Aperture posteriori ai cavi
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Aperture posteriori ai cavi

Reverse fly: analisi dell'esercizio, caratteristiche, corretta respirazione ed esercizi alternativi.

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Aperture posteriori ai cavi

Esecuzione dell'esercizio: Proni, in appoggio su una panca inclinata a circa 45°, impugnare i cavi mediante le maniglie inferiori, con presa neutra, ossia con i palmi delle mani rivolti l'uno contro l'altro. Da questa posizione effettuare un'apertura laterale delle braccia, mantenendo i gomiti leggermente flessi. Accompagnare il lento ritorno alla posizione di partenza.

Respirazione: Effettuare l'espirazione nel corso della fase concentrica, inspirare nella fase passiva di ritorno alla posizione iniziale.

Dettagli: È un esercizio monoarticolare che permette un marcato impiego della porzione posteriore del deltoide e dei fasci superiori del trapezio. Numerosi gli altri muscoli chiamati in causa al fine di consentire e stabilizzare il movimento, ed in particolare i romboidi, il sottospinato, il piccolo ed il grande rotondo. L'impiego dei cavi, in alternativa alla variante con manubri (reverse fly), consente un maggior margine di sicurezza a livello articolare, permettendo di concentrarsi meglio sul lavoro ed impiegare anche carichi un po' più elevati.

Esercizi alternativi: Alzate laterali alternate a 90° al cavo, alzate laterali con manubri a busto inclinato, reverse fly.