Anatomia funzionale dell'apparato respiratorio
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Anatomia funzionale dell'apparato respiratorio

Autore:
Ultimo aggiornamento:







Anatomia funzionale dell'apparato respiratorio

L'apparato respiratorio, anatomicamente, può essere diviso in due parti. Consideriamo le vie aeree superiori e le vie aeree inferiori.

Vie aeree superiori

Hanno il compito di trasportare l'aria dall'esterno all'interno dell'organismo. Fanno parte di questa struttura, dall'esterno verso l'interno: le cavità nasali, la faringe, la laringe e la trachea. Esse assolvono 5 funzioni fondamentali per la respirazione:

  • Riscaldano l'aria e la umidificano grazie alla ricca vascolarizzazione di queste strutture;
  • Depurano l'aria da sostanze estranee, grazie ai peli nasali e dalle ciglia vibranti per tutto il tratto;
  • Consentono la fonazione per il passaggio dell'aria attraverso le corde vocali nella laringe;
  • Permettono la funzione olfattiva attraverso i recettori della mucosa nasale;

  • Modificano la componente dei gas rispetto a quella atmosferica.

Vie aeree inferiori

Discendendo verso la profondità, la trachea si divide in due grossi bronchi, che a loro volta si dividono in rami sempre più piccoli: sono i bronchi di grosso, medio e piccolo calibro, che vanno a costituire la struttura degli alveoli polmonari, dove avviene lo scambio gassoso tra aria e circolazione sanguigna.

Tutti gli alveoli polmonari, insieme al microcircolo dei capillari, costituiscono i polmoni.

I polmoni sono due grosse strutture di tessuto fibro-elastico presenti all'interno della gabbia toracica. Essi nella superficie esterna sono ricoperti da un foglietto di tessuto vischioso che gli permette di essere ancorati alla gabbia toracica, dentro la quale è presente un foglietto dello stesso tipo. Questi due foglietti costituiscono la membrana pleurica.

L'ancoraggio tra polmone e gabbia toracica avviene per unione di questi due foglietti, e per mancanza d'aria tra gli stessi. Tra i foglietti pleurici è presente un liquido (liquido pleurico) che permette che essi rimangano in contatto (come il contatto tra due vetrini bagnati). Ogni movimento della gabbia toracica comporta il tirarsi dietro il tessuto elastico polmonare, e di conseguenza un'espansione o riduzione dell'ambiente dove avviene lo scambio gassoso (alveoli polmonari).