Storia della Juventus
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Storia della Juventus

Juventus, principali cenni storici sulla formazione calcistica

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Se oggi il calcio è fonte di guadagni miliardari, nel 1897 i primi militanti di quello destinato a diventare il club più vittorioso, la Juventus, devono pagare di tasca propria il biglietto per le trasferte.
Nei primi anni i bianconeri cedono la scena ad altre squadre, Genoa su tutti; nel 1925 contano "soltanto" 2 scudetti. È negli anni 30 che la Juventus si impone sulla scena nazionale, forte della guida di Edoardo Agnelli e di campioni come Combi, Rosetta, Caligaris.
Nel 1958 ottiene già la sua prima stella, decimo scudetto; è la Juve di John Charles, Sivori, Colombo e sopratutto Boniperti.

Boniperti chiude nel giorno del dodicesimo scudetto, dopo 444 partite, 177 reti, 5 titoli. Puntuale come un orologio, la Juventus vince in media uno scudetto ogni 3-4 anni; fino ad arrivare al suo periodo più glorioso. Sono gli anni '80, in bianconero veste la colonna portante della nazionale campione del mondo, illuminata dall'estro di Michel Platini.

La Juve è finalmente pronta per conquistare la scena internazionale, dove finora aveva vinto solo 1 coppa UEFA. Nel 1982 arriva il ventesimo scudetto; nel 1984 la Coppa delle Coppe; l'anno dopo la Coppa dei Campioni, la Supercoppa Europea e la Coppa Intercontinentale.
Come spesso accade, al termine del ciclo più glorioso arriva la caduta. La Juventus vive anni bui e rimane per 10 anni senza scudetto (conquistando comunque 2 coppe UEFA). Si apre un nuovo ciclo, stavolta guidato da Marcello Lippi ed Alessandro Del Piero: nel 1996 la Juve è di nuovo campione del mondo. Il resto, calciopoli compresa, è storia dei nostri giorni.