Costruzione dello schema corporeo
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Costruzione dello schema corporeo

Autore:
Ultimo aggiornamento:







Costruzione dello schema corporeo

A livello corticale, e in particolare nell'area motoria e in quella sensitiva, è possibile riscontrare una rappresentazione di tutte le diverse parti del nostro corpo. In ognuna di queste aree sono presenti vie efferenti che organizzano la risposta, e afferenti che danno informazioni rispetto alla sensazione somatica e biomeccanica della periferia. Tutte le informazioni afferenti a livello centrale vengono definite meccanismi di feedback, e possono essere divise in due tipi di forme a secondo dei recettori deputati a raccogliere le informazioni.

Feedback sensitivo:

Relativo alla funzione sensitiva, in cui nell'informazione di ritorno sono coinvolti i sensi in generale, ma in particolar modo la vista e la sensazione tattile.

Feedback propriocettivo:

Relativo alla funzione motoria e trasformativa dei muscoli coinvolti. In questo caso sono coinvolti i recettori interni che producono informazioni relative al grado di allungamento, alla tensione muscolare e al numero di unità motorie coinvolte nell'esperienza del movimento. Questo tipo di sensazione è chiamata propriocezione.

In qualsiasi movimento o contrazione è presente un segnale nervoso di ritorno alla corteccia cerebrale relativo al riscontro esperienziale che il movimento ha agito nello spazio e nel tempo. Questo continuo confronto tra ideazione e raggiungimento dell'obiettivo fa sì che si costruisca un archivio relativo alla forma, alla dimensione e ai gradi di tensione e di libertà di qualsiasi distretto corporeo.

Homunculus sensitivo

A livello dell'area somestetica si costruisce un'immagine corporea relativa al numero d'informazioni sensitive che ritornano a livello centrale. In quest'area la rappresentazione del corpo umano appare grottesca e spropositata, poiché ogni parte del nostro corpo non viene rappresentata in base alla sua reale estensione spaziale, ma in funzione al numero di recettori sensitivi e somatici che in essa sono concentrati. Per esempio, l'immagine corporea relativa alla dimensione della lingua sarà notevolmente superiore a quella del piede.

Homunculus motorio

Al pari di quello sensitivo, l'homunculus motorio è la rappresentazione nell'area motoria dei nostri distretti corporei. I recettori preposti alla creazione di questa immagine sono quelli di tipo propriocettivo: recettori meccanici, statico dinamici e fusi neuromuscolari.

In questo caso si costruisce un'immagine corporea proporzionale al livello delle unità motorie coinvolte. Avremo quindi un'immagine dei muscoli della mano o di quelli mimico espressivi molto più rappresentata rispetto al tronco o al quadricipite femorale, poiché nella muscolatura fine e di precisione sono concentrati numerosi recettori di tipo propriocettivo.

Le due immagini corporee così costituite sono integrate attraverso processi associativi e sottocorticali in seguito descritti.