HCG
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

HCG

Autore:
Ultimo aggiornamento:







HCG

L'HCG (gonadotropina corionica umana) è un ormone glicoproteico prodotto dalla placenta durante la gravidanza, esso è responsabile della maturazione dell'embrione e della preparazione dell'utero all'impianto dell'ovulo fecondato.

Questo ormone viene utilizzato come farmaco (Gonasi) in campo terapeutico principalmente per favorire l'ovulazione nelle donne in quanto agisce come l'LH. Però ha anche altri impieghi, infatti viene utilizzato anche nel bambino in caso di criptorchidismo, ipogonadismo, eunucoidismo ipogonadotropico, nella donna oltre all' amenorrea trova impiego per il trattamento dell'ipoplasia ovarica, nell'infertilità in caso di aborto ricorrente, infine è usato nell'uomo in caso di azoospermia, oligospermia ed astenospermia per promuovere la produzione di spermatozoi.

L'uso terapeutico dell'HCG si base sul fatto che mima l'azione dell'LH, pertanto promuove la produzione di ormoni sessuali responsabili della maturazione delle gonadi nell'infante, della spermatogenesi nell'uomo e dell'ovulazione nella donna.

Agendo come l'LH in quanto lega gli stessi recettori, l'HCG aumenta i livelli di testosterone nell'uomo, pertanto ha attività simile agli steroidi anabolizzanti e promuove la sintesi proteica e la crescita dei tessuti muscolari seppur in misura minore degli steroidi.

Un atleta può usare HCG per due motivi:

  • in primo luogo per ottenere un effetto anabolizzante grazie all'azione sulla produzione di testosterone, incrementando forza e massa muscolare
  • nella maggior parte dei casi viene però utilizzato alla fine o durante un ciclo con steroidi per mantenere o riattivare la funzionalità gonadica

Come spiegato nel capitolo riguardante gli steroidi anabolizzanti, l'uso di quelle sostanze determina la riduzione della produzione naturale di ormoni androgeni, pertanto le gonadotropine corioniche permettono di riavviare la funzionalità gonadica compromessa dall'azione degli steroidi. Questa effetto permette all'atleta di mantenere in misura maggiore i risultati ottenuti con gli steroidi che, inevitabilmente, tendono a perdersi nel momento in cui non si è più sotto l'azione degli stessi. Ciò avviene perché il corpo privato degli androgeni esogeni, in quanto non più somministrati, e privato di quelli endogeni, in quanto non più prodotti, si trova in una condizione in cui gli ormoni catabolici hanno attività prevalente sul corpo. Inoltre la mancanza di testosterone determina problemi di impotenza ed infertilità, così l'assunzione di gonadotropine tende ad accelerare i tempi di ripristino della normale funzionalità riproduttiva dell'uomo compromessa dagli steroidi. In sostanza l'HCG viene usato per ripristinare la funzionalità dell'asse HPTA.

Alcuni atleti sostengono di ottenere maggiori guadagni di massa muscolare ed un più rapido recupero da un ciclo di steroidi utilizzando HCG durante il ciclo stesso. Usato durante un ciclo vengono assunte dosi di 500/1000 UI ogni 1/ 2 settimane.

Gli atleti che utilizzano HCG a fine ciclo possono assumerlo in diversi modi: possono prendere 250/500 UI tutti i giorni per 2/4 settimane oppure 2000/5000 UI ogni 3/5 giorni per 2/4 settimane. Secondo quanto riportato nei forum su internet sembra più efficace il primo metodo, tuttavia non esistono studi scientifici a conferma di ciò. L'uso di dosi minori sembra ridurre il rischio di aromatizzazione del testosterone prodotto in seguito alla somministrazione di HCG, il quale determinerebbe effetti estrogenici quali ginecomastia ed una ulteriore inibizione dell'asse HPTA.

Poiché HCG è usato per stimolare la produzione di testosterone i principali effetti collaterali possono essere gli stessi di quelli associati agli steroidi anabolizzanti, quindi ginecomastia, ipertrofia prostatica, ritenzione idrica ecc. L'uso per periodi troppo prolungati tende a reprimere la produzione naturale di gonadotropine ottenendo pertanto un effetto inibitorio sull'asse HPTA, in quanto l'ipotalamo produce meno GnRH.

Ulteriori effetti collaterali derivanti dall'uso di queste sostanze sono ipertrofia e neoplasie ipofisarie, carcinoma prostatico, neoplasie testicolari, tromboflebiti.

Difficilmente vengono trovati atleti positivi all'HCG in quanto è rintracciabile solo per 4/5 giorni.