseguenza all

Somatorelina(GHRH)

La somatorelina è il fattore di rilascio ipotalamico che stimola la produzione e la liberazione del GH da parte dell'ipofisi. Attualmente viene utilizzato in forma sintetica in campo diagnostico per determinare la funzionalità somatotropica dell'ipofisi anteriore in caso di sospetta deficienza di ormone della crescita. Il test è in grado di discriminare i disturbi ipofisari

Fattore di crescita vascolare-endoteliale (VEGF)

Questo fattore di crescita è comunemente associata alla stimolazione dell'angiogenesi ed alla proliferazione delle cellule endoteliali , vascolari sembra inoltre stimolare l'ipertrofia muscolare. Fattore di crescita epidermico legante l'eparina (HB-EGF) Un altro fattore di crescita implicato nella rigenerazione del muscolo scheletrico è il fattore di crescita epider

Trasportatori artificiali di ossigeno

Il trasporto artificiale dell'ossigeno è ottenibile inserendo nel sangue sostanze in grado di legare l'ossigeno e rilasciarlo nei tessuti come fanno i globuli rossi . Queste sostanze però non sono i globuli rossi ma bensì delle molecole di sintesi che presentano una particolare affinità con il gas tanto da poterlo trasportare nel sangue. Attualmente esistono tre tipi di tras

Doping genetico

I recenti progressi biotecnologici hanno permesso la manipolazione delle sequenze genetiche per curare diverse malattie in un processo chiamato terapia genica . Tuttavia il progresso della terapia genica ha aperto la porta alla possibilità di utilizzare la manipolazione genetica per migliorare le prestazioni atletiche. Il doping genetico o cellulare è definito come l' us