Test del DNA... per avere una forma perfetta o una scusa in più?
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Test del DNA... per avere una forma perfetta o una scusa in più?

Prima la dieta del gruppo sanguigno, poi le intolleranze alimentari, ora il test del DNA ti dice perchè gli addominali a tartaruga non vogliono venir fuori, o perlomeno ti fornisce un nuovo alibi!

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Test del DNA... per avere una forma perfetta o una scusa in più?

In origine qualcuno si è inventato la dieta del gruppo sanguigno, poi è stata la volta delle intolleranze alimentari, ora sta per esplodere il test del DNA per sapere come mai gli addominali a tartaruga proprio non vogliano saperne di venir fuori. Di cosa si tratta? Sono per lo più degli alibi che ci si può procurare (a pagamento) per non dover ammettere che si è pigri e poco inclini ad un po' di sacrificio per ottenere qualcherisultato.

Si, lo so, sono sempre molto drastico nel dare giudizi, ma cercherò di spiegarmi meglio. Partiamo da qualche considerazione oggettiva, nell'immediato dopoguerra il problemadel sovrappeso non esisteva, anzi i giornali dell'epoca pubblicizzavano le pillole per ingrassare (non è uno scherzo). Un po' perchè i canoni esteticierano differenti, un po' perchè c'era davvero poco di che mangiare e quindi fra i tanti gravi problemi, di sicuro non c'era quello del sovrappeso. Stiamoparlando di appena 70 anni fa. Le persone, chi l'avrebbe detto, avevano già un gruppo sanguigno e,trattandosi di 2 generazioni addietro, le intolleranze alimentari, se oggi esistono, dovevano esistere anche allora. Ma a quanto pare nessuno se n'era accortoe quindi continuavano a non ingrassare!

Poi, per fortuna, è arrivato il benessere economico e l'abbondanza di cibo, che oggigiorno è ancora più abbondante, e di conseguenza è successo che le persone hanno cominciato ad ingrassare. Peccato che nel frattempo i canoni estetici siano cambiati, e oggi si preferisca un fisicoasciutto e tonico piuttosto che uno grasso e morbido. Come fare? Tanto per cominciare sono scomparse le pubblicità delle pillole per ingrassare, ed hannocominciato a fare la loro comparsa le pillole per dimagrire che, in comune con le precedenti hanno solo un aspetto: non funzionano! Allora c'èchi ha cominciato ad inventarsi qualcosa di apparentemente più scientifico, come il giusto abbinamento dei cibi con i gruppi sanguigni, e la nascita delle intolleranze alimentari. Una sorta di moderne indulgenze, così se nel 1300 i peccatori potevano lavarsi la coscienzacomprando dalla Chiesa il perdono papale, negli ultimi decenni è diventato possibile comprare un altro tipo di alibi per la propria coscienza.

Dopo l'invenzione delle radiografie nessuno può più dire "non sono in sovrappeso, ho le ossa grosse" occorre quindi trovare qualche altra scusa.

"Non sono grasso perchè mangio oltremisura sono grasso perchè, signora mia, col gruppo sanguigno che mi ritrovo non riesco ad abbinare i giusti alimenti!
Non sono fuori forma perchè troppo pigro per fare attività fisica, ma perchè sono intollerante agli alimenti, allora se non posso dimagrire, tanto vale continuare a mangiare ed essere sedentario."

Gli anni passano, la ricerca scientifica avanza, ed anche i metodi per lavarsi la coscienza si adeguano.

Nella frenetica rincorsa a scuse sempre più credibili per mascherare la propria pigrizia (è fondamentale che il primo a crederci sia colui che le racconta) ci si èperfezionati sempre di più, così se oggigiorno la dieta dei gruppi sanguigni non la ricorda più nessuno, se i kit per le intolleranze alimentari è possibiletrovarli anche dalle estetiste (con tutto il rispetto per quelle che si limitano a fare bene il loro lavoro), ecco nascere il test del DNA, capace in pochi semplici passi (e con qualche centinaio di euro di spesa) di determinare qual è il migliore allenamento per ciascuno, riuscendo anche ametterlo in guardia da possibili rischi sulle patologie cui potrebbe andare incontro!

"Eh signora mia, lo dicevo io, non riesco a dimagrire perchè si dev'essere attorcigliata troppo la doppia elica del DNA, andiamo m'è venuta fame, le offro qualcosa al bar"

Ora… io non me la prendo con chi si è ingegnato per mettere a punto un simile ritrovato, anzi, farò di più, non metto neppure in dubbio la sua validità, e voglio dare per scontato che funzioni egregiamente! Però mi domando, se 10 anni fa il test non esisteva ancora, e nonostante questo si potevano ammirare in giro persone in perfetta forma, così come atleti di ogni livello, come possono esserci riusciti senza queste informazioni? E come mai chi si allena in modo costante, e forsenon sa neppure di averlo un DNA, può comunque sfoggiare un fisico atletico e tonico? E perchè quando semplicemente non c'era di che mangiare, persone grasse,intolleranti e col cattivo abbinamento sangue/alimenti non se ne vedevano in giro?

Il dubbio che mi attanaglia è che tutti quelli che si lamentano di non riuscire a dimagrire o non riuscire ad ottenere dei risultati ottimali dall'allenamento semplicemente sono troppo pigri per seguire un regime alimentare corretto ed allenarsi regolarmente, oppure sono ben disposti a pagare centinaia di euro per un test del DNA, ma poi vanno alla ricerca della palestra più economica, dove a seguirli non c'è nessuno o c'è personale improvvisato, che la metodologia dell'allenamento non sa neppure cosa sia, e gli propina schede d'allenamento scopiazzate qua e la, diete senza senso, e via andare. Un test del DNA potrebbe certamente migliorare i risultati di un atleta, così come delle scarpe professionali possono migliorare le prestazioni di un agonista, ma non basta comprare le stesse scarpe per vincere unamaratona!

Temo che questo tipo di test possa fornire l'ennesimo alibi a chi è ben contento di non dover spendere una goccia di sudore, perchè ha una "carta bollata" cheaccusa il suo DNA e, ripeto, volentieri paga per averla, ma se poi deve spendere qualche decina di euro per farsi seguire da un bravo personal trainer,competente e che ha studiato, dice che è troppo costoso e non ha i soldi! Se è vero poi che un simile test può segnalare la predisposizione per malattiecardiocircolatorie e metaboliche, ancor più vero è che l'attività fisica è il miglior modo per prevenirle, certo… occorre impegnarsi un po' e vincere la pigrizia, ma piuttosto che limitarsi a sapere di essere a rischio, si è consapevoli che il rischio lo si sta drasticamente riducendo!

Si può decidere di cambiare il proprio stile di vita, come tantissimi già fanno, oppure ci si può pigramente affidare ad un test, ma primao poi occorre che qualcuno vi dica che se continuate a non avere risultati, probabilmente l'unica cosa cui siete intolleranti sono le calorie di troppo, che nel DNA non c'è nulla che non vada, solo qualche gene per la pigrizia in più, e che l'unica cosa buona che potete fare dopo aver scoperto qual è il vostro gruppo sanguigno, è quella di andare a donare il sangue!

Dimenticavo, prima di inondarmi di critiche sulle intolleranze alimentari (intolleranze non allergie), consultate qualche documento scientifico che ne parla, non limitatevi al parere chi vende il servizio. Se anche questo vi costa fatica, almeno provate a cercare "intolleranza alimentare moda" su google, tanto per avere anche un punto di vista differente sulle cose.