Ipertensione
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Ipertensione

La pressione arteriosa, i sistemi di regolazione a breve e a lungo termine, l'ipertensione primaria e l'ipertensione secondaria.

Autore:
Ultimo aggiornamento:

La pressione arteriosa media è la media delle pressioni arteriose che, in ogni istante, spingono il sangue nel grande circolo sistemico. I valori normali variano nelle varie fasi della vita. Alla nascita è pari a 70mmHg, nell'età adulta 100 mmHg, nell'età avanzata 110 mmHg. I valori pressori medi corrispondono a 120/140 mmHg per la pressione sistolica e 80/90 mmHg per la pressione diastolica, valori superiori sono il chiaro sintomi di una situazione ipertensiva.

Possiamo valutare l'ipertensione secondo vari gradi rispetto ai valori della pressione diastolica:

  • da 90 a 104 mmHg lieve ipertensione
  • da 105 a 114 mmHg moderata ipertensione
  • oltre i 115 mmHg ipertensione grave

L'aumento della pressione arteriosa è dato quasi esclusivamente dalla vasocostrizione delle arterie.
I sistemi di controllo della pressione arterioso si avvalgono di meccanismi per la regolazione a breve termine e di meccanismi per la regolazione a lungo termine.

Regolazione a breve termine

Appartengono a questa categoria:
  • meccanismi di regolazione nervosa che si avvalgono del riflesso barocettivo trasmesso dai barocettosi posto nell'arco aortico e nelle carotidi, ed in grado di attivare ed inibire il centro vasomotore come risposta alle variazioni
  • riflessi chemocettivi sensibili a variazioni chimiche
  • riflesso ischemico del SNC attivo per valori pressori inferiori ai 50mmHg che provoca stimolazione del tronco encefalico per carenza di O2
  • meccanismi di regolazione ormonale adrenalina – noradrenalina che stimola il sistema nervoso simpatico sulla corticale del surrene
  • renina – angiotensina attraverso rilascio di renina dalle cellula iuxtaglomerulari del rene
  • vasopressina potentissimo vasocostrittore secreto a livello dell'ipotalamo

Regolazione a lungo termine

La regolazione a lungo termine della pressione arteriosa si avvale del controllo dei liquidi corporei, sfruttando l'eliminazione renale di sali e H2O, riducendo la velocità di accumulo idrico e salino, aumento della volemia e della conseguente resistenza periferica.

Ipertensione primaria e secondaria

Possiamo classificare l'ipertensione come primaria quando non è legata ad altre patologie, determinata da fattori genetici o ambientali (dieta ricca di sodio, obesità, stress, alcool, sedentarietà ecc.)
Definiamo l'ipertensione di tipo secondario quando dipendente da affezioni renali, endocrine, ecc.