Il fitness ai tempi di Facebook
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Il fitness ai tempi di Facebook

Cos’hanno in comune il fitness e Facebook? Apparentemente molto poco, ma grazie al nostro cellulare e ad un'applicazione gratuita possiamo sfruttare Facebook (e non solo) per migliorare le nostre prestazioni sportive!

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Il fitness ai tempi di Facebook

Cos'hanno in comune il fitness ed i social network? Apparentemente molto poco, da una parte abbiamo il desiderio di muoversi, restare attivi, sudare, e dall'altra un'attività che più sedentaria è difficile da immaginare, seduti davanti ad un PC a muovere pochi muscoli di una mano. Sfruttando un semplice cellulare è però possibile unire due mondi apparentemente distanti. Stiamo parlando di quelle applicazioni gratuite per smartphone che permettono di registrare efficacemente i dettagli del proprio allenamento, per poi postarli rapidamente ed in tempo reale su FaceBook, o altri social network, condividendoli con i nostri contatti.

Vediamo meglio di cosa si tratta, come utilizzarli, e quali sono le loro funzioni. Innanzitutto occorre scaricare sul proprio cellulare un'applicazione specifica, che è gratuita e molto leggera. Le applicazioni maggiormente utilizzate per questo genere di utilizzo sono Runtastic e Sports Tracker. A dispetto dei loro nomi, chiaramente inglesi, entrambe le applicazioni esistono nella versione in italiano.

Runtastic è disponibile dal sito www.runtastic.com, concepita per Iphone, cellulari basati su Android, BlackBerry e cellulari con sistema Windows Phone. Esiste attualmente in due versioni, una gratuita ed una PRO a pagamento (il costo è comunque esiguo ed una tantum) con un numero di funzioni ovviamente maggiore.

Sports Tracker è disponibile dal sito www.sports-tracker.com per Iphone, cellulari basati su Android, e cellulari Nokia. Attualmente la versione è solo una ed è gratuita. Analizzeremo di seguito come scaricare, installare ed iniziare ad utilizzare proprio questa seconda applicazione, ribadendo che per funzioni, semplicità d'uso e procedura di installazione, entrambi i prodotti citati hanno molti punti in comune e sono entrambi ugualmente validi.

Per cominciare occorre collegarsi al sito sports-tracker.com per effettuare la registrazione. Se già si possiede un account FaceBook è possibile snellire questa procedura cliccando sull'apposito pulsante riconoscibile dal logo. Occorrerà a questo punto scaricare la versione del software idonea al nostro modello di cellulare. È possibile scaricarla col PC e poi trasferirla nel cellulare o, molto più semplicemente, la si può scaricare direttamente con il nostro smartphone connesso in rete. Ricordate sempre di verificare la tariffa applicata dal proprio gestore per la connessione internet. In questo caso si può utilizzare l'App Store, l'Andoid Market o l'Ovi Store, accessibili rapidamente dal cellulare. Ribadiamo che l'applicazione è gratuita.

Una volta scaricata nel proprio telefonino non resta che lanciare l'installazione, anch'essa molto rapida, ed il gioco è fatto.

L'applicazione è subito disponibile mediante l'apposita icona. Avviando Sports Tracker il menù offre 3 opzioni:
- Nuovo allenamento
- Diario allenamento
- Impostazioni

Partiamo dalle impostazioni per inserire i parametri iniziali, occorre farlo una sola volta. Inseriremo il punto di accesso per la connessione ad internet (utile per caricare i dettagli dell'allenamento sui social network), dove salvare i dati dell'allenamento man mano che lo eseguiamo (sulla memoria del cellulare o su un'eventuale memory card), l'unità di misura che preferiamo (ad esempio Km/h), il nome dell'utente, la sua età, il sesso ed il peso (utili a determinare il consumo calorico nel corso dell'allenamento), l'attività fisica che intendiamo monitorare (è possibile impiegarlo per la corsa, la camminata, il ciclismo, la mountain bike, il trekking, il pattinaggio a rotelle, lo sci, la canoa e numerosi altri, per un totale di 18 attività differenti, alcune delle quali personalizzabili dall'utente). Inutile dire che eseguire il settaggio iniziale richiede molto meno tempo di quello impiegato a leggere questo paragrafetto! È tutto molto semplice ed intuitivo.

