Arm curl machine

Arm curl: descrizione dell'esercizio per i bicipiti, dettagli, esercizi alternativi e respirazione.

Arm curl machine

Esecuzione dell'esercizio: Correttamente seduti alla macchina, gomiti e torace in appoggio, afferrare l'impugnatura con i palmi delle mani rivolti verso l'alto. Effettuare una flessione dell'avambraccio portando in alto l'impugnatura. Nella fase successiva tornare al punto di partenza.

Respirazione: L'espirazione avviene nella fase concentrica dell'esercizio, quando l'impugnatura tende a salire, l'inspirazione nella fase opposta.

Dettagli: L'anteposizione del braccio causa effetti simili all'esercizio eseguito alla panca Scott, col vantaggio di un lavoro costante per effetto delle camme della macchina, che consentono l'isotonia del lavoro. La sollecitazione del bicipite soffre infatti di una scarsa possibilità di allenare la muscolatura contro una resistenza fissa. Sfruttando la possibilità di extra ruotare l'avambraccio (se la macchina lo consente), si agisce facendo lavorare, oltre al bicipite brachiale, anche il brachioradiale. Lo stesso dicasi per un lavoro eseguito con impugnatura neutra. È necessario controllare sempre la lenta esecuzione della fase negativa dell'esercizio.

Varianti: una semplice variante di questo esercizio, utile soprattutto nel caso in cui non si disponga di una curl machine (situazione abbastanza frequente), consiste nel portare la normale panca Scott in prossimità di una poliercolina o dei cavi. Utilizzando una barra agganciata al cavo basso, sarà possibile simulare in maniera ottimale l'esercizio desiderato. Inoltre, anche in assenza della barra rigida, si potrà sollecitare un braccio per volta con la sola impugnatura normalmente disponibile. Il lavoro in modalità alternata enfatizza ulteriormente l'impiego del bicipite brachiale.

Esercizi Alternativi: Curl alla Larry Scott, curl con manubri alla Larry Scott, curl ai cavi.

Ultimo aggiornamento dell'articolo: