Proposte operative per l'integrazione posturo-cinetica
NonSoloFitness: divulgazione, formazione, consulenza
Corsi di formazione Corsi di formazione per Personal Trainer, Istruttori Fitness
06 40403925

Proposte operative per l'integrazione posturo-cinetica

Autore:
Ultimo aggiornamento:







Proposte operative per l'integrazione posturo-cinetica

L'integrazione posturo-cinetica

L'integrazione posturo-cinetica rappresenta il compimento del percorso di rieducazione psicomotoria finalizzato alla risoluzione delle turbe posturali. L'intervento fin qui svolto, finalizzato alla presa in carico dei singoli parametri che compongono l'adattamento generale, in questa sede viene integrato dal fruente per diventare il modo di gestire, nella quotidianità, il cambiamento raggiunto. La finalità delle proposte di seguito riportate, è quella di porre il soggetto in uno stato in cui le diverse esperienze sono proposte come una struttura unica. La struttura e il contesto in cui le proposte si manifestano fanno sì che il soggetto faccia proprio il cambiamento a tal punto da diventare un atteggiamento che si  organizzi per via riflessa e integrata tra le parti.

L'integrazione viaggia in diverse direzioni, ed è compito dell'operatore perseguirla in tutte le sue fasi. Definendo gli ambiti psicomotori in cui il processo d'integrazione va perseguito, compito dell'operatore è quello di organizzare sequenze di proposte motorie che coinvolgano le diverse aree in cui esso si organizza.

In particolare, il lavoro motorio deve coinvolgere il corpo:

  • Tra le parti del distretto corporeo
  • Orizzontale: parte destra e sinistra
  • Verticale: parte superiore e parte inferiore (braccia-gambe)
  • Tra centro e periferia, attraverso i meccanismi di feedback (sensoriale e propriocettivo)

Fanno parte di questo ambito di intervento tutte le proposte che necessitano una coordinazione globale che miri alla costruzione di una postura anticipatoria nell'esecuzione dell'atto motorio, nonché quelle che determinano la messa in atto di movimenti fini e di precisione.

La coordinazione ritmico-musicale, infine, determina una migliore risposta riflessa nell'organizzazione tra le parti.