Stretching
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Stretching

Come e perché scegliere e praticare lo stretching, quali i vantaggi di natura muscolare e fisiologica.

Autore:
Ultimo aggiornamento:

La pratica dello stretching viene considerata ancora oggi una disciplina trascurabile e non determinante ai fini di una corretta filosofia sportiva.
Contrariamente a ciò che si pensa questa disciplina rimane invece un'attività molto importante e specifica per salvaguardare la salute dei muscoli, legamenti, tendini e articolazioni, che se non regolarmente esercitati si irrigidiscono e atrofizzano perdendo la flessibilità e la resistenza necessaria per non incorrere in traumi dolorosi.

Praticare lo stretching prima e dopo un allenamento è necessario per ogni tipo di sport
sarà infatti impossibile sostenere le fatiche e le tensioni di una disciplina sportiva con i muscoli troppo contratti.
Compiendo le nostre attività quotidiane si creano spesso i presupposti per aumentare lo stato di stress fisico e mentale, prevenire quindi ogni trauma possibile è necessario e doveroso per non incorrere in spiacevoli periodi di forzata inattività fisica.
Lo stretching favorisce il rilassamento, migliora l'agilità, la circolazione sanguinea e l'equilibrio, combatte gli effetti della tensione muscolare e mantiene lubrificate le articolazioni permettendoci di prevenire la rigidità aumentando cosi la gamma dei movimenti di muscoli, tendini e articolazioni, contribuendo nell'insieme a rallentare l'invecchiamento generale del nostro corpo.

Ciò che forse conta maggiormente è che questo tipo di attività fisica, come sicuramente altre, vi farà sentire vivi e vi darà delle meravigliose sensazioni permettendovi di apprezzare questo lavoro di allungamento muscolare e articolare per ciò che proverete e non solamente per ciò che riuscirete a fare.
Le capacità di lavorare in questa attività sono sicuramente individuali, vi saranno giorni in cui vi capiterà di riuscire ad essere maggiormente agili, ed altri nei quali vi sentirete particolarmente rigidi ma ciò tuttavia non dovrà mai portarvi ad eccedere nei movimenti in quanto potreste non conoscere realmente il vostro grado di flessibilità naturale ed incorrere in fastidiosi traumi muscolari.
Non vi saranno mai scorciatoie da considerare per arrivare prima ai vostri limiti massimi personali, li raggiungerete solamente con un paziente, costante e minuzioso lavoro intelligente, rispettando i vostri muscoli ed evitando sempre di arrivare alla soglia del dolore che potrebbe portarvi inconsciamente allo stiramento o addirittura allo strappo muscolare.

Lo stretching viene praticato in varie forme (balistico, isometrico, pnf, statico ecc), nel modello dinamico probabilmente il più classico e praticato oggi giorno, coinvolge tutte le parti del corpo allungandole in modo lento, dinamico e progressivo, aumentando la capacità muscolare di allungarsi senza subire possibili traumi.
Osservazione importante da non trascurare comunque è quella di non confondere lo stretching dinamico con lo stretching balistico.
Lo stretching dinamico infatti consiste in oscillamenti controllati di gambe, braccia e busto che porterebbero dolcemente i muscoli ai limiti della propria gamma di movimento.
Gli allungamenti balistici invece tentano di forzare una parte del corpo oltre la propria gamma di movimento anche con slanci e scatti.

Un aiuto altrettanto importante, oltre a quello di lavorare sempre coscientemente per evitare di trovasi in spiacevoli condizioni fisiche, ci viene dato anche da organi come i fusi neuromuscolari e gli organi tendinei del golgi, che sono parte integrante del nostro corpo e di fondamentale importanza per non esagerare nelle nostre azioni quotidiane di allungamento muscolare.

I fusi neuromuscolari e gli organi tendinei del golgi, ci aiuteranno nella difesa del nostro organismo preservando il nostro sistema muscolare dalle esagerazioni, quindi se le fibre muscolari verranno allungate eccessivamente l'invio di un preciso segnale attiverà le procedure necessarie per far lavorare questi organi in totale sinergia aiutandoci cosi ad evitare i danni muscolari e tendinei che potrebbero influenzare il nostro stato di salute generale.

Le regole basilari e sensate per allenarci con continuità e progressione, qualunque sia lo scopo del nostro allenamento di stretching, ci impongono di riscaldarci sempre molto bene prima di ogni allungamento, muovendoci molto lentamente almeno per un buon periodo all'inizio della sessione e avvertendo la sensazione di allungamento dinamico nei muscoli e non nelle articolazioni, nei tendini o nei legamenti.
In questo nostro semplice, sensato e divertente operare, ci ritroveremo a tessere ogni giorno sicuramente la trama della vita che ci porterà costantemente e con efficienza alle nostre migliori condizioni di salute fisica e mentale.