Storia del Messina
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Storia del Messina

Messina, principali cenni storici sulla formazione calcistica

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Il calcio a Messina nasce nel 1900, partita inaugurale il derby con il Palermo. La squadra approda nel grande calcio nel 1930, sfiorando la promozione in A già nel 1935. Seguono anni animati da divisioni, fusioni, scissioni.
Le prestazioni della squadra ne risentono, fino a quando nel 1963 la situazione diventa stabile ed il Messina approda in serie A. Dopo un avvio disastroso, 2 vittorie ed 11 sconfitte, la squadra cresce ed ottiene la meritata salvezza. Purtroppo già l'anno dopo la squadra prende una parabola discendente, fino ad arrivare alla serie D nel 1972 e sparire dal calcio professionistico.

La svolta avviene nel 1984, quando il presidente Massimino affida la panchina a Scoglio: il "professore" non fallisce, lanciando gente del calibro di Caccia, Napoli, Schillaci. Nel 1986 il Messina è già in serie B, sfiorando addirittura la A l'anno dopo. Al posto di Scoglio viene chiamato un altro personaggio, allora solo giovane promessa: Zdenek Zeman. La squadra non riesce a compiere il salto di qualità, la società passa ai figli di Massimino ed è un disastro: nel 1992 il Messina retrocede in C1, l'anno dopo si salva a stento e la FIGC ne decreta addirittura la cancellazione dai campionati per i debiti accumulati. Oggi sarebbe andata diversamente...

La squadra riparte così dal Campionato Nazionale Dilettanti, ma l'incubo continua: nel 1997 retrocede in eccellenza. Il grande calcio sembra destinato a scomparire dallo Stretto. A quel punto prende le luci della ribalta l'ennesima squadra di Messina, la Peloro che cambia ragione sociale in F.C. Messina. Inizia la risalita: nel 98 in C2, nel 2000 in C1, l'anno dopo in B.
Il 5 giugno 2004 il Messina viene promosso in A, nonostante un avvio disastroso. La squadra è solida e l'esordio nella massima categoria è straordinario, con le vittorie sulla Roma e sul Milan. A fine campionato il Messina è addirittura settimo, festa rovinata dalla decisione della FIGC di non iscrivere la squadra al torneo successivo. Dopo cortei e proteste il Messina viene riammesso, ma termina il campionato in zona retrocessione. Arriva, grazie alle sentenze su calciopoli, la salvezza: è ancora serie A!

Da ricordare

  • il settimo posto 2004/05
  • la grande 'scalata' dai dilettanti alla A, negli anni 90;
  • l'estro di Di Napoli

Da dimenticare

Più che un giocatore o un acquisto sbagliato, il pubblico di Messina non ha ancora digerito la presidenza dei figli di Massimino, coincisa con il fallimento e con una serie di umilianti sconfitte sul campo.

La bandiera

Salvatore Schillaci viene portato dal Messina alla vetrina del grande calcio. È il 1982 ed inizia la favola di un ragazzo di campagna. A suon di gol conquista il titolo di capocannoniere di serie B e la maglia della Juventus. Nel 1990 diventa l'icona dei mondiali italiani, dove si laurea capocannoniere con 6 reti ed una formidabile intesa con Roberto Baggio.