Altri elementi del sistema immunitario
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Altri elementi del sistema immunitario

Gli altri elementi del sistema immunitario: immunoglobuline, sistema del complemento, macrofagi.

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Immuno Globuline A

Sono presenti in minima quantità nel sangue ma molto abbondanti nel muco e nelle altre secrezioni, sono presenti nel tratto respiratorio e nel latte.
Vengono secrete sotto forma di 2 anticorpi uniti fra loro (dimero) con 4 siti di legame per l'antigene stabilizzato da una proteina J che unisce i due anticorpi. Il dimero ha una componente secretoria aggiunta nella fase di attraversamento delle membrane epiteliali per raggiungere il lume secretorio. La componente secretoria è il recettore delle cellule epiteliali e protegge dalla digestione l'anticorpo.

Immuno Globuline E

Difettano della regione cerniera e sono secrete in forma monomerica. Sono relativamente più lunghe avendo 4 siti nella regione costante. Sono provviste di 2 siti di legame preposti all'attivazione di mastociti ed eosinofili nei processi infiammatori.
Il mastocita, mediatore dell'infiammazione, rilascia l'istamina che contiene dopo l'attivazione dei recettori specifici per le IgE che possono legare differenti antigeni. Quando due IgE adiacenti riconoscono il medesimo antigene avviene il rilascio dell'istamina che attiva gli Eosinofili.

Immuno Globuline M

Hanno funzione recettoriale e sono i primi anticorpi prodotti dal linfocita B, non vengono sevrete ma inserite nella membrana per incontrare l'antigene. A quel punto verranno secrete altre IgM nel sangue. All'interno della membrana l'igM è in forma monomerica, quando viene secreta invece è in forma pentamerica, vengono quindi uniti 5 anticorpi dotati di 10 siti totali per l'antigene. Anche l'igM può attivare il sistema del complemento e, al pari delle igE, difetta della regione cerniera.

Il sistema del complemento

È definito in questo modo in quanto completa l'azione degli anticorpi. Ha tre funzioni:
  • lisi cellulare delle membrane batteriche attraverso una serie di reazioni che portano alla fagocitosi e la formazione di pori
  • fagocitosi
  • infiammazione

Il sistema del complemento è costituito da una ventina di proteine circolanti sottoforma di precursori inattivi in grado di innescare la fagocitosi e la risposta infiammatoria. Il sistema di complemento può essere attivato dal legame antigene-anticorpo (via classica) e dai polisaccaridi microbici (via alternativa). Entrambe le reazioni culminano nella digestione del componente del complemento tagliato in 2 frammenti denominato C3

Il macrofago

I macrofagi sono in grado di catturare, per mezzo delle loro estroflessioni, tutti i batteri ad eccezione dei batteri della polmonite (pneumococchi) che sono protetti dalla loro capsula.
Gli anticorpi per gli pneumococchi si legano ad essi attivando il sistema del complemento rendendo visibile il microrganismo al macrofago (meccanismo di opsonizzazione).
Un linfocita può cambiare classe ma resta specifico per l'antigene.