Se si possiede una fascia per monitorare la frequenza cardiaca sarà possibile collegarla via bluetooth con l'applicazione, che in questo modo potrà ricevere e registrare anche questo parametro.

A questo punto siamo davvero pronti a partire, l'ideale sarebbe dotarsi di una fascia porta smartphone, di quelle che consentono di applicarlo al braccio, e che ne rendono comodissimo l'utilizzo durante l'attività fisica, lasciando le mani libere, e proteggendo il cellulare dal sudore o eventualmente da schizzi d'acqua. Si possono trovare quelle originali, commercializzate dalla stessa casa che produce gli smartphone, o delle fasce universali (sono reperibili presso le grandi catene di articoli per sportivi). Oltre che pratiche sembrano essere anche molto cool, il che non guasta mai. Attenti a non stringere troppo la fascia sul braccio per evitare problemi nella circolazione, il materiale di cui sono fatte è apposito per prevenire lo scivolamento anche senza stringere troppo. Inoltre è consigliabile fissarla nella parte alta del braccio, che è meno sottoposta alle oscillazioni tipiche della corsa e quindi riduce il rischio che si possa sfilare.

Non resta che far partire l'applicazione ed iniziare il proprio allenamento con la naturalezza di sempre. Nessuno ci vieta di caricare la musica che eventualmente ci accompagna nel workout direttamente nello smartphone che, oltre a monitorare l'allenamento, potrà così riprodurre anche i brani musicali nelle nostre cuffiette. È ovvio che questa soluzione ridurrà drasticamente la durata della batteria. Per allenamenti che si svolgono su tempi di un'ora circa non ci saranno problemi. Per chi effettua attività maggiormente prolungare sarebbe opportuno dotarsi di un piccolo e leggero lettore mp3, in modo che il cellulare sia utilizzato solo per monitorare il lavoro.

Al termine dell'allenamento la performance sarà stata registrata accuratamente. Sospendiamo quindi il funzionamento dell'applicazione e selezioniamo cosa vogliamo fare. È possibile limitarsi a leggere i dettagli del nostro allenamento, salvandoli nel cellulare con la possibilità di consultarli in qualsiasi momento oppure, ed è ovviamente il lato più interessante, è possibile postare il tutto su FaceBook. L'invio dei dati è rapidissimo, e farà comparire nella nostra bacheca l'avviso che abbiamo appena concluso un nuovo allenamento, quanti km abbiamo percorso, in quanto tempo e quante calorie abbiamo bruciato. Come tutti i post in bacheca potrà essere commentato dai nostri contatti o contrassegnato con il classico "mi piace".

Non è finita! Cliccando il link che appare accanto alle informazioni base, si accede direttamente ad una pagina sul sito sport-tracker.com che contiene ulteriori dettagli ed informazioni, compresa la velocità media per Km, eventuali dettagli sulla frequenza cardiaca (se abbiamo usato l'apposita fascia cardio) e perfino la vista satellitare del luogo in cui abbiamo corso o abbiamo eseguito uno degli allenamenti sopra elencati. Ovviamente il tragitto apparirà evidenziato e sarà quindi facilmente individuabile. Ciascun allenamento avrà la sua pagina dedicata e immediatamente accessibile, conservando lo storico degli allenamenti e consentendo anche la visione dei progressi.

In qualche modo lo stesso sito sports-tracker.com è una sorta di social network, consente che le informazioni sul nostro workout siano pubbliche o private (un po' come la bacheca di Face BooK), permette di commentare i vari allenamenti ed ovviamente di trovare gli altri amici che utilizzano la stessa applicazione. Se lo desiderate potrete aggiungere anche l'autore di questo articolo tra i vostri contatti.

Nella pagina principale del nostro profilo comparirà il riepilogo di tutti gli allenamenti svolti, il totale dei Km macinati e tante altre informazioni. C'è perfino la possibilità di scattare delle foto lungo il tragitto, che saranno inserite a corredo delle informazioni sul percorso. In qualche modo sarà possibile andare a correre da soli ma come se l'avessimo fatto anche con amici che si trovano all'altro capo del mondo.

Chi ha provato una di queste applicazioni si dice entusiasta, ed è anche un modo per incrementare il numero delle sedute di lavoro cercando di migliorarsi sempre, proprio perché l'allenamento non resta relegato ad una questione privata, ma viene condiviso, e si ha quindi il desiderio di apparire sempre al meglio.

Video di approfondimento