Educazione, rieducazione e prevenzione posturale
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Educazione, rieducazione e prevenzione posturale

Educazione posturale in età giovanile e prevenzione in età adulta sono il fondamento per un buon atteggiamento corporeo in generale. In caso di necessità si interverrà con la rieducazione posturale

Autore:
Ultimo aggiornamento:

Educazione, rieducazione e prevenzione posturale

In relazione al termine "posturale" attualmente vi sono diverse interpretazioni e sono diffuse idee, spesso divergenti. Ci piace partire dal significato di parola postura.

Con tale termine si intende il modo di atteggiare il proprio corpo, letteralmente la posizione.
Entrando più nello specifico delle scienze motorie, la postura è definita da Tribastone (1985) come "… insieme dei rapporti tra l'intero organismo, le varie parti del corpo e l'ambiente che lo circonda" e ancora "… insieme di meccanismi psicologici che regolano con la massima economia ed in ogni momento sia la struttura neurofisiologica del movimento, che il tono muscolare, necessari per il mantenimento di una posizione equilibrata e coordinata".

Non è nostro intento analizzare da un punto di vista fisiologico il meccanismo intrinseco della regolazione posturale.
Ricordiamo però che il S.N.C. regola il movimento attraverso schemi motori, in cui ossa, articolazioni e muscoli rivestono il ruolo di esecutori meccanici, e controlla la postura attraverso un meccanismo capace di scegliere tra le tante combinazioni possibili, quella ritenuta più idonea.

Rivestono un ruolo fondamentale in questo meccanismo i propriocettori (fusi neuromuscolari, organi tendinei del Golgi, apparato vestibolare, ecc.) e gli esterocettori (la retina, la cute, ecc.).
Solo subendo una corretta e varia stimolazione di tutti gli elementi, il soggetto riuscirà ad ottenere dei buoni risultati in ambito educativo (Barigelli, '06).
A questo punto, chiarito il termine, vanno chiariti gli aspetti fondamentali ad esso riferibili.

A nostro modo di vedere tre sono i termini che vanno usati in ambito posturale e in riferimento alla ginnastica posturale:

1) l'educazione
2) la rieducazione
3) la prevenzione

Per educazione si deve intendere ciò che riguarda un soggetto in età evolutiva.
In tutte le attività motorie del bambino-ragazzo, nelle tipologie di ginnastica, preparazione atletica, discipline sportive in generale, l'educazione posturale deve essere considerata come elemento fondamentale della programmazione e non come presupposto necessario o dato per scontato. Il discorso di educazione alla postura nel bambino, determinerà una base importante per un corretto stile posturale durante tutta l'esistenza dell'individuo.

Gli atteggiamenti errati vanno corretti, naturalmente combinando un giusto mix tra motivazione ed efficacia; in tal senso vengono preferite attività ludiche.
La rieducazione (rieducare= educare di nuovo e meglio) riguarda invece un ritorno, dopo un tempo di abbandono, ad una corretta postura, in riferimento, soprattutto ma non solo, al soggetto adulto.
Si rivolge a quei soggetti che presentano un'alterata morfologia corporea (disordine posturale), che prevede un trattamento indirizzato al recupero di una situazione posturale compromessa (Berardi, '09).

Ciò è necessario a seguito di traumi o incidenti, ma anche semplicemente ad un abbandono, per un periodo di tempo, dello svolgere attività fisiche che richiamino atteggiamenti posturali corretti.
Più il tempo della disabitudine è grande, più il lavoro sarà lungo; difficilmente peraltro potranno essere corretti completamente assetti ormai "cronicizzati".

Col termine prevenzione posturale intendiamo l'iter da seguire durante il corso di tutta la vita, affinché la postura sia sempre ottima.
Quindi praticare attività fisica regolarmente ed affidandosi a professionisti del settore.
Curare le posizioni corrette, identificare i muscoli che hanno più bisogno di essere rinforzati, quelli che hanno necessità di essere allungati, far muovere le articolazioni in determinati modi, sono tutti elementi da dover prendere sempre in considerazione, in ambito di wellness o di sport amatoriale ed agonistico.

Riassumendo e semplificando, l'educazione posturale in età giovanile, ed una buona prevenzione in età adulta, sono il presupposto per un buon atteggiamento corporeo in generale e, qualora si presentino necessità particolari, si interverrà con una rieducazione